Curve mozzafiato, viso angelico e lunghi capelli biondi: vi presentiamo Alissinha, bellissima 23enne trans escort brasiliana che vive a Lido di Dante, vicino a Ravenna.

Ciao Alissinha, sei tornata da poco in Italia, come va?
Ciao a tutti voi. Si, sono tornata in Italia un mese fa. Io sono di Recife, in Brasile, che è una bellissima città affacciata sul mare del Pernambuco, considerata il fiore all’occhiello del turismo, per le sue meravigliose spiagge e per il verde smeraldo del mare. Là, lavoravo in un centro estetico, sono estetista, e facevo la ragazza immagine e ballerina al Carnevale.

Ti piace stare in Italia? Hai comunque scelto un posto di mare dove vivere.
Per sentirmi un po’ più a casa (ride). Comunque, mi piace vivere qui. Ora in Brasile è un brutto periodo per viverci, troppe tensioni nella società, il Paese è in crisi totale. Là, comunque è rimasta la mia famiglia, che è veramente unita ed unica.

Mi sembra di capire che abbiano accettato tranquillamente la tua “transizione”.
Si, mi hanno accettata senza problemi, per fortuna.

Che cosa ti piace fare nel tempo libero?
Prima di tutto, mi piace stare tranquilla, adoro fare shopping e andare al cinema a vedere film romantici.

Come mai hai deciso di fare la escort?
Per caso e per necessità: voglio comprare una casa a mia madre e ai miei fratelli e aprire in Brasile un salone di bellezza, fare quello che facevo una volta. Ovviamente, servono tanti soldi: fare questo mestiere è un buon modo per guadagnarli relativamente in fretta.

E’ un lavoro comunque non adatto a tutte. Tu ti trovi bene?
Direi di si, la mia testa è tranquilla, sono serena, non mi faccio problemi. La cosa che mi piace di più è conoscere le diverse storie di vita delle persone che incontro, dare loro consigli.

Sei una buona confidente!
Si: tanti vengono solo per parlare, per stare in compagnia, uscire a pranzo o a cena…non si riduce tutto solo al sesso fine a se stesso.

Che obiettivi hai nella vita? Sogni nel cassetto?
Allora, mi piacerebbe cambiare qualcosa nel mio corpo, essere sempre più femminile, però non penso al cambio di sesso totale, sono felice così. E ovviamente, tornare in Brasile dopo aver garantito un futuro alla mia famiglia, facendo avanti ed indietro dall’Italia…ormai mi sento cittadina di entrambi i Paesi!