La mia vicina di casa

Mi chiamo Frank , abito in una tranquilla cittadina di provincia, sono fidanzato da 20 anni con Claudia ma non ci siamo mai sposati e non vogliamo figli. I nostri rapporti di sesso sono stanchi e vergognosi visti gli anni finchè un giorno arrivarono dei nuovi vicini. La moglie non era bellissima ma aveva due tette saranno state una decima, e un culo molto sodo. Spesse volte stava in giardino  sempre mezza svestita, ed era sempre un buongiorno e buonasera poi un tardo pomeriggio di  estate mentre eravamo fuori anche io e Claudia lei che scoprii chiamarsi Vittoria iniziò a parlare del più e del meno.
Quella sera decidemmo di fare una grigliata ,naturalmente la birra e il vino andarono a fiumi cosi Sandro, il marito di Vittoria, si ubriacò e si ritirò molto presto. Rimanemmo in giardino noi tre e cominciammo a scherzare e ridere così una storia tira l’altra il vino continuava a fiumi e ci ritrovammo nudi con Vittoria che… leggi la storia completa

Convertita

Entro in chat trans ciao, sono Valentino, uomo di 54 anni,single, direi una persona normale,fisicamente robusto,alto 175 e 110kg robusto,sano pulito no a droghe,sessualmente poco dotato, curioso nella vita e curioso anche sessualmente,fino a 31 anni etero poi passivo con i trans negli ultimi anni aperto -quasi- a 360° no a uomini 🙂 è passato circa un mese e spinto dalla mia curiosità di andare un po’ oltre… e di incontrare,ho conosciuto un “bisex” tramite una chat trans, mi dice che è una trav attiva e mi spara una serie di foto con il suo fisico snello 178 e 73 kg e 39anni e un cazzo che sembra una mazza da baseball da quanto è lungo,la larghezza è buona ma ne ho presi di più larghi in incontri avuti con trans di colore quindi della verginella non ho proprio niente rimango però sconvolto dalla lunghezza sciorinata nelle foto,sono sei mesi che non incontro e vedere tanta carne in tiro mi viene la voglia di accettare quella provocazione e la tipa o il tipo per convincermi ad un incontro mi spedisce una sua foto con …leggi la storia completa

La mamma dello stagista

Mi arriva una telefonata, si presenta Anna, mamma di uno studente delle superiori, che mi chiede di poter accogliere suo figlio a fare lo stage scolastico presso la mia struttura, poichè tutti i compagni hanno trovato e lui no. Rispondo che ho avuto esperienze negative con gli studenti in stage, che in più di una volta sono stati di intralcio o hanno creato qualche inconveniente. Anna quasi mi prega di prendere il figlio per “fargli fare qualcosa” durante l’estate. Prendiamo appuntamento per conoscerci con lei e il figlio presso la mia attività il mercoledì successivo. Anna mi richiama il giorno prima per confermare l’appuntamento e spera davvero che io possa accettare lo stage del figlio utile come credito scolastico. Arriva il giorno dell’appuntamento, entra un ragazzi timido e dietro una vera e propria MILF. Tacco 12, gambe nude, minigonna color panna, maglia scollata e… leggi la storia completa

In nave

Viaggio spesso in nave per lavoro e agli inizi di ottobre dalla Sicilia mi sono imbarcato per Genova come sempre viaggio con cuccetta per comodita…partenza tranquilla e dopo i convenevoli mi rilassò aspettando la cena…..che come sempre e di buona qualità…dopo di che non avendo voglia di andare subito a letto decido di andare al piano bar dove bere qualcosa ed ascoltare buona musica…..cercò un tavolino libero e mi siedo…ordino un amaro e mi metto in relax…da li  a breve vicino a me si siede una ragazza alta almeno 1.85….che mi da le spalle…..ordina da bere e da li a 10 minuti il suo cellulare è uno squillare continuò….incredibile almeno 15 chiamate va beh poco male…ma dal tono molto professionale delle risposte capisco che forse è una escort di livello…. O forse potrei sbaglirmi per evitare di fare cazzate rimango nelle mie….dopo alcuni minuti però lei si gira e scusandosi mi disse non mi danno tregua nemmeno quando sono una settimana che stacco…che palle….io sorrisi e gli dissi scusami ma stacca il telefono…..annui e disse hai ragione…vuoi bere qualcosa con me? Certo risposi….e da li iniziammo a parlare un po di tutto fino a quando ormai tutti erano andati a dormire….non avevo sbagliato faceva la escort e lo disse tranquillamente e dopo una settimana di pausa doveva riprendere … Ci alzammo e ci dirigemmo verso l’ascensore una volta dentro tutte e due andavamo al solito piano e una volta scesi le cucette erano quasi vicine, io entrai per primo e lei mi saluto e andò due cucette più avanti….una volta dentro iniziai a spogliarsi per farmi una doccia quando sentii bussare alla porta…sorpreso mi misi di fretta qualcosa e aprii….vai già a letto ???? Ero un pò allibito….scusa perché….andiamo a fumare sul ponte???? Certo e mi ricomposi e andammo al ponte….non c’era nessuno….mi frullava un pò di tutto in testa…. Dopo qualche minuto lei senza il minimo indugio mi disse mi piacerebbe divertirmi un po ma so che tu non vorrai….scusa perché…. Gli dissi….lei mi guardò e mi chiese lo hai mai fatto su una nave???? No….mai..nemmeno io…ti va???? Io ero veramente esterrefatto ma non capivo….dissi OK cavolo ma dentro di me qualcosa non tornava….lei così mi guardò e mi disse OK…però devi sapere che sono una trans…. Boia rimasi annichilito…. Ma scherzi???? No assolutamente…. Io onestamente non ci credevo….è impossibile gli dissi….non notavo nulla che lo facesse capire e a parte che era mulatta e giunonica non pensavo che dicesse la verità… Davvero lo sono…no…dai non ci posso credere….allora mi prese la mano e me la appoggiò sul seno…sentì????
Cavolo aveva un seno allucinante… leggi la storia completa