Turismo LGBT+: la Toscana promuove itinerari e soggiorni ‘friendly’Nonostante il periodo che stiamo vivendo, le giornate di sole e l’arrivo della bella stagione ci fanno pensare alle vacanze.

La Regione Toscana ha deciso di mettersi avanti e per sostenere il rilancio del turismo post Covid ha aderito al progetto sul turismo LGBT+, che, come avevamo già visto mesi fa, secondo molte ricerche potrà concorrere alla ripresa.

In Italia è ancora definito come turismo ‘di nicchia’ ma per molte destinazioni internazionali costituisce una solida realtà. Pare esserci infatti ancora una scarsa consapevolezza del potenziale del turismo ‘friendly’ che si basa su una community contraddistinta da buona capacità di spesa, profilo culturale ed economico medio alto, prevalenza di single e coppie e perciò maggiore dinamicità e propensione al viaggio.

Un identikit ideale insomma per l’offerta turistica della toscana, soprattutto in questo 2021 che si prospetta, come lo scorso, all’insegna della riscoperta del Bel Paese.

La collaborazione prevede la pubblicazione di una serie di itinerari ed esperienze ‘friendly’ in italiano e in inglesi agli operatori turistici ed economici toscani. Questi proporranno le offerte al pubblico aderendo alla Carta dei Valori del Turismo Inclusivo, legato alla valorizzazione della diversità e alla consapevolezza nell’approcciarsi a questo tipo di clientela.

È già possibile, per tutti gli interessati, candidarsi e chiedere informazioni.

Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Condividi