Nato nel 2004 in Thailandia, anche quest’anno si è svolto il 9 marzo scorso “Miss International Queen“, il più grande concorso di bellezza transgender al mondo. L’evento è stato ospitato dalla città di Pattaya ed ha come obiettivo quello di diffondere consapevolezza nei confronti delle comunità LGBT e transgender: inoltre tutto il denaro raccolto viene devoluto alla Royal Charity AIDS Foundation of Thailand per combattere l’Aids. In questa edizione, ha trionfato la 27enne Miss Vietnam, Nguyen Huong Giang, che ha fatto suo lo scettro vinto lo scorso anno dalla thailandese Jiratchaya Sirimongkolnawin. Al concorso, in rappresentanza dell’Italia e come inviata speciale di Piccole Magazine, c’era la nostra bellissima Miss Trans Italia – sezione SudAmerica Valentina Melo, accompagnata dalla miss Alice Ferrari, che ci ha raccontato come è stata la sua esperienza.


Ciao Valentina, bentornata. Allora, raccontarci come è andato il tuo viaggio in Thailandia.
E’ stata una settimana ricca di emozioni. Una bellissima esperienza perchè ho potuto vivere in prima persona quello che è il più importante concorso di bellezza al mondo per noi transgender.


Come hai trovato l’organizzazione del concorso?
E’ organizzato molto bene. Come il “Miss Universo” per le donne, al Miss International le concorrenti devono presentarsi 10 giorni prima, per prepararsi al meglio tra prove di trucco, sfilate ed essere a disposizione degli sponsor della manifestazione per pubblicità etc. E’ sicuramente un evento che garantisce una visibilità mondiale per chi partecipa.


Come hai trovato le concorrenti?
C’erano delle concorrenti davvero molto forti e ben preparate. Altre, le ho trovate meno belle ma comunque tutte erano su standard alti. Hanno fatto le classiche sfilate in abiti da sera e costume, ma anche concorsi di fotogenia e il “best talent”, cioè il miglior talento, che premia la trans più preparata di tutte. Quest’anno ha vinto su tutte Miss Corea, una vittoria meritatissima.

Ti è piaciuto visitare la Thailandia?
Certo! E’ un Paese bellissimo, che trovo molto simile al Brasile sotto certi aspetti: sarà per il clima caldo e per il popolo accogliente, espansivo e solare. I thailandesi hanno una cultura buddista, sono persone semplici e ci hanno accolte a braccia aperte. Unico problema, la lingua inglese, non ci capivamo troppo a parlare, al nostro passaggio continuavano a dirci “Beautiful!Beautiful!” (bellissime!) ma sono stati molto carini (ride).


Come ti sei trovata con Alice, la tua compagna di viaggio?
Molto bene, è una ragazza simpaticissima. Insieme abbiamo fatto le turiste: i primi giorni siamo andate ai templi buddisti per conoscere la loro religione, poi abbiamo fatto i safari, per vedere gli animali tipici del posto: elefanti, coccodrilli…ho tenuto anche in braccio un cucciolo di tigre, volevo metterlo in borsetta, era adorabile! (ride). Anche salire sull’elefante mi ha entusiasmato, è stato divertente! Negli ultimi giorni abbiamo visitato le spiagge e fatto escursioni in barca.

Una bella esperienza insomma. Ora che progetti hai?
Come ti dicevo qualche giorno fa, il mio sogno è sfondare nel mondo dello spettacolo e della moda: come prima cosa quindi, finirò gli studi di moda e mi diplomerò: voglio essere preparata al meglio!

Grazie Valentina per il bellissimo reportage del Miss International Queen e buona fortuna!