Costume & società cultura News

Tradimento: ogni giorno c’è qualcosa di nuovo…  

Share:

Che reazione hanno uomini e donne? Gli psicologi della Chapman University (Usa) hanno intervistato circa 64.000 americani, fornendo un primo censimento su larga scala delle differenze di genere e di orientamento sessuale in risposta al tradimento sessuale e a quello emotivo ottenendo risultati soprendenti: gli uomini eterosessuali hanno più probabilità rispetto alle donne etero di essere “sconvolti” dall’infedeltà sessuale (54% vs 35%) e meno probabilità di essere colpiti dall’infedeltà emotiva (46% degli uomini contro il 65% delle donne). L’uomo preferisce che la sua partner si faccia dei “gran viaggi” in cui tradisce il partner con la mente al posto di avere rapporti sessuali tra cui, gravissimo, è immaginarla penetrata da un altro uomo. Per la donne, invece, è il contrario: non riescono a perdonare un tradimento mentale o emotivo.

Una ricerca della Norwegian University of Science and Technology ha sottoposto un questionario simile a novantadue coppie. Entrambi i partner l’hanno compilato dopo essersi immedesimati in due scenari di tradimento: nel primo il partner andava a letto con un’altra persona, ma senza alcun coinvolgimento emotivo, tanto meno innamoramento; nel secondo caso invece c’era la possibilità opposta: il partner si innamorava del/la terzo/a incomodo/a ma senza coinvolgimenti sessuali. Uomini e donne si sono rivelati poco tolleranti: assai poco disponibili a passarci sopra. La gran parte degli intervistati, indipendentemente dal genere e dal tipo di infedeltà, ritiene assai poco probabile il perdono. E se scelgono di dare una seconda possibilità lo fanno in egual misura.

L’eventuale decisione di restare insieme al proprio partner dopo un tradimento è determinata soprattutto da quanto viene percepita minacciosa l’infedeltà per la relazione, sia essa fisica o emotiva, cioè dall’impatto che immaginano avrà sulla coppia.

I dati rivelano che le donne considerano più grave l’infedeltà mentale mentre gli uomini quella fisica, eppure per entrambi i meccanismi che spingono al perdono sono gli stessi. Le reazioni di uomini e donne non sono molto diverse.  

In ogni caso, la scienza fornisce nuovi alibi: pare sia possibile una ereditarietà della tendenza al tradimento: uno studio condotto da un gruppo di ricercatori australiani dell’università del Queensland, rileva che il 63% dei comportamenti fedifraghi negli uomini e il 40% nelle donne potrebbero essere legati a un’interferenza genetica. Il Dna ci mette lo zampino e spinge al tradimento. È stato poi identificato nelle donne un singolo gene le cui variazioni potrebbero renderle più predisposte all’infedeltà di coppia.

In una ricerca riportata dal Sunday Telegraph sono stati esaminati ben 7.300 gemelli fra 18 e 49 anni d’età, tutti impegnati in relazioni di lunga data. Del campione, il 9,8% dei maschi e il 6,4% delle femmine avevano avuto due o più partner sessuali nei 12 mesi precedenti. Gli scienziati hanno confrontato le abitudini rilevate sia fra gemelli identici, che condividono l’intero patrimonio genetico, sia non identici, con Dna differente. Attraverso modelli d’analisi specifici, hanno quindi analizzato quanto le differenze di comportamento fossero legate al corredo genetico: “Il nostro studio dimostra chiaramente che l’assetto genetico delle persone influenza la misura in cui sono inclini ad avere rapporti sessuali esterni alla relazione ‘ufficiale'” ha dichiarato il responsabile della ricerca.

Sicuramente poi c’è lo zampino dei social network: i social media hanno portato un aumento dell’infedeltà. Lo rilevano gli studi di Russell Clayton, ricercatore dell’università del Missouri (Usa), pubblicati sulla rivista Cyberpsychology, Behavior, and Social Networking. L’utilizzo attivo di siti come Twitter Facebook, secondo Clayton, “porterebbe a una maggiore quantità di conflitti tra i partner, che a sua volta porterebbe a infedeltà, rottura e divorzio”.

Ma la cosa più sorprendente è questa: secondo uno studio realizzato in Kenya e pubblicato sulla rivista PlosOne, gli uomini con peni più grandi hanno maggiori probabilità di essere traditi dalle loro mogli perchè ogni centimetro in più aumenterebbe la probabilità di essere tradito di quasi il 150%. Tra i vari motivi il dolore e il disagio causato durante il sesso che impedirebbe alle donne di provare piacere.

Quindi cari italiani state tranquilli…

FONTE IMMAGINE: https://it.aleteia.org/2019/12/04/chattare-donna-altri-uscire-infedelta-virtuale/

Numa