Interviste Stefania Zambrano

Riceviamo e pubblichiamo: “Oltre le Luci di Napoli: Stefania Zambrano e Ciro Grieco Esplorano la Cultura e la Camorra in un Nuovo Documentario”

Share:

Stefania Zambrano, rinomata organizzatrice di Miss Trans Europa e di vari eventi per la comunità LGBTQ+, si cimenta oggi in un ruolo diverso, quello di produttrice del docufilm “La cultura non è camorra”. Il progetto, che ha visto la conclusione di vari racconti il 18 aprile, inizierà a prendere vita con le riprese insieme agli attori, mirando a mostrare la realtà napoletana. Una realtà spesso narrata dai media come profondamente segnata dalla camorra, coinvolgendo anche la comunità transessuale, vittima di questa violenza.

Il documentario si propone di essere un viaggio emozionante e doloroso, destinato a sensibilizzare le nuove generazioni attraverso scene potenti, tra cui quelle della prostituzione. “Questa volta ho toccato un tema molto difficile, ma estremamente rilevante negli ultimi anni sia in televisione che sui giornali”, afferma Zambrano. “Cerco di far comprendere ai giovani che la camorra non rappresenta la nostra cultura.”

Sul set, la produttrice ha voluto fortemente la presenza delle sue Miss, a partire dalla vincitrice di Miss Trans Europa 2023, Raffaela di Andrea, seguita da Magda Mara De Martino, Miss TX Italia 2024, e Sara Finizio, vincitrice del titolo Miss di tutte le Miss del mondo. “Interpretano un ruolo cruciale nel progetto”, dice Zambrano, che con questo film si avventura per la prima volta in questa tematica, dopo anni di studio e preparazione.

Tra gli attori coinvolti nelle riprese vi sono Luca De Matteis, Ciro Guerriero, Lucia D’Orsi e Daniele Guerriero, con Stefania Zambrano e Ciro Grieco attivamente coinvolti nel progetto. Le riprese sono affidate al fotografo Leandro Felicioni.

“Mi sono decisa a mettere in atto questo progetto per creare qualcosa di significativo, che verrà mostrato nei cinema per un periodo limitato”, conclude Zambrano. “È un onore portare queste storie sul grande schermo, sperando di fare la differenza.