Rete Ready: il Comune di Crema dice si!Si può affermare che Crema è un comune LGBT+ Friendly!
Quest’estate infatti ha ingaggiato un influencer per promuovere il turismo Arcobaleno, ma non è tutto. Il Comune di Crema infatti qualche giorno fa ha aderito all’iniziativa nazionale dei partner della rete Ready. Con una delibera è stata quindi ufficializzata la posizione della giunta comunale della città in merito all’omotransfobia. La firma del testo che invita il legislatore ad approvare il disegno di legge Zan insomma parla chiaro. Il disegno di legge prevede l’estensione delle protezioni attualmente in vigore per le etnie e l’orientamento religioso, stabilite dalla cosiddetta legge Mancino del 1993, all’orientamento sessuale. Prevede inoltre di punire col carcere che commette violenza o incita a commetterla nei confronti di un’altra persona sulla base dell’orientamento sessuale.

L’Italia è uno dei pochi Paesi europei a non avere una legge che protegga adeguatamente le persone della comunità LGBT+“, ha detto l’Assessore alle Pari Opportunità Emanuela Nichetti.Ci sono ormai numerose, indiscutibili e purtroppo anche tragiche evidenze che confermano l’urgenza di una legge che preveda misure speciali di protezione nei confronti dei gruppi più vulnerabili e li difenda dai crimini motivati dall’odio, dalle discriminazioni in violazione del principio di uguaglianza, dalle limitazioni arbitrarie e lesive dei diritti fondamentali. C’è bisogno di una legge che preveda anche strategie e azioni di prevenzione che promuovano in ogni ambito la cultura del rispetto e dell’inclusione“.

Anche il Sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, ha commentato questa delibera. “Da questo punto di vista, una legge che tuteli da queste specifiche ed intenzionali violazioni dei diritti le persone LGBT non può che essere un traguardo di civiltà e di consapevolezze. Pertanto ne auspichiamo l’approvazione“.

Speriamo di potervi dare presto buone nuove!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam

Condividi