Regina Satariano: Il Consultorio Transgenere, alla ricerca di nuovi orizzonti di benessere per la comunità TransDi nuovo la grande attivista, e precorritrice di tante manifestazioni a favore dei diritti civili, che da 13 anni guida il Consultorio di Torre del Lago, Regina Satariano, continua a lottare e alla ricerca di nuovi orizzonti con il fine di ampliare i servizi che questa istituzione fornisce alla comunità trans della regione Toscana e alle loro famiglie. È importante ricordare che questa organizzazione, da lei presieduta, ha permesso alla regione Toscana di essere e continuare ad essere la prima a realizzare una serie di progetti di cui hanno beneficiato le persone trans nel tempo, e che negli ultimi 13 anni, ha tenuto il passo con i cambiamenti sociali grazie alla collaborazione di altre associazioni che hanno aderito a un lavoro così notevole, come il MIT (Movimento di identità transessuale) di Bologna.

Recentemente Regina Satariano ha partecipato al bando per la selezione di progetti per la costituzione di centri contro la discriminazione motivata dall’identità di genere e dall’orientamento sessuale, al fine di poter migliorare i servizi di tutela, intraprendere nuovi percorsi per dare vita a nuovi progetti, come al recente progetto approvato e concretizzato, la “Casa Rifugio Marcella de Folco“.

Regina ha avuto grandi collaboratori e partecipanti con grandi idee, e sulla base di questo, il Consultorio Transgenere ha presentato un incredibile progetto in cui enunciava aspetti di rilevanza per la comunità trans e le loro famiglie a livello nazionale. Sebbene in effetti il Consultorio attualmente disponga di servizi eccellenti, la popolazione che lo frequenta continua a crescere, quindi è necessario affrontare la richiesta di mantenere la qualità di tali servizi e andare avanti in una lotta che molti continuano a ignorare, e che altri si includono per aiutare.

Regina Satariano: Il Consultorio Transgenere, alla ricerca di nuovi orizzonti di benessere per la comunità TransMartedì 13 aprile ha presentato all’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale), grazie all’attivazione del Ministero delle Pari Opportunità, e del rispettivo Assessore del comune di Viareggio, questo progetto volto a rafforzare strategie di cura integrale per le persone LGBT, soprattutto volto alla popolazione trans, al fine di potersi unire al suo fianco, e far sì che un’iniziativa così eccellente sia approvata dal Ministero delle Pari Opportunità e quindi procedere a dare vita a nuovi traguardi fissati nel tempo, in un’ottica di futuro. Nell’incontro virtuale in cui è stato presentato questo progetto, è necessario sottolineare l’accoglienza molto positiva da parte delle organizzazioni regionali e della stessa comunità di Viareggio attraverso il suo consulente-assessore, un fatto che è un grande passo avanti in un’ottica di progresso e conquista dei diritti della popolazione LGBT, e della rivendicazione e rispetto dei diritti della comunità transgender nazionale e immigrata. Questo progetto infatti si rivolge a tutte le persone senza distinzione di razza, etnia, religione o condizione sociale, mantenendo così lo spirito della missione e visione del Ministero delle Pari Opportunità e dell’UNAR.

Regina Satariano: Il Consultorio Transgenere, alla ricerca di nuovi orizzonti di benessere per la comunità TransSuccessivamente, il 14 aprile, Regina Satariano ha partecipato a quello che è stato un incontro con le Sexworkers Regionali. Si tratta di una popolazione che continua ad essere soggetta a discriminazioni, senza riconoscimento da parte dello Stato, e una serie di flagelli che continuano ad influenzare negativamente la qualità della vita di chi esercita questa professione e che ha bisogno di essere presa in considerazione seriamente.

Regina Satariano: Il Consultorio Transgenere, alla ricerca di nuovi orizzonti di benessere per la comunità TransCosì, dopo 13 anni di duro lavoro, conquiste, successi e tanta collaborazione congiunta, il Consultorio Transgenere in Toscana continua a restare, ponendo sempre una pietra miliare ed un esempio per le altre regioni d’Italia, essendo allo stesso modo un esempio ed un icona di organizzazione in molte parti del mondo grazie a quella sfera di attenzione sociale a 360 gradi a favore della comunità trans.

Regina Satariano continua ogni giorno ad affrontare la lotta per i diritti della comunità trans, a dare esempio di tenacia, impegno, dedizione, lavoro e disciplina, oltre che trasparenza e continuità. Del resto le grandi iniziative meritano di essere riconosciute non solo dalla società, ma dallo Stato stesso attraverso le sue entità, e quindi servire da esempio a tutti i componenti della società stessa, governi e molte altre associazioni. Alla fine va sottolineato che il bene comune si traduce in Benessere Sociale, qualcosa che tutti desideriamo soprattutto in questi tempi difficili.

Noi de Il Piccole Magazine siamo orgogliosi di presentare iniziative del genere e di poter rendere visibile al mondo questa magnifica notizia e dedicare la copertina di questo articolo a Regina. Congratulazioni e complimenti!

Inoltre guarda subito tutte le video interviste alle attiviste qui!

Condividi