L’estate, che ormai sta per volgere al termine, è stata molto avara di emozioni per me. Senza aver maturato le ferie necessarie per concedermi un po’ di relax, le settimane sono trascorse lentamente nel calore cittadino mentre la sottoscritta, ogni santo giorno, si metteva in macchina e attraversava le strade deserte per andare a lavorare.
Fortunatamente, però, gli ultimi giorni mi hanno regalato una scarica di adrenalina come non ne provavo da tempo. Proprio quando ormai cominciavo a perdere ogni speranza di avere qualcosa da raccontare ai miei amici, sono stata coinvolta in una serata davvero trasgressiva.

La scorsa settimana infatti sono stata invitata a trascorrere un week end al mare, in casa di una coppia di amici di vecchia data. Oltre all’invito c’era la promessa che sarebbe stato tutto estremamente divertente e pieno di sorprese. Avevano intenzione, infatti, di festeggiare la fine dell’estate, non mi lasciai sfuggire l’occasione e accettai subito. Appena arrivata nel piccolo ma elegante villino con vista mare, me ne pentii subito: oltre ai padroni di casa, infatti, c’erano anche due persone mai viste prima, amici intimi di Nicola.
Non essendo una ragazza molto socievole accolsi la notizia con stizza e fui sul punto di cercare una scusa per tornarmene a casa ma se ripenso a cosa stavo per perdere mi viene da ridere.

Contrariamente alle mie aspettative, infatti, la cena trascorse in modo molto piacevole. Ramona e Diego si rivelarono due persone simpaticissime e spigliate, capaci di instaurare quasi immediatamente con me un bel rapporto di complicità. Le bottiglie di vino vuote continuavano ad accumularsi e l’atmosfera si fece sempre più distesa fino a quando notai che Chiara e Nicola si stavano baciando in maniera estremamente passionale. La lingua dell’uno guizzava nella bocca dell’altra e la lingerie della mia amica che si intravedeva sotto il vestito corto, tirato su quasi a volerci mostrare più centimetri di pelle possibile.

All’inizio pensai che la situazione stava sfuggendoci di mano, ma quando vidi che la mano di Ramona era sulla patta dei pantaloni di Diego, intenta a massaggiarlo dolcemente, capii che il divertimento che i miei amici mi avevano promesso era di un genere tutto nuovo per me. Stranamente, però, mi sentii subito a mio agio e incuriosita.

Intrigata da questo ménage che si stava creando, decisi che era il momento per buttarmi, liberandomi da paranoie e inibizioni. Lentamente allargai le mie gambe e, scostate le mutandine, presi a toccarmi lentamente. Lo feci guardando le due coppie che si lanciavano in effusioni sempre più spinte. Quando, poi, vidi entrambi i membri dei ragazzi di fuori venni assalita da una fortissima voglia di essere penetrata. Mi avvicinai a Nicola, mi inginocchiai davanti a lui e iniziai a lavorarmelo con la bocca, sotto lo sguardo divertito di Chiara.

La passione mi stava spingendo a fare cose che mai mi sarei aspettata di fare così, quando mi ritrovai di fianco anche la verga di Diego, decisi di occuparmi di entrambi senza risparmio. Le mie labbra passavano da uno all’altro senza sosta, mentre le mie mani tenevano saldamente le natiche dei due.
Ramona mi raggiunse alla spalle, togliendomi con decisione i vestiti e facendomi rimanere in bikini, che mi ero messa in previsione di un bagno di mezzanotte. Che ingenua che ero stata a pensare che la serata si riducesse a quello!

D’un tratto mi ritrovai con un altro membro da soddisfare, proprio a pochi centimetri dai miei occhi. Alzai lo sguardo e vidi proprio la mia nuova amica intenta ad offrirmi il suo bastone: Ramona era una trans e io non me ne ero minimamente accorta! Dopo un attimo di esitazione, decisi di buttarmi a capofitto anche sul suo membro. Per fortuna Chiara decise di intervenite e, messasi di fianco a me, mi diede man forte e si mise anche lei all’opera. Dopo aver cosparso le verghe con un po’ di olio da massaggio ed averci giocato qualche istante, se le cacciò in gola una dopo l’altra, contendendomi quei golosi premi.

Ben presto fummo trascinate in salotto, dove ci attendevano due comodi divani e un tavolino pieno di sextoys. I due avevano bene in mente che tipo di serata volevano, e avevano fatto rifornimento al sexy shop il giorno prima!
Di me si occupò dapprima Nicola: dopo avermi distesa, prese un piccolo plug anale e, con delicatezza, me lo infilò dentro. Poi mi afferrò le caviglie e mi penetrò senza esitazioni e da subito con un ritmo infernale. Nel frattempo Chiara era in balia di Ramona, che la stava prendendo da dietro, e di Diego.

Da buona padrona di casa, la mia amica non mancava di lanciarmi avidi sguardi maliziosi. Mi comunicava tutta l’estasi che stava vivendo e che io contraccambiavo con sorrisetti di puro godimento. D’un tratto Chiara si liberò, mi si avvicinò e mi si sedette sulla faccia. La mia lingua, alla prima esperienza di quel tipo, si rivelò subito una curiosa esploratrice e non si fermò nemmeno quando Nicola estrasse il plug e iniziò a deflorarmi il culo, fino ad allora rimasto sempre illibato.

Stavo diventando il centro della festa. Questa sensazione poi si fece ancora più forte quando Diego prese a giocare con me e un piccolo vibratore. Me lo passò con delicatezza proprio mentre ero sopraffatta dalla coppia, completamente assoggettata alle loro voglie. Il ritmo si fece sempre più serrato e, impegnata a dare e a ricevere piacere su ben tre fronti, persi il conto degli orgasmi che ebbi.

Impazzita di piacere, volevo solamente una cosa: desideravo essere sporcata il più possibile, per sentirmi totalmente il loro oggetto sessuale personale.
Storditi dall’alcol e da emozioni tanto intense quanto prolungate, ci precipitammo nel piccolo idromassaggio, consci che un nuovo tipo di rapporto era sbocciato tra noi e stupiti dall’estrema naturalezza con la quale ci siamo dati l’uno all’altra, con la sola voglia di divertirci, liberi da ogni vincolo.

Se l’estate era passata per me priva di eventi particolari, devo dire che, prima di lasciare il posto al freddo dell’inverno, mi ha regalato un’esperienza mai provata in precedenza. Questa ha tirato fuori un lato di me che non pensavo di avere. Magari, uno di questi week end, li invito tutti quanti a casa mia per un’altra serata ricca di sorprese!