Moda & Fashion Trans Altro... News

Valentina Sampaio, simbolo per molte aspiranti modelle Transgender

Share:

Questa meraviglia della natura, nata nel 1996 nel nord-est del Brasile, ad Aquiraz, un villaggio di pescatori, è figlia di un’insegnante e un pescatore. Già all’età di 8 anni le è stata diagnosticata la disforia di genere, ma ha iniziato a farsi chiamare Valentina soltanto al raggiungimento dei 12 anni di età. Studentessa modello, la Sampaio inizialmente si è iscritta all’indirizzo di Architettura a Fortaleza, per poi abbandonare a 16 anni preferendo studiare moda. È stato in quel periodo che una truccatrice l’ha scoperta e l’ha fatta firmare con un’agenzia di modelle di San Paolo, la capitale della moda brasiliana. Ha debuttato nel novembre 2016 in occasione della San Paolo Fashion Week, lasciando tutti a bocca aperta. Poco dopo, L’Oréal ha realizzato un cortometraggio su di lei, in seguito al quale la società l’ha resa una delle ambasciatrici del marchio dell’azienda. Ha posato per le copertine di svariate riviste. È stata la prima modella transgender ad apparire sulla copertina di Vogue Paris e sulle copertine di Vogue Brasil e Vogue Germany nel 2017. È apparsa anche sulla copertina di Vanity Fair Italia, di Elle Mexico e L’Officiel Turkiye. Il 2 agosto 2019 ha annunciato sul suo account Instagram di essere stata assunta dal prestigioso marchio di intimo Victoria’s Secret per la quale è diventata la prima modella transgender per la linea Pink. Nel 2020 è diventata la prima modella transgender ad apparire nella rivista sportiva americana Sports Illustrated, mentre nel dicembre del 2021 è diventata Beauty Ambassador per Armani che, a sottolineare la trasformazione socio culturale in atto nel segno dell’inclusività di cui la top model è simbolo, le offre un’ulteriore consacrazione. È stata un volto di L’Oréal Paris. Ha lavorato con molti dei più importanti marchi d’alta moda, tra cui Dolce & Gabbana, Dior, H&M, Marc Jacobs, Moschino. Dal 2022 ha un contratto con l’agenzia di modelle The Lions, a New York.

Oggi, per la sua incredibile bellezza è la più richiesta tra le modelle transgender.

Valentina Sampaio ricorda sempre un clima meraviglioso in casa con i suoi genitori e i suoi fratelli e a scuola con i suoi compagni che l’hanno sempre accettata e sono sempre stati orgogliosi di lei, ma pure per una top come lei, almeno all’inizio, arrivarono i problemi confrontandosi con il mondo del lavoro: «A 17 anni mi licenziarono. Sono stata malissimo» dichiara Valentina parlando del licenziamento e l’annullamento del suo primo contratto da modella: il marchio brasiliano aveva scoperto che era ragazza trans e non voleva più averla in scuderia. Valentina continua: «Fu un’esperienza drammatica. Crudele sentirsi sbagliati, fuori posto. Poi ho capito. Erano gli altri a farmi sentire sbagliata. Al contrario, io mi sono sempre sentita in armonia con me stessa. Sin da piccola. Dopo quell’esperienza sono diventata più forte. Consapevole del mio valore. Ho fatto tesoro di quanto successo. Sono andata avanti. Tenendo presente che soprusi e discriminazioni non hanno categorie. Riguardano tutti. Non solo persone trans o l’universo LGBTQ+. Bisogna lottare perché non continuino. Rispetto al Brasile, dove sono nata, negli Stati Uniti le comunità trans come il mondo LGBTQ+ sono sempre stati supportati. Nel giugno scorso in occasione del Gay Pride questo cambiamento si è percepito in maniera molto forte. Ma lo si avverte chiaro anche nella quotidianità. Andando in giro per la città. L’atteggiamento delle nuove generazioni è più libero, senza costrizioni».

FONTE IMMAGINE: https://www.harpersbazaar.com/it/bellezza/skincare/a38159133/valentina-sampaio-storia/ , https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/08/05/valentina-sampaio-la-modella-transgender-si-racconta-allo-specchio-non-ho-mai-visto-limmagine-del-bambino-che-ero/6753614/

Numa