A Paderno Dugnano, Rita Tomaselli, capogruppo consigliare di NOI X PADERNO DUGNANO, comune della provincia di Milano, ha presentato in consiglio comunale una mozione per la richiesta di uno sportello per i diritti LGBT. Nel 2014, oltre 300 cittadini avevano firmato per chiedere una assemblea pubblica per discutere sul registro del testamento biologico, coppie di fatto e chiedevano a gran voce uno sportello per chi si sente discriminato sessualmente. Riportiamo di seguito le parole di Rita Tomaselli: “Al momento il Parlamento ha approvato leggi su unioni civili e testamento biologico, rimane solo il tema sulla discriminazione per le proprie inclinazioni sessuali. Questo argomento però, va ampliato anche a genitori e persone a cui vogliono bene i soggetti con sessualità “diversa da quella tradizionale”. E prosegue: “I ricercatori hanno scoperto che i tassi di tentativo di suicidio e ideazione suicidaria nella messa in discussione del proprio orientamento sessuale e della propria identità di genere tra le persone LGBTQ (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer) nella loro popolazione giovanile è più elevato rispetto a quelli della popolazione generale; gli adolescenti LGBT e i giovani adulti hanno uno dei più alti tassi di tentativi di suicidio.  Numerose sono poi le discriminazioni sul luogo di lavoro. Ecco perché penso che come è giusto che questo Comune abbia destinato uno spazio per uno sportello contro la violenza sulle donne , sia giusto per il superamento delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere creare anche uno sportello per i diritti delle persone LGBT, come quelli già realizzati a Milano e a Sesto San Giovanni”.
Auspicando che lo sportello diventi presto una felice realtà, nel frattempo è stato fatto un ulteriore passo avanti nell’affermazione degli stessi diritti civili per tutti.

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other