Stefania Zambrano, la famosa attrice napoletana transgender, tra le applaudite protagoniste del film di Stefano Incerti “La Parrucchiera”, ha partecipato nei giorni scorsi ai casting per partecipare al programma tv “Grande Fratello”, condotto da Barbara D’Urso e che verrà trasmesso a partire dal 17 aprile su Canale 5. Stefania, è stata accompagnata ai provini dalla vice presidente dell’ATN (Associazione Nazionale Trans), Loredana Rossi, orgogliosa, come tutti i componenti dell’ATN, che un componente del loro direttivo abbia deciso di mettersi in gioco nella casa più spiata d’Italia. L’abbiamo raggiunta telefonicamente per farci raccontare da lei come è andata.

Ciao Stefania, allora, come mai hai deciso di presentarti ai provini per il GF?
Ho deciso di fare il provino per prima cosa per fare una esperienza nuova, per l’emozione di entrare nella casa più famosa d’Italia e soprattutto per far conoscere meglio la comunità trans a tutti gli italiani, che hanno ancora una mentalità piuttosto chiusa. Credo che stando li dentro, parlando e confrontandomi con gli altri concorrenti, potrei far conoscere a tutti chi sono davvero le ragazze transgender e sconfiggere definitivamente la discriminazione su di noi.

Il tuo attivismo sul fronte della difesa dei diritti Lgbtqi non si ferma mai. Ma dicci, secondo te, come è andato il provino?
E’ andato abbastanza bene. Posso dire che non sono andata a Napoli a farlo perché sono molto conosciuta; anche se a Roma pure mi hanno riconosciuta sia come organizzatrice del concorso Miss Trans Europa e sia come protagonista del film “La Parrucchiera”. Comunque, sono stata trattata molto bene da tutto lo staff del programma, è stata una bella esperienza parlare nella “cam” del GF.

Se ti prendessero, e noi facciamo il tifo per te, come ti comporteresti dentro la casa?
Mi comporterei da vera Stefania: quella divertente e solare, quella che sono. Non reciterei, perché in questo caso non si tratterebbe d’interpretare una parte in un film, ma sarei scelta per quello che sono.

Non temi le “malelingue” degli altri concorrenti? E’ un gioco piuttosto agguerrito!
Non ho paura di queste cose perché sono una vera guerriera! Solo una volta ho avuto paura, quando avevo 4 anni…ma non voglio scendere nei dettagli. Sono pronta ad “affrontare” tutti con il mio piglio deciso!

Grazie Stefania, in bocca al lupo!