CAM GIRL

locandina-cam-girlNel maggio 2014, la casa di produzione italiana Angelica Film Production ha distribuito, tramite la New Moon ditribution, il film CAM GIRL.
Il film, per la regia di Mirca Viola, è del genere commedia, quindi dovrebbe far ridere o almeno sorridere, ma non è così; è in realtà una storia angosciante che mostra a cosa porta la disperazione.


Gli attori

alcuni dei quali non eccellono nel loro ruolo, sono: Antonia Liskova, Alessia Piovan, Sveva Aluiti, Marco Cocci, Enrico Silvestrin ed Ilaria Capponi.


E’ la storia di Alice, Rossella e Martina, ragazze del tutto normali e comuni, con i loro sogni, a volte infantili, e le loro aspirazioni, spesso presuntuose.


Alice

è la maggiore d’età del trio ed ha superato la trentina.
Ha studiato con grandi sacrifici e caparbietà per diventare copywriter; ora sembra ad un passo dalla sua sospirata meta per entrare a far parte di una agenzia pubblicitaria di successo.


Martina

è una sportiva, alta ed atletica, poco più che ventenne, aspira a diventare una giocatrice professionista di pallacanestro ed ha tutte le qualità per riuscire nel suo desiderio.


Rossella

coetanea di Martina, è la più indecisa ed indefinita; non ha una meta precisa ed intanto si rifugia nel sogno di un grande amore, quello capace di cambiarle la vita, magari sconvolgendola e facendola uscire dalla calma piatta in cui si trova.


cover-UN-FILM-ITALIANO-SULLE-CAM-GIRLLe tre ragazze hanno una solida amicizia  ed una cosa in comune: fanno le cam girl.
Sono approdate a questa professione a causa di un periodo in cui la crisi ha ridotto i salari a livelli di insufficienza economica ed il lavoro fisso sembra impossibile da ottenere.

esibire il loro corpo sul webcam


Alice, Rossella e Martina sono tre belle ragazze, così il modo più semplice e rapido per avere un sostentamento economico è esibire il loro corpo sul webcam.
Quella che sembrava una facile strada, si mostra essere una rosa piena di spine.


L’agenzia per la quale lavorano è un vero guaio, perché le tratta come semplici corpi da sfruttare e sovente accampa pretesti per non pagare l’intero dovuto alle loro prestazioni da cam girl.


La rivolta parte da Alice, quando apprende, con sorpresa e delusione, che lo stage presso l’agenzia pubblicitaria alla quale aspirava, non si trasformerà in una assunzione, dopo avere lavorato con capacità alcuni mesi per 300 euro mensili.


Alice guida il gruppo

ad una presa di possesso del proprio destino e decidono che è giunto il momento di porre fine ad uno sfruttamento per pochi euro.
Le tre amiche si mettono in proprio ed aprono un sito di cam girl, nel quale reclutano altre ragazze.


Naturalmente nascono contrasti con gli uomini che amano e questo pare lo scoglio più duro da superare.


La commedia contiene elementi di denuncia sociale

particolarmente rivolta al mondo del lavoro, nel quale lo stage è diventato uno strumento di sfruttamento di massa per le giovani generazioni, ma pone anche in guardia sulle facili scorciatoie e sulle insidie che celano.

Leggi anche:

Ragazze in Vendita al Tempo di Internet – Cam Girl

Intervista da Commessa a Web cam Girl

Piccole Trasgressioni Nei Tempi Del CORONAVIRUS

Condividi