Abbiamo raggiunto telefonicamente NAOMI ANGEL, per una intervista che immediatamente si è trasformata in un fiume di pensieri ed una cascata di parole, che ha rotto ogni argine posto dalle domande. Così, vi proponiamo ogni argomento proposto direttamente da Lei, come dalla sua viva voce.

15909790_1197898976946337_896275932_n

“Ho iniziato a frequentare le discoteche prima come cliente e poi ho ricevuto un ingaggio per iniziare a lavorare al loro interno, quando avevo appena 15 anni.
Ho fatto i primi concorsi con Safira Bengell e sono stata finalista “Miss Trans Universo 2001”.
Faccio parte di questo mondo dal 1994 ed a quel tempo erano richieste prestazioni molto elevate.
Attualmente lavoro a Genova all’interno dei locali.
Nel nostro mondo si tende ad essere molto critiche verso le altre, ma anche verso se stesse.
Eppure dovremmo essere unite per affrontare discriminazioni e omofobia, mentre c’è una tendenza a non essere unite ed andare in direzioni diverse.
La solidarietà dovrebbe essere una costante e non un fatto accidentale e di comodo.
Negli anni in cui ho iniziato i cachet erano molto buoni e si lavorava tutte le sere, mentre ora l’attività si è ridotta ai soli venerdì, sabato e domenica.
Ho fatto una apparizione su Canale 5, all’interno della serie TV “48 ore”,  con Claudio Amendola e Alessandro Giannini, ed anche su “Giallo 1”.
Alessandro Calza, direttore artistico del locale “Virgo” di Genova, con cui collaboro, ha accolto il mio suggerimento ed ha deciso di FESTEGGIARE IL MIO COMPLEANNO il 7 gennaio, con uno SPETTACOLO DI APERTURA, che mi vede protagonista, ma non mancheranno anche molti ospiti speciali, tra loro Stefany Simpson, Ursula Scavolini, Alinny Batista, Alina Aarion, Sara De Versace, Beatrice Andrade, Driely Peron, Elke Vieira, Tiffany Rossi, Sibilla Baiana, Miss Carey Camargo. Inoltre, la festa avrà una straordinaria presenza nello staff di “il Piccole magazine” che effettuerà un servizio speciale, che apparirà sul loro sito.

15909888_1197899136946321_1100885488_n

Personalmente cerco di essere presente a tutti i concorsi a cui sono invitata, perché sono molto legata alle persone che sono cresciute con me.
Le mie maestre, nel mondo dello spettacolo, sono Marcinha Do Corinto e Stefany Dias.
Vedo che piano, piano, stanno avvenendo dei cambiamenti, anche se, in Italia, sono molto lenti.
Occorrerebbe  lavorare sull’educazione scolastica e trasmettere tanti insegnamenti ai bambini.
Certamente, è un momento molto nervoso a causa delle crisi economica, che toglie tanta serenità.
Sono di origine Anglo/giamaicana/cinese; vivo in centro a Genova e non ho mai avuto difficoltà in questa società, perché, in primis, ho saputo vivere adeguatamente le regole di questo contesto.
Voglio ringraziare i miei genitori e mia sorella Stefania; loro hanno sempre compreso la mia situazione  e penso che verrà un momento nella vita in cui anch’io mi dedicherò interamente alla famiglia. Inoltre, vorrei sottolineare anche in questa circostanza, tutto il mio amore per le adorate nipoti Ambra e Giada. Io sono stata adottata a 4 anni e dalla famiglia ho ottenuto ogni protezione, mentre ho visto altre lottare duramente senza alcun aiuto.
Credo che la coerenza sia un valore importantissimo ed insieme al rispetto per chi ha fatto la storia, siano le fondamenta di ogni personalità degna di ammirazione.
Ricordo le trans che mi hanno preceduto, considerate delle celebrità della notte.
Sono state loro a lanciare l’immagine dell’eleganza trans, fatta di vestiti firmati e grande cura della persona; a loro mi sono positivamente ispirata.
Queste madrine storiche hanno dato alle nuove leve le immagini di figure positive da prendere come esempio ed hanno suggerito comportamenti che sono basati sul rispetto.

15878636_1197898720279696_1170924408_nIn merito ai concorsi, ritengo che non vada premiata solamente la bellezza, ma si debba tenere conto anche del portamento e comunque tutte le concorrenti sono, a vario titolo, vincitrici.
Nella mia crescita mi sono sempre ispirata alle persone che hanno fatto la storia del mondo trans, anche se le imperfezioni aiutano a crescere e dagli sbagli c’è sempre molto da imparare.
La vita non è mai una strada diritta: è fatta di curve e di sali/scendi.
La mia storia iniziò una sera, in cui mi trovai con amici ed andammo a Milano. Incontrai delle ragazze trans che mi raccontarono la loro storia e come si trasformarono.
Feci la cosa di impulso ed appena raggiunta la maggiore età mi feci subito il seno e cambiai il nome.
Nel percorso della vita sono molti i conoscenti ma pochi gli amici reali; per comprenderlo è dovuto passare molto tempo, nel contempo cambiano interessi e bisogni.
E’ vero che tutte le persone ti possono insegnare qualcosa, anche quelle più giovani. Ho amici di tutte le religioni, anche se il rapporto verso alcune culture risulta alquanto complicato, ma tutto si deve basare sul rispetto. Se posso dare un suggerimento, consiglio di aprirsi mentalmente e di avere rispetto per tutti. La crescita culturale consiste nel guardare le cose da più punti di vista ed evitare che il giudizio sia un atto assoluto.
Le persone dovrebbero soffermarsi maggiormente nell’aiuto e nella comprensione evitando l’ipocrisia del solo giudizio.
Concludo dicendo che amo molto le discoteche con animazione, come il “Muccassisina”.
Infine, ringrazio Mimmo Roselli, Alfredo Biagini e Matteino.

Inoltre, un caro pensiero e ringraziamento per Alessandro Calza, Datvila Vj, Alex Marte, Jenny Tamarò e Eva Solari Cristina Del Diva, Antonio Armento, Riky Zeck, Betta e Pam.

Questi i miei motti: “c’è un età per tutto; bisogna ragionare sulle cose; mi piace avere pareri”.
Ho fatto per 5 anni la Miss Liguria trans ma purtroppo in Italia mancano molte persone che credono in noi; per questo ringrazio “PICCOLE TRASGRESSIONI” per esserci sempre stato vicino e pronto a dare una mano”.

Non occorrono commenti alla figura di NAOMI ANGEL, ma alcuni attributi li vogliamo spendere:
CHIARA, SCHIETTA, ESUBERANTE, TRAVOLGENTE, nata sotto il segno del Capricorno, mitico animale marino con il corpo di serpente e la testa di ariete, esce dal mare di Genova con la potenza della dominatrice.

Salva