Abbiamo incontrato per voi Ornella Najah, bellissima transex brasiliana attualmente residente a Montecatini Terme ed ora in tour a Cuneo, in Piemonte. Attentissima ai dettagli e alla perfezione estetica, Ornella ci ha parlato di se e della sua vita.

Ciao Ornella, allora, ti va di presentarti ai nostri lettori?
Ciao a tutti voi e grazie di questa intervista. Sono una trans e vengo dal Brasile, da Rio de Janeiro. Sono in Italia da diversi anni e mi trovo bene, è diventata una parte di me. Comunque, sono laureata in Pedagogia e sono anche truccatrice professionista…oltre che “girl” ovviamente!

Quando è iniziato il tuo percorso di transizione? Come lo hai vissuto?
E’ iniziato verso i 15-16 anni, ero già super femminile fin da piccola, ma non avevo malizia. Un’amica infermiera ha iniziato a darmi gli ormoni e così è iniziato tutto. La mia famiglia era un po’ ansiosa, per via dei pericoli pensavano potessi correre allora, comunque mi hanno accettata tranquillamente. Anzi, mia zia in particolare mi ha dato preziosi consigli.

Sembra che tu abbia una famiglia molto unita, è bello.
Si, sono cresciuta in una famiglia di tutte donne, siamo sempre state legatissime tra noi. Ogni volta che torno in Brasile è una gioia incontrarci.

Che cosa ti piace fare nel tempo libero?
Mi piace esibirmi in spettacoli di ballo e lavorare in teatro, questo lo facevo soprattuto in Brasile, qui in Italia è un passatempo. Poi, adoro gli animali, ho l’abitudine di viziare sempre quelli delle amiche (ride). La mia vera passione però è il mio lavoro, a cui dedico gran parte del mio tempo.

Ti piace molto il tuo lavoro? Come hai iniziato?
Nell’insieme mi piace: io offro un sogno, una fantasia. Mi piace essere utile, servire, in un certo modo. Ho iniziato per curiosità, grazie ad un’amica che conoscevo quando facevo teatro: lei mi ha detto che si guadagnava bene, quindi mi sono detta “perchè no” proviamo!

Quali pensi che siano le tue caratteristiche migliori? Cosa piace così tanto di te?
Oltre alle caratteristiche fisiche, io curo tantissimo anche la pulizia, sono sempre curata. Io offro un servizio e mi presento sempre al massimo: garantisco la massima qualità.

Si nota che ci tieni tantissimo.
Si, sono pignola e molto organizzata di carattere. Anche quando mi sposto, cerco sempre di abbellire il posto dove vado, magari con fiori o altro. Chi mi viene a trovare deve trovarsi bene, esattamente come me.

Una cosa che non ti piace del tuo lavoro, c’è?
Certo. Non sopporto le persone sporche e la mancanza di rispetto. Sai, chi passa lascia sempre un segno, buono o cattivo: purtroppo, quelli che a volte lasciano brutti segni sono diversi. Poi, mi rompe le scatole chi chiede sconti e i rapporti non protetti, io non lo faccio mai! E’ una questione di volersi bene.

Bravissima, proteggersi è importante. Che tipo di clientela ti contatta solitamente?
Premetto che non lavoro con coppie, donne e stranieri, solitamente mi contattano uomini in cerca di compagnia, non solo di trasgressione. Cercano qualcuno con cui rilassarsi e liberarsi dallo stress di ogni giorno. Spesso arrivano anche uomini molto timidi, che magari fanno fatica ad aprirsi con chi conoscono: è più facile confidarsi con gli estranei, a volte gli amici ti fregano.

Che obiettivi hai nella vita?
Star bene, essere serena, felice, avere la tranquillità e la salute, con quelle si va avanti ovunque.

Infine, con la tua professione ne avrai viste di cotte e di crude. Ti va di condividere con noi un episodio curioso che ti è accaduto?
(ride) Una volta mi è capitato che un uomo mi ha chiesto di salire a ballare la samba sul suo petto, a patto che indossassi tacchi a spillo altissimi. Lui era di un felice pazzesco, più aveva male più era contento, io ero un po’ imbarazzata invece…l’ho trovata una situazione piuttosto singolare ma alla fine mi sono anche divertita. Il mondo è bello perchè è vario!

Salva

Salva