La vita sul mare può accendere un fuoco nell’anima. Con nient’altro che vento e acqua di mare davanti a te, a miglia di distanza dalla costa, non puoi fare a meno di sentirti ribelle.
Ma una triste verità per i viaggiatori LGBT* è che la vita a bordo di molte linee di crociera tradizionali può essere isolata e restrittiva.
È facile rimanere bloccati su una nave orientata esclusivamente per viaggiatori etero, con una clientela più anziana e/o famiglie con bambini piccoli. Fortunatamente, le cose stanno cominciando a cambiare grazie a Sir Richard Branson. Virgin Group, il gruppo di società, ha infatti dato vita a una nuova linea di navi da crociera rivolte alle persone LGBT*. La sua nave ammiraglia, Scarlet Lady, intraprenderà il suo viaggio inaugurale da Miami ai Caraibi nel 2020 e mira ad essere uno dei viaggi più queer-friendly a solcare il mare aperto.

Richard Branson inaugura le crociere LGBTIl nostro scopo in Virgin è quello di cambiare le attività per sempre. Vogliamo avere un impatto positivo sulla vita dei nostri dipendenti e dei nostri clienti“, ha affermato Richard Branson. “Le aziende stanno iniziando a capire di avere ruoli importanti da svolgere nel difendere i diritti LGBTQ, specialmente nei luoghi in cui tali diritti vengono violati. Ciò include l’industria dei viaggi. Questo perchè molti viaggiatori LGBTQ si sentono discriminati o si sentono a disagio quando si trovano in vacanza”.
Certo, il multimilionario non è inclusivo solo per la bontà del suo cuore: naturalmente assicurarsi il pubblico arcobaleno aiuta le sue aziende a prosperare.

Entrando nel mercato delle crociere, Richard Branson ha affermato di non voler semplicemente noleggiare una nave già esistente. Invece ha iniziato a costruire una nave migliore, e nuove verranno lanciate nei prossimi quattro anni, a partire da Scarlet Lady nel 2020.
Con il nuovo design, il 93% delle 1.330 cabine avrà una vista sull’oceano e l’86% avrà balconi privati. Per gli ospiti che cercano un lusso ancora più esclusivo, 78 suite RockStar offriranno un accesso speciale a intrattenimento e ristoranti a bordo. Oltre all’uso esclusivo del Richard’s Rooftop (un ponte appartato con vista magnifica), ingresso al club dei membri privati ​​e trasferimenti da e verso la nave a Miami.

Richard Branson inaugura le crociere LGBTL’imprenditore, i cui molti sforzi filantropici includono l’attivismo ambientale, ritiene che “i valori dei leader aziendali dovrebbero assolutamente avere un ruolo nel modo in cui è gestita un’azienda“. In Virgin Voyages, tale dedizione dimostrerà l’impegno a ridurre gli sprechi.

Tra questi, ad esempio, c’è il divieto la plastica monouso: “lo scopo dovrebbe essere al centro di ogni buon affare. E un leader efficace deve essere la forza trainante di ciò“, ha aggiunto Branson – “volevamo che Virgin Voyages facesse cambiamenti positivi nel mondo. Lo scopo del marchio dietro l’azienda è” Epic Sea Change for All “e” all “include i nostri partner, i nostri marinai, il nostro oceano, le comunità in cui operiamo e il nostro equipaggio“.
Branson intende che la linea di crociera svolgerà un ruolo significativo nel garantire un futuro sano per l’oceano. Per questo ha lanciato una delle flotte più pulite in mare che produce un impatto positivo sulle visite delle comunità e dei porti della Virgin.

Ognuno di noi è responsabile della cura dei luoghi in cui viaggiamo in modo che anche le generazioni future possano scoprirli. Ora che sono nonno, sono più motivato che mai ad assicurarmi che si divertiranno a vedere le meraviglie naturali del mondo tanto quanto me”.
Durante la sua stagione inaugurale, la Scarlet Lady salperà nelle acque dei Caraibi, offrendo agli ospiti la possibilità di itinerari di quattro e cinque notti con un viaggio di Sol Maya di cinque notti a Costa Maya, in Messico. Inoltre il Daze domenicano di cinque notti parte per Puerto Plata, nella Repubblica Dominicana.

Ogni navigazione sarà caratterizzata da una sosta a Bimini, Bahamas. Qui gli ospiti potranno sperimentare il Beach Club di Bimini, dove il menu è stato accuratamente fornito da agricoltori locali.
In un’epoca in cui la sicurezza dei viaggiatori LGBT* è minacciata, è confortante sapere che una linea di crociera tradizionale è dedicata a mantenere le onde amichevoli per tutti.

Condividi