Buone notizie per lo stato della Pennsylvania, USA! Il Paese ultimamente è flagellato da decisioni barbare e che ledono i diritti delle persone, come la nuova legge sull’aborto negato in Alabama, ma questa volta è è diverso.

USA: Transgender libere di scegliere il bagnoLa Corte Suprema ha infatti respinto l’istanza di un gruppo di studenti, guidati da una rappresentanza cristiano conservatrice, che si lamentavano del fatto che consentire alle studentesse transgender di usare bagni e spogliatoi violava i loro “diritti alla privacy”.
Dopo aver respinto l’istanza, la Corte ha deliberato che alle studentesse trans del Boyertown Area District potranno continuare ad usare i bagni che sentono corrispondere alla loro identità di genere. É una decisione importante su un tema controverso perché preso da una Corte Suprema a maggioranza conservatrice.

Su questa si è espressa favorevolmente anche l’onorevole Vladimir Luxuria: “grazie alla Corte Suprema statunitense per aver sancito per legge quel diritto che io già rivendicavo. Già, perché io di “guerra dei bagni” ne so qualcosa”. Nell’ottobre 2006, fece infatti notizia il suo scontro davanti alla toilette della Camera con l’on. di Forza Italia Elisabetta Gardini. Quest’ultima infatti non voleva farle usare il bagno delle donne. I questori di Montecitorio ai tempi diedero ragione alla deputata di Rifondazione Comunista Vladimir Luxuria.