The Boys in the Band diventa un film LGBT+ di NetflixPossiamo affermare sempre più che Netflix è una piattaforma LGBT+ Friendly. Tra le ultime novità arcobaleno troviamo The Boys in the Band, sicuramente ne avrete già sentito parlare. Il film, prodotto e distribuito da Netflix, è l’adattamento dall’omonimo dramma di Mart Crowley del 1968. Lo spettacolo fu un successo e divenne poi un film teatrale nel 1970, sotto la direzione di William Friedkin. Ma non è un tutto, un revival poi fu messo in scena a Broadway nel 2018 e l’intero cast è presente nel nuovo film, disponibile da qualche giorno su Netflix.

Diretto da Joe Mantello e prodotto, tra gli altri, da Ryan Murohy, è un dramma ambientato nell’Upper East Side. I protagonisti rappresentano l’intero spettro della comunità gay del tempo. Sono uomini con desideri, conflitti e modalità espressive particolari. Hanno vite e problemi che per la prima volta venivano messe in scena. Il tutto parte da una festa di compleanno a New York appunto, un ospite a sorpresa e un gioco da ubriachi. Alcune verità emergono, dei segreti vengono svelati e bisogna fare i conti con i sentimenti non detti.

The Boys in the Band diventa un film LGBT+ di NetflixA far parte della ‘band’, sia nel film che nella versione teatrale sono: Matt Bomer, Andrew Rannells, Brian Hutchison, Tuc Watkins, Charlie Carver, Robin de Jesùs e Michael Benjamin Washington. Un gruppo davvero riuscito che, con Jim Parsons e Zachary Quinto che vestono i ruoli principali, promette un grande successo. Tutti questi attori sono dichiaratamente gay e la mancanza di interpreti eterosessuali nel cast, suona quasi come una protesta. Questo soprattutto se lo si posiziona in un’epoca in cui l’industria sembra ancora preferire attori etero che interpretano gay, rispetto a gay che interpretano loro stessi.

Ovviamente sono già arrivate le prime critiche e in molti l’hanno definito ‘non sempre perfetto ma esce in un momento perfetto‘, voi che ne pensate? Fatecelo sapere!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort

Condividi