Mariasole è una bellissima escort italiana, di grande cultura, fascino ed eleganza. Abituata a frequentare il jet-set, abbiamo chiacchierato con lei a proposito di come è vivere nel dorato mondo delle accompagnatrici di lusso.

Buongiorno Mariasole, ti va di raccontarti ai nostri lettori?
Buongiorno a voi. Mi presento: ho 27 anni e sono siciliana. Nella vita, mi occupo di fotografia, immagine e faccio la escort di alto bordo.

Come hai iniziato questa particolare professione?
Quando avevo 20 anni ho iniziato a fare la ballerina nei nightclub (locali notturni) e ho avuto modo di conoscere molta gente interessante. Da lì a ricevere proposte interessanti il passo è stato breve, ho preso “il giro” in fretta.

Che caratteristiche deve avere per te una brava escort?
Innanzitutto, bisognerebbe far lezione a tante ragazze che oggi si improvvisano escort, senza di fatto esserlo. Una vera escort è una persona di una certa cultura, molto curata ed elegante, che sa parlare le lingue straniere, molto precisa e puntuale negli incontri.


Dicevi che oggi ci sono molte ragazze improvvisate. Vuoi spiegarci meglio?
La “girl” riceve in casa, non accompagna chi la contatta negli spostamenti. Il rapporto è molto più “spiccio” e si esaurisce solitamente dopo l’incontro.
Una escort invece, accompagna chi la contatta ad eventi, viaggi, cene…è una sorta di compagna a tutto tondo che travalica il mero fine sessuale.

Il tuo settore è stato toccato dalla crisi o si lavora sempre bene?
Ahimè, è stato decisamente toccato dalla crisi, probabilmente perchè ormai sono in troppe a voler fare questa professione senza avere i requisiti adatti. Una escort di alto livello, come me, non scende mai sotto una certa cifra. Permettersi la mia compagnia non è per tutti.

Tu comunque sei una delle escort più famose d’Italia, avrai i tuoi contatti fidelizzati. Cosa cercano da te, prevalentemente?
Si certo, ho clienti fidelizzati. Sai, gli uomini che si rivolgono a noi non si possono definire troppo “leoni da letto”, per mia esperienza. Sono passionali ma sono quasi dei fidanzati storici, vedono nelle escort quasi una compagna quando ci si incontra.

Quale è la parte più interessante del tuo lavoro?
Sicuramente è conoscere belle persone, di un certo ceto sociale, di una certa eleganza e cultura. Si tratta di uomini che sanno come star insieme ad una donna: sono generosi e ti portano in bei posti.
Un altro aspetto che mi piace è che devo essere sempre in forma e curata: è un lavoro che ti porta a non trascurarti mai, lavorando a certi livelli è così.

E’ tutto rose e fiori, quindi?
No (ride). Non mi piace quando l’uomo, anche se benestante, non si cura a livello igenico ed estetico e purtroppo succede. La cura personale non è mai scontata, purtroppo.


Con che tipo di clientela lavori, principalmente?
Uomini, tantissimi ragazzi giovani. Ma anche tante coppie, storiche e non. So lavorare bene con loro e sono in grado di stare in armonia ed equilibrio sia con lui che con lei. Bisogna essere molto professionali, per non scatenare gelosie. Le coppie che chiedono la presenza di una seconda donna sono in aumento.

Curioso. Come mai?
Perchè è noioso stare in due. Inoltre, le tendenze sessuali per le donne si stanno spostando verso altre donne, così come gli uomini vanno sempre più verso gli uomini. Sono tanti quelli che vogliono rapporti anali e chiedono di riceverli da donne perchè ancora si vergognano di manifestare il loro desiderio reale. In generale, stiamo diventando tutti una stessa cosa, uomo o donna non importa, c’è una fluidificazione dei sessi sempre più evidente.

Ti vedi escort per sempre oppure…?
Spero di smettere. Avevo chiuso 5 anni fa per amore, ma ora ho ricominciato. Nel frattempo mi dedico anche ad altro e ho come obiettivo quello di aprire un portale di lusso sul web, rivolto ad una clientela altolocata, che darà informazioni sui migliori ristoranti, alberghi, luoghi da visitare. Per ora è un progetto ma ci sto lavorando seriamente per concretizzarlo il prima possibile.

Grazie ed in bocca al lupo per tutto!