L’amore ed il sesso hanno bisogno di salute e serenità per esprimersi al meglio.
Molti romanzi hanno trattato vicende che inseriscono l’amore e la sessualità all’interno di epidemie.
Regina Satariano riprende così il titolo del capolavoro dello scrittore colombiano Gabriel Garcia Marquez, premio Nobel per la letteratura, L’amore ai tempi del colera, di cui esiste una apprezzabile versione cinematografica, per richiamare l’attenzione verso alcune valutazioni sulle quali intende ritornare con vigore ed aggiornamenti.
D’altra parte i capolavori letterari che inseriscono l’amore in contesti di drammatiche epidemie sono molteplici, dall’erotico Decamerone del Boccaccio, ai Promessi Sposi del Manzoni, ambientato in quella stessa Lombardia epicentro del Coronavirus.

L’OMS, Organizzazione Mondiale per la Sanità, ha dichiarato la pandemia mondiale per il COVID-19 ed il capo del governo italiano prof. Giuseppe Conte ha emanato misure straordinarie ed eccezionali per il suo contenimento.
Regina Satariano vuole sottolineare come tutte e tutti che  hanno rapporti interpersonali fisici sono una categoria ad ALTO RISCHIO DI INFEZIONE, perciò  consiglia di proseguire gli incontri utilizzando il sistema Web Cam o Skype.
Regina ribadisce che solo un comportamento corretto e consapevole può farci uscire da un periodo buio e drammatico.
Regina Satariano non si limita a dare buoni consigli, ma insieme ad altre organizzazioni sta cercando di trovare soluzioni concrete per le sex workers, che in questo momento si trovano in difficoltà, e di cui, naturalmente poco si parla o si ignorano le problematiche.
Si pensa ad una raccolta di fondi”, dice Regina, “per una categoria che non gode di alcuna protezione e di ammortizzatori sociali, quali la Cassa integrazione e le ferie retribuite”.
Le ragazze di strada sono certamente quelle che in questo momento pagano il disagio maggiore di una situazione che impedisce loro di lavorare, mentre sulle loro spalle gravano impegni, anche economici, verso interlocutori poco comprensivi ed intenzionati a non accettare deroghe.
“Occorre attivare una campagna di solidarietà e come Associazione, prosegue Regina, “prenderemo in esame le proposte per aiutare le persone che non possono legittimamente lavorare e si trovano prive di ogni forma di sostentamento.”
Regina ribadisce l’invito a fermare ogni incontro fisico e di lavorare tramite Cam.
La tecnologia è la sola strada di uscita da questa situazione !
Regina lancia un ultimo appello: “Occorre essere prudenti e restare a casa; chi è priva/o di strumenti per utilizzare la tecnologia Web Cam mi può tranquillamente contattare”.
Un invito da non lasciare cadere nel vuoto! GRAZIE REGINA!

Contatta ASSOCIAZIONE CONSULTORIO TRANS GENERE
per la tua donazione
IBAN: IT 40 U 01030 24804 000001006448

 

Guarda il Video Messaggio di Regina Satariano alla Comunità LGBTQI

cover-video-regina-coronavirus

Inoltre, guarda tutte le video interviste agli attivisti su Il Piccole Magazine Tv.

Condividi