Il bambino della Vergine è attaccatissimo alla famiglia nella quale si muoverà con ordine, serietà e diligenza, responsabilità e senso del dovere.
Lui conta sulle proprie forze e non attende aiuti da altri; anzi, avvertendo l’insufficienza delle proprie capacità comunicative, creerà dei ponti aiutando gli altri.
L’uomo della Vergine è sempre pronto a fare “un piacere”, concedendo anche l’aiuto economico e questo per lui è tantissimo, perché attento al denaro.
L’unione per lui è un passo calcolato sulla base di motivi pratici; tutto deve rispondere a regole di economia, perché della miseria ha il terrore.
Alcune unioni dei nati in questo segno vengono distrutte dall’attaccamento al denaro e dai continui brontolii che avanza verso la compagna ed i figli per problemi economici.

Le cose possono andare bene con una donna di forte personalità, capace di organizzarsi e che sa infondergli sicurezza quando cade vittima di angosce; inoltre, questa compagna deve sapere affrontare le sue continue critiche con umorismo; diversamente, nulla reggerà.
Il lavoro è l’autentica passione dell’uomo della Vergine, che in esso scarica ogni mania e dimostra quanto vale.
E’ dotato di intelligenza, capacità organizzative e serietà professionale: lavora per guadagnare e per affermarsi, affermando quella superiorità che gli manca negli affetti.
Nel lavoro batte tutti per capacità, dedizione ed anche pignoleria.
Il lavoro viene prima di ogni altra cosa, poi c’è il resto.
La sua tendenza a programmare tutto in anticipo, a calcolare, a fare statistiche, lo salva da sorprese sgradevoli.

Queste sue qualità possono diventare un limite che gli impedisce di arrivare troppo in alto; non rischia ed allora finisce per dirigere nell’ombra, senza essere il capo.
L’uomo Vergine può avere contemporaneamente diverse attività, ma in ogni caso, parte dai dettagli per costruire l’insieme.
Una sua caratteristica è l’evoluzione di ciò che fa, percorrendo lentamente una scala di crescita, ma ciò che gli riesce meglio è nei mestieri che richiedono calcoli precisi, tecnici.
Una morbosità dell’uomo Vergine è il senso di rivalità nei confronti dei propri colleghi o collaboratori.
Quest’uomo non ha una salute di ferro; si occupa continuamente del proprio fegato, delle sue emicranie, della vitalità che vorrebbe sempre maggiore.

La sua resistenza alla fatica è di origine nervosa: è decisamente un neurovegetativo.
Essendo un realista sa dosare con metodo quanto gli è necessario per vivere..
E’ un igienista, ama il potere della medicina, sa essere moderato nel mangiare e cerca di resistere al bere, che è un suo punto debole.
A volte diventa bevitore per vincere la pressione bassa ed il suo cattivo umore.
Soffre di disturbi gastrici e tutto l’apparato digerente è delicato.
Esiste una spiccata tendenza ai disturbi nervosi determina da una costante preoccupazione per l’avvenire, spesso priva di fondamento.
E’ l’ansia per il domani, perché, in fondo, non tutto è programmabile e calcolabile con certezza assoluta.
Purtroppo, l’esaurimento nervoso è un disturbo che molti uomini della Vergine finiscono per incontrare.