Abbiamo intervistato per voi una vera e propria icona del mondo delle sexy star: la mitica transex Roberta Poliscova. Lunghi capelli biondi, corpo esplosivo e simpaticissima, ci ha raccontato la sua movimentata vita.

Ciao, è un vero piacere incontrarti. Presentati ai lettori che ancora non ti conoscono.
Mi chiamo Roberta, vengo da una città sul mare vicino San Paolo in Brasile. Ho origini italiane, mio nonno infatti era di Pisa, poi per lavoro si è spostato in Brasile, i miei genitori sono brasiliani. Io sono arrivata in Italia anni fa ed attualmente vivo a Brescia ma viaggio spesso in giro per la penisola, ora infatti sono in tour a Rimini.

Come ti trovi in Italia?
L’Italia è la mia seconda casa, anche se torno spesso in Brasile. Quando sono arrivata qui erano gli anni 90, il pieno boom economico, e, grazie alla mia bellezza, ho potuto permettermi di condurre una vita lussuosa.

 

Tu hai fatto anche televisione infatti, che ricordi hai?
Belli. Ho fatto Erotika con il grandissimo Giuseppe Sbarra e ho lavorato anche con Maurizia Paradiso. Inoltre, ho prestato per anni la mia immagine in diverse fiere erotiche, come il Mi Sex a Rimini. Tutto questo mi ha dato molto visibilità. Mi rendo conto di essere stata una persona privilegiata, sia fisicamente che professionamente ho avuto fortuna.

Nella vita privata invece cosa ti piace fare?
Conduco una vita normalissima (ride), nulla di speciale, mi alzo, faccio colazione, prendo il mio cappuccino…mi piace mangiare fuori, andare al cinema e fare shopping, in particolare di lingerie sexy, ma non conduco una vita da vip, anzi!

Niente sport? Come fai ad avere un fisico così strepitoso?
(ride) Oh no, non faccio palestra, mangio di tutto, ma con moderazione: il mio segreto è fare un pasto a giorno, ma non mi nego nulla. Ed ok, ammetto che la buona genetica fa il resto!

Per quanto riguarda il lavoro invece? Sei una escort e sexy star famosa.
Nel lavoro cambio completamente, scindo professione e vita personale: o così, o si finisce per impazzire.

Spiegati meglio.
In questo lavoro devi darti regole e limiti, nel senso che non bisogna esporsi troppo. Bisogna darsi valore, non accettare tutto quello che ti “capita” davanti. Oggi, putroppo, noto che c’è la tendenza a spendersi troppo, a fare di tutto: è sbagliatissimo.

Bisogna darsi la possibilità di scegliere, intendi?
Esatto: io frequento solo chi ritengo bravo, educato e che mi può arricchire anche interiormente. Seleziono tantissimo. Mi piace il contatto occhi negli occhi e conoscere bene le persone, parlarci con calma e tranquillità.

Un atteggiamento vincente, evidentemente.
Sai, le persone sono tutte diverse: con me si lasciano andare perchè mi vedono come un’amante conosciuta da anni, riversano su di me le loro fantasie. Ed io, nei limiti, assecondo, sono piuttosto libera e trasgressiva. Serve pazienza, sapere ascoltare, essere un po’ psicologhe. La chiave principale è la femminilità, poi quello che succede tra le quattro mura resta segreto.

In quest’era dove ormai tutti si espongono, anche sui social, per qualsiasi cosa, tu mantieni un atteggiamento decisamente controcorrente.
E‘ il discorso che facevo prima: ora le persone si vogliono mettere troppo in vista. Il sesso si fa, però non è bello sbandierarlo ai quattro venti, andrebbe mantenuto riserbo e privacy. Oggi invece non c’è più pudore, le ragazze lo hanno perso quasi totalmente, ed è un peccato.

Fa un po’ strano sentirlo dire da te che sei una sexy star!
Ho saputo giocare bene le mie carte. Ora faccio questo mestiere più per passione e tranquillità e per continuare con la mia vita agiata che per reale necessità. Il mio progetto era di “esplodere” con la notorietà ai tempi d’oro, e ce l’ho fatta.

Fai comunque una professione non adatta a chiunque.
Si, bisogna esserci portate per farlo: tanto fisicamente, quanto mentalmente, io sono stata graziata da madre natura di un fisico bellissimo, un bel viso…sono una modella con qualcosa in più! E’ un mondo in cui c’è molta invidia del successo altrui. Ma il successo, non arriva per caso, va meritato.

Roberta, visto che tu sei una donna “arrivata”e serena, hai qualche consiglio o messaggio che vorresti dare?
Si: vorrei dire a tutti i transessuali, travestiti, donne e a chiunque, di cercare di trasmettere cose belle e storie positive. Perchè di brutte cose ce ne sono a sufficienza nel mondo. E il mondo ha bisogno di bellezza.

Belle parole Roberta Poliscova!