Milano, si sa, è una delle città più friendly d’Italia. E’ stata la prima ad avere un quartiere LGBTQ* (Porta Venezia), ha un suo festival del cinema e sul territorio conta più di 25 associazioni a tema.
La sua apertura verso la comunità arcobaleno non si ferma qui: nel Maggio del prossimo anno ospiterà la 37ma edizione della convention annuale di Iglta (International Gay & Lesbian Travel Association) all’interno del progetto Milano Loves You al Castello Sforzesco, con centinaia di tour operator, giornalisti e influencer provenienti dal tutto il mondo.

Milano: nel 2020 la più importante convention del turismo LGBTIl Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha dichiarato: ospiteremo nel 2020 la convention mondiale del turismo LGBTI perché Milano è considerata gay friendly al pari di altre grandi città del mondo e non farà nessun passo indietro sul tema dei diritti civili, semmai saranno solo passi avanti.

E ha proseguito: si è tornati a parlare di questo argomento e con convinzione, proprio in occasione della presentazione del Diversity Media Report, che ci illustra come la società civile stia cambiando proprio in riferimento a queste tematiche. Per questo, mi sento di ribadire il nostro impegno e la nostra partecipazione all’affermazione di diritti che sono per noi, senza distinzione, diritti di tutti”.

A favore della convention si è espresso anche il  giornalista Alessandro Cecchi Paone”…è uno strumento per garantire integrazione e convivenza pacifica ma anche uno straordinario volano economico. La categoria LGBT+ viaggia, spende ed è trend-setter. A livello mondiale è un turismo da tre miliardi di dollari e sono in crescita costante i paesi gay-friendly. Un esempio della spinta economica e sociale del turismo LGBTQ+ è Tel Aviv, che è diventata una delle città più visitate al mondo ed è l’unica nel Medio-Oriente ad avere un gay Pride. L’Italia è tra i pochi paesi che non investe in questo tipo di turismo e quindi Milano come prossima città ad ospitare una convention Iglta è una cosa clamorosa perché da’ un segnale al resto del paese, lancia il messaggio che questo tipo di turismo va sostenuto“.

Appuntamento dunque al 2020, Piccole Magazine continuerà a tenervi aggiornati su questo importante e bellissimo evento.