Che le webcam siano in grado di far avvicinare le persone facendole sentire più vicine nonostante i tanti di chilometri di distanza non è affatto un segreto. Negli ultimi mesi, a causa del COVID-19 e tutte le restrizione che ha portato, abbiamo imparato quanto sono importanti e utili.  In effetti si tratta di strumenti che possono migliorare la nostra routine quotidiana in una maniera piuttosto semplice e immediata.

Nuove esperienzeL’ho capito da solo dopo che ho provato a usare una webcam per svolgere delle esperienze sessuali uniche nel loro genere. Quella specie di esperienze esclusive che sono state in grado di cambiare completamente il mio punto di vista sulla questione. Finalmente ho capito che è possibile vivere l’erotismo in modo semplice anche tramite computer. Con delle donne vere.

Il tutto è iniziato quindi nel pieno periodo della quarantena, quando la noia era alle stelle e bisognava in un modo o nell’altro trovare una vita d’uscita dalla routine. Nonostante la mia diffidenza nei confronti dei vari siti e portali erotici non ho proprio potuto fare a meno di curiosare un pochino su un portale webcam famoso.

Comunque non pensavo di poterci incontrare qualcuno d’interessante. Credevo, – e ne ero anche completamente certo, – che erano quel tipo di posti frequentati unicamente dalle persone troppo libere e svogliate. Quelle che non sono per niente interessanti, donne superficiali, per così dire. Eppure quando conobbi lei ci cascai praticamente subito innamorandomi di quella donna in modo completo e totale. Senza esagerare posso dire che era una specie di divinità della bellezza per me.

Aveva un corpo sensuale, sexy, incredibilmente tonico e ben formato. Era un corpo di quelli che non potevi semplicemente ignorare. Non potevi dire qualcosa tipo “ok va bene” e andare oltre. Alessandra godeva di forme a dir poco incredibili; quelle forme che ti facevano restare a bocca aperta.

Fui io a iniziare la conoscenza, anche perché, come potete ben capire, ero incredibilmente curioso di scoprire di più su quella donna. Era proprio per questo che desideravo lasciarmi alle spalle tutto lo stress legato alla quarantena e possibilmente andare oltre. Scrivendole per primo non mi aspettavo mica che mi rispondesse. Ero sempre stato un po’ bruttino e di certo non mi consideravo alla pari di una persona che potesse rimorchiare così facilmente delle donne bellissime.

Nuove esperienzeEppure la quarantena sembrò sconvolgere le carte in tavola inviando le proprie correzioni. Fondamentalmente ci riuscii pure, perché la bellissima Alessandra mi rispose praticamente subito a quel primo contatto. Mi salutò e da allora capii che la mia vita non sarebbe mai più stata la stessa. Tutt’altro: capii che era cambiato qualcosa, che avevo attraversato una sottile linea rossa. Era una sensazione abbastanza strana, sapete. Una di quelle che non avevo mai provato prima di quel momento della mia vita.

E anche se all’inizio non capivo proprio se ho fatto bene oppure male, la realtà è che passarono pochi giorni che ero già tutto preso da quell’esperienza a metà magica e a metà mistica. Forse perché non avevo mai vissuto niente di simile prima d’ora. Era una sensazione di quelle che, davvero, non so trasmettere a parole. Ci divertimmo comunque un sacco; provammo in chat quello che, forse, non saremmo mai riusciti a fare nella vita reale proprio per via di una certa sensazione di timidezza per entrambi.

Lei non era mica una principiante comunque; quello ero io. Ma in chat ci sentivamo molto liberi entrambi, tanto che ci sussurrammo delle bellissime parole e restammo magicamente affascinati l’uno dell’altra. La possibilità di spostare il tutto nella vita reale non era altro che solo una questione di tempo. Prima o poi quel momento sarebbe comunque arrivato. Io lo capivo e non mi sbagliavo. Anche perché il sesso via videochat è sicuramente magnifico, ma quando si tratta della vita reale, quando si vogliono percepire quelle magnifiche sensazioni sulla propria pelle, si capisce che solo la carne e i suoi piaceri è importante.

Per questo ci mettemmo d’accordo su un incontro nella vita reale. Abitando nella stessa città, difatti, era normale che prima o poi sarebbe arrivato quel momento in cui finalmente avremmo potuto provare le stesse cose nella realtà.

E fu magnifico. Ci incontrammo senza troppi problemi e finalmente siamo riusciti a toglierci più di qualche sassolino dalla scarpa. Senza alcuna timidezza, senza pensare alle possibili conseguenze. Già il primo giorno abbiamo fatto una magnifica esperienza di sesso anale che è piaciuto incredibilmente a entrambi. Me la ricordo ancor oggi: bellissima, con una lingerie sexy che mi faceva arrapare soltanto a vederla. Arrotondava ulteriormente le sue forme facendola sembrare una fotomodella.

Nuove esperienzeQuel giorno le tolsi dal corpo tutta la biancheria che aveva; le tolsi tutto facendola restare nuda. E la presi per le chiappe, cosa che le piaceva moltissimo. Mi disse che avrebbe voluto un vibratore per stimolarsi, ma a cosa le serviva? Aveva uno come me che voleva semplicemente romperla provando il sesso in tutte le sue forme. Né facemmo a meno, ma usammo comunque un lubrificante per penetrarla meglio… E sapete? Fu una di quelle esperienze incredibili che piacquero moltissimo a entrambi. Una di quelle esperienze che ci permisero di guardare a tutta la questione da un punto di vista diverso. Non potemmo proprio fare a meno d’incontrarci vari altre volte dopo.

E quelle volte provammo del sesso orale. Bisogna dire che non solo succhiava come una maestra, ma amava persino ingoiare tutto lo sperma, fino all’ultima goccia. Lei amava succhiare, ma amava tantissimo anche quando le facevo cunnilingus. Era una cosa che la faceva ansimare, godeva tantissimo e bisogna dire che piacesse molto anche a me. Non so perché era una cosa che mi faceva vedere il sesso da un punto di vista diverso.

Ovviamente non mancò anche il sesso tradizionale, una specie di cosa che volevamo vivere insieme in egual misura. Una sana scopata non piaceva proprio a tutti e due. Prima di tutta quell’esperienza avevo usato una specie di sviluppatore del pene e sapete cosa? Non me ne sono pentito. Sono stato in grado di darle delle soddisfazioni sessuali a dir poco incredibili, tant’è che molto presto venimmo entrambi.

Ciò che in un primo momento vedevamo solo come una specie di hobby per ammazzare il tempo, ben presto divenne per noi un’occupazione frequente. Iniziammo anche a usare vari sex toys e bisogna dire che riuscirono ad apportare una nota positiva in più alla situazione. Non ci dimenticammo di usare l’igienizzante per i sex toys e al contempo la cosa ci aiutò moltissimo a sentirci più liberi e svogliati. Tornammo a essere giovani, volenterosi, di andare oltre nonostante tutto.

Leggi subito tutte le altre storie erotiche, clicca qui!

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam

Condividi