L’attaccante argentina Mara Gomez, 22 anni, è la prima donna transgender a giocare nella Serie A. Con una foto pubblicata da lei sui social media e subito diventata virale, ha dichiarato che si unirà alla Primera Division argentina, avendo firmato con la squadra Villa San Carlos.
Il suo nome è destinato ad entrare nella storia del calcio argentino e internazionale perché è appunto la prima volta che una donna trans gioca in un torneo ufficiale argentino FA. Mara Gomez ha dichiarato al quotidiano El Dia che: “in tutte le società in cui ho militato non mi sono mai sentita esclusa. Il calcio mi ha aiutato a cambiare la mia sessualità e la mia personalità e sono stata trattata bene in ogni club per cui abbia mai giocato”.

Gomez proviene dal club argentino Malvines, che gioca in una lega regionale amatoriale. Lì, si è guadagnata il nome di miglior marcatrice del club e due volte è stata nominata campionessa del campionato.
Villa San Carlos, invece, deve ancora vincere una singola partita dopo aver perso le prime nove e sono in fondo alla classifica con un punto dopo un pareggio per 2-2 contro il Social Atletico Television. La loro prossima partita si svolgerà il 9 febbraio contro i table-toppers Boca Juniors e vedremo se l’acquisto della più che promettente Mara Gomez porterà loro fortuna e aiuterà a scalare le vette della classifica. Fin da subito la notizia del suo ingaggio si è diffusa in tutta l’Argentina e ha aperto il dibattito tra contrari e favorevoli all’inserimento di una calciatrice trans in un torneo dedicato alle donne.

Noi, intanto, ci congratuliamo con la neo-giocatrice di serie A per il riconoscimento ottenuto, un ulteriore passo in avanti verso l’abbattimento dei muri della discriminazione e siamo sicuri che ci metterà tutto il suo entusiasmo e tutta la voglia di lasciare il segno in questa nuova e importante avventura professionale.

Condividi