Si è svolto venerdì 13 luglio, presso il Padova Pride Village il concorso Miss Drag Queen – Triveneto 2018, organizzato e presentato da Giorgio Pitteri. Si è aggiudicata la corona Salvatore Mangiafico in arte Satine Saty, semplicemente favolosa!

Buongiorno, raccontaci un po’ di te
Buongiorno, sono Salvatore Mangiafico, in arte Satine Saty, vengo da Trieste dove lavoro come cuoco e come hobby, passione a cui tengo molto, sono una Drag Queen.

Quando e perchè è nata il personaggio di Satine Saty?
Il mio personaggio è nato per gioco insieme ad amici una sera alla Jotassaasina, nota serata LGBTQ triestina condotta e organizzata da Antonio Parisi. Il mondo Drag mi ha subito colpito ed incuriosito e col tempo ho voluto farne parte in modo sempre più attivo.

Hai sempre avuto la passione per il mondo dello spettacolo?
Il mondo dello spettacolo, dei teatri, dei musical e delle serate in discoteca mi è sempre piaciuto molto, ma riuscire a farne parte è qualcosa di davvero stupendo.
Oltre al mondo Drag mi piace andare al cinema, al teatro, ascoltare musica di ogni genere, ballare ed andare a ballare con gli amici.

Hai vinto il concorso di Miss Drag Queen Triveneto, complimenti. Sei emozionata?
Vi ringrazio per i complimenti, troppo gentili. Sono ancora un po’ stordita dall’elezione, ancora tanto emozionata ma molto contenta di me stessa e di chi mi è stato accanto. La vittoria e l’incoronazione da parte di La Wanda Gastrica, organizzatrice nazionale del concorso, é stata del tutto inaspettata, lo ammetto, mi sono confrontata con quattro concorrenti davvero valide.

Intervista a Satine Saty, vincitrice Miss Drag Queen Triveneto 2018
Ti eri preparata in modo specifico?
Per il concorso mi sono preparata scrupolosamente per mesi e mesi e sono contenta e orgogliosa di come é andato.

Era il primo evento simile a cui partecipavi?
No, negli ultimi anni ho partecipato a diversi concorsi, tutti di differente livello tra loro, ma era la prima volta che partecipavo con una forte voglia di mostrarmi in un modo nuovo e più competitivo. Quest’anno secondo me è stata davvero un’edizione del Miss Drag Queen Triveneto ricca di artiste di alto livello. L’organizzazione di Kelly Minogue e La Ciana ha permesso a tutte noi di portare nella cornice del Padova Pride Village spettacoli davvero super, diversi ed unici come coloro che li hanno portati in scena.

Cosa ti è piaciuto di più di questa esperienza?
Confesso che la cosa che mi è piaciuta di più è stata la tranquillità, l’amicizia e la spensieratezza di scherzare nei camerini con le colleghe, anche se eravamo tutte agitate e un fascio di nervi…

Progetti per il futuro?
Mi piacerebbe riuscire a farmi conoscere meglio, raggiungendo realtà anche fuori da quella triestina, e riuscire così a fare contemparaneamente ciò che é il mio lavoro principale e ciò che é il mio hobby più amato, la mia passione: l’essere una Drag Queen.

C’è qualche persona che vorresti ringraziare particolarmente?
Ringrazio tutte le persone che mi seguono per il loro supporto e anche per le utili critiche e i preziosi consigli che ho ricevuto nel corso della mia crescita artistica. Non c’é una persona in particolare, ma un insieme di eventi e persone che ho incontrato in questi anni, rivelatisi importanti e spero di incontrarne tante altre con cui confrontarmi e così portare a casa un bel bagaglio di esperienza.

Intervista a Satine Saty, vincitrice Miss Drag Queen Triveneto 2018
Non essere timida, facci quache nome!
Ringrazio i miei due costumisti Jan.eneskey e Daniele Bortolato. Le mie ballerine e coreografe Noemi Gaggi e Giulia Gaiola. Mentre come gioielliere merita un ringraziamento sincero Aster Lab che é riuscito a realizzare in poco tempo le creazioni che avevo originariamente pianificato con Jorge D’Glamour che purtroppo non è riuscito per problemi di tempo ad accontentarmi, ma che é stato fondamentale con i sui preziosissimi consigli su cosa abbinare o cosa mettere. Ma sopratutto e sempre, ci tengo a ringraziare il nostro pubblico, il pubblico di tutte noi Drag Queen, che ci segue, ama e viene a supportare durante serate e concorsi, dimostrando sempre un vero e vivo affetto verso di noi e la nostra arte.

Grazie Satine Saty e alla prossima!

Salva