Terapia di conversione per gay: Israele dice NO!Un cambiamento storico sta avvenendo in Israele per la comunità LGBT+.

Due partiti del governo si sono uniti all’opposizione per approvare una legge che vieta la cosiddetta ‘terapia di conversione’ per gli omosessuali da parte degli psicologi. Con il termine ‘terapia di conversione’ si indica qualsiasi forma di trattamento o di psicoterapia che mira a cambiare l’orientamento sessuale di una persona o a sopprimerne l’identità di genere.

È il primo paese del Medio Oriente ad approvare un simile disegno di legge. Nitzan Horowitz, leader del Partito di Meretz che si oppone al progetto di legge, ha affermato che il suo passaggio preliminare in Parlamento ha segnato un ‘cambiamento storico’ nel Paese.

Il ministro israeliano della Difesa, Benny Gantz, ha accolto il risultato con favore. “La terapia di conversione è nata nel peccato. Il suo posto è al di fuori della legge e della norma pubblica” ha twittato. “Faremo in modo che tutti, qualsiasi sia la loro estrazione e/o orientamento sociale, abbiano libera scelta e sicurezza sulla propria identità in Israele“.

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sul risultato finale..e speriamo appunto in un’approvazione!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam

Condividi