Vincitrice del Miss Trans Italia 2014

Abbiamo intervistato per voi Melissa Bianchini, bellissima vincitrice di Miss Trans Italia 2014 per la sezione Sudamerica e promettente volto televisivo e cinematografico.

Ciao Melissa, grazie dell’intervista, ti va di raccontaci un po’ di te?
Ciao e grazie a voi. Ho 28 anni e vivo a Roma con i miei genitori, da cui sono stata adottata, siamo una famiglia unita e felice.
Lavoro da qualche anno come parrucchiera e truccartrice qui a Roma e mi esibisco nei locali.
Son residente tutti i venerdì come spettacoli alla storica discoteca Muccassasina e in più sono la vocalist alla serata commerciale. Sono anche un’artista circense. Nel 2014 ho vinto il titolo di Miss Trans Italia per la sezione Sudamerica.

A proposito di quel concorso, che ricordo hai di quel giorno?
E’ stato molto duro e faticoso arrivare fino li, prima ho dovuto passare una selezione che ti permetteva poi di accedere al concorso vero e proprio.
Dietro c’è stata una preparazione non indifferente, io e una mia amica abbiamo preparato da sole il vestito da sera per la sfilata, io l’ho cucito e lei ha ricamato sopra tutte le pietre.

Era il primo concorso a cui partecipavi?
Si, primo e unico (ride). Essendo il mio primo concorso ero molto nervosa ed agitata, c’erano tante concorrenti e non pensavo assolutamente che avrei vinto. Quando però è successo è stata una grandissima emozione e soddisfazione. Ho sentito una grande carica. I concorsi fanno venire voglia di tirare fuori il meglio di te.

Che caratteristiche deve avere per te una vera Miss?
Soprattutto deve avere il carisma, deve comunicare qualcosa al pubblico. Soprattutto, bisogna essere se stessi, umili e con i piedi per terra e passare al pubblico quello che sei veramente. Non sono una persona costruita.

Ti senti una Miss solo sul palcoscenico o anche nella quotidianità della vita?
Nella vita privata sono una persona molto tranquilla, anche spiritualmente. Ho sempre lavorato e mi sono sempre data da fare. Ho una vita molto serena, senza troppe preoccupazioni, questo anche grazie all’educazione che ho ricevuto e alla mia indole.

Cosa ti piace di più quando partecipi ad un concorso?
Mi piace tantissimo il dietro le quinte, perchè mi diverte star li a preparmi, truccarmi, farmi i capelli…e poi c’è il momento della sfilata, sempre emozionante.

Cosa influenza e colpisce maggiormente la giuria di un concorso?
Nel mio caso credo abbia influito anche la mia personalità, sono allegra, disponibile e quando posso aiuto. Il comportamento in generale è molto importante. Devi sapere che anche dietro le quinte ci sono persone della giuria in incognito che ti guardano, anche li valgono i punti. Loro guardano se il tuo comportamento è vero anche al di fuori del palco, dove puoi anche indossare una maschera. In più, ovviamente, serve avere familiarità col palco ed eleganza.

Sappiamo che sarai presente al prossimo concorso di Miss T World…
Si, parteciperò a Miss T World prossimamente, mi esibirò con tre spettacoli, dei quali uno sicuramente sarà un rifacimento di una canzone di Beyonce, la adoro, è la mia musa ispiratrice.

Hai detto che hai partecipato solo a Miss Trans Italia e poi basta, perchè?
Concorsi non ne ho più voluti fare perchè quando vinci c’è sempre qualcuna che non accetta il verdetto e cerca poi ci crearti dei problemi. Queste cose a me non piacciono e quindi ho smesso. Bisognerebbe partecipare con il giusto spirito, nell’ottica che non è detto che si vince per forza.

Chi ti ha accompagnata al primo concorso?
Mi avevano accompagnata il mio papà e il mio ex fidanzato. Loro mi hanno molto sostenuta, sono stati una colonna portante, anche perchè, come dicevo, ero molto agitata, in quella circostanza.

Svelaci qualche tuo progetto per il futuro.
Allora, da 2 anni sono iscritta qua a Roma in una accademia di recitazione. Ho appena finito di girare un film americano con il regista Hoffman, che ha vinto premi molto importanti..il titolo però non posso dirlo per obblighi contrattuali.
Inoltre, ho in progetto una fiction sulla Rai che uscirà verso novembre, anche questo titolo per ora è segreto, però… (ride).
Nel frattempo, continuo con i miei spettacoli, sono artista circense, faccio i giochi col fuoco e mi esibisco anche con i tessuti aerei (in pratica faccio evoluzioni di danza appesa a dei drappi sospesi). Inoltre, continuo a realizzare i miei costumi, sono in costante movimento!