L’intesa sessuale con la mia fidanzata Barbara è sempre stata gratificante. Posso confessare che è difficile trovare una calda come lei, sempre pronta a soddisfare ogni mio più recondito desiderio senza imbarazzo alcuno. Da sempre il nostro è un rapporto magnetico di altissima densità che cresce di una intensità capace di stupirmi ancora. Siamo una coppia che, incontrandoci per la strada, tutti potrebbero definire normale ma solamente per la ragione con non riverberiamo i focosi desideri che coltiviamo dentro di noi.
Ci siamo conosciuti partecipando ad una festa organizzata da un comune conoscente ed è stata subito attrazione fisica.
Barbara, venticinque anni, possiede un fisico perfettamente modellato da esercizi di danza, essendo una ballerina professionista. Questo le ha permesso di strutturare il suo corpo in modo armonico che pare essere come disegnato da un chirurgo estetico. I lunghi capelli castani che tiene solitamente raccolti in una coda di cavallo, quando sciolti le incorniciano un viso dolce che non lascia trasparire la sua effettiva personalità di femmina molto sensibile al sesso.
Inutile sottolineare il fatto che le nostre voglie trovavano nella lingerie sexy e nei profumi afrodisiaci che acquistavamo in un sexy shop vicino casa quando non addirittura in un sexy shop online, dei validi alleati per sviscerarle totalmente. Eravamo abituati all’utilizzo di sex toys di qualsiasi tipo anche se il plug anale risultava il preferito da entrambi. Come appare evidente, la congiunzione sessuale della nostra coppia era pressoché totale e ci regalava stupende vibrazioni in quei momenti di assoluta intimità.

Un giorno Barbara mi fece una proposta che in quel momento mi lasciò sorpreso. Mi disse che sarebbe stata interessata a far partecipare un ragazzo sconosciuto ai nostri amplessi, voleva provare un threesome!
La cosa mi fece riflettere circa la possibilità di non essere più in grado di saziare il suo appetito ma ebbi ampie conferme che la sua fantasia non si basava su di un mio qualche limite, anzi. Barbara si dichiarava felicemente soddisfatta delle mie prestazioni ma voleva fare un percorso border line dove, un secondo uomo avrebbe soddisfatto i suoi desideri in modo completo.
Presi tempo per pensare sopra a questa cosa rendendomi conto che in ballo non c’era il sentimento che era sempre presente in noi, bensì una nuova esplorazione del sesso inquadrata sotto una nuova ottica per entrambi. Mi sarebbe piaciuto vedere la mia ragazza essere presa da un altro oltre a me? Sarei stato geloso fino a manifestare un insospettabile senso di possesso? Erano queste delle domande a cui non sapevo dare una risposta perché potevano essere risolte solamente alla presenza di un secondo uomo che condividesse con me, lo stupendo corpo di Barbara, dando vita ad un threesome dai risvolti inaspettati.

Mi convinsi che se non volevo creare frizioni di alcun tipo alla nostra serenità, avrei dovuto accettare quella prova, mettendomi integralmente in gioco.
Eliminai sin dall’inizio l’ipotesi di coinvolgere qualche nostro amico preferendo indirizzare la mia scelta su di un perfetto sconosciuto che incominciai a cercare grazie a una sexy community online molto trasgressiva.
Pubblicai un annuncio che corredai con foto di Barbara e di me, opportunamente celando i riconoscibili volti, con lo scopo di esibire i nostri corpi ben nudi ed attesi le risposte. Queste giunsero copiose: feci una rapida selezione fino ad arrivare al tizio che mi pareva essere adatto in quel contesto che stavo programmando. Si trattava di un ragazzo di un luogo vicino a dove risiedevamo noi, dotato di un bel fisico e con una bella verga che sarebbe piaciuta a Barbara e che aveva avuto già pregresse esperienze di threesome.

Finalmente venne il giorno stabilito. Si trattava di un fine settimana che, come al solito, la mia fidanzata lo trascorreva con me nella più assoluta intimità. Quel sabato, dopo aver passato il pomeriggio in giro, rientrammo a casa prima di decidere di dove andare dopo aver cenato qualcosa di veloce.
Pregai Barbara di indossare qualcosa di altamente provocante e sensuale perché mi sentivo in vena di fare qualcosa di speciale. Senza chiedermi nulla, sparì dalla mia vista raggiungendo la camera da letto dove custodiva parte dei suoi vestiti e ritornando un quarto d’ora dopo pronta di tutto punto.
Squillò il campanello del portoncino di ingresso e Barbara andò ad aprire trovandosi di fronte il ragazzo che avevo invitato a sua insaputa.
Si presentò con uno smagliante sorriso e, introducendosi rapidamente in sala da dove mi stavo godendo la scena. Barbara, di fronte allo sconosciuto, aveva assunto un’aria di stupore e curiosità e fu allora che le svelai l’arcano.
Sapevo che il tizio le piaceva fisicamente (dopo tutto conoscevo i suoi gusti) e la pregai di offrirgli un cocktail dopo che si era accomodato sul grande divano dove stavo.
Il profumo erotico acquistato nel nostro sexy shop si era sparso nell’aria che odorava di miele e patchouli. Le luci opportunamente fioche creavano un’atmosfera di una certa intimità. Barbara ci raggiunse sedendosi proprio nel mezzo. Il vestito che indossava lasciava vedere generosamente il suo bel seno eretto e la gonna si era alzata a tal punto da indovinare dove terminassero le calze a giarrettiera velate che le inguainavano le gambe.

Senza nessun preambolo il ragazzo al suo fianco le prese la mano facendola atterrare proprio in mezzo alle sue gambe dove si stava manifestando un rigonfiamento affatto sospetto.
Barbara colse al volo l’occasione, iniziando a maneggiare con la patta dei suoi pantaloni fino a liberare una verga di tutto rispetto che mi diceva di aver visto giusto circa i gusti della mia ragazza.
Alla visione di quanto stava accadendo anch’io mi ero eccitato e quando Barbara abbassò il capo golosa, ebbi proprio così tanta voglia di prenderla da dietro che mi alzai dal divano per arrivarle dietro alle spalle facendola assumere la posizione della pecorina.
Mentre lei stava omaggiando il nostro ospite, io mi impossessai del suo corpo con una vigoria tale da sorprendermi quasi del tutto.

Quanto accadde nelle successive ore è degno di uno dei migliori video hard. Il ragazzo dimostrava di avere una capacità tremenda nel continuare a godere e a far godere la mia ragazza che, finalmente, aveva coronato il suo desiderio di essere penetrata da due uomini contemporaneamente. La sessione erotica di protrasse in ogni modo possibile stravolgendo qualsiasi convenzione formale che tradizionalmente si accompagna al sesso e permettendo una continuata teoria di orgasmi. Quando il ragazzo uscì dalla mia casa, Barbara ed io sapevamo di aver oltrepassato una barriera e che avremmo continuato a proseguire il nuovo cammino del threesome con estremo gusto.