che colpisce maggiormente in lui è la tendenza a dire una cosa e farne un’altra.
La parola è il suo “imperativo agire” e con questo l’azione viene tralasciata; per cui produce diffidenza perché tra il dire ed il fare … c’è in mezzo il mare.
Il Gemello non va mai troppo in profondità e la ragione risiede nel fatto che ha troppi interessi.
E’ spiritoso, ha un eccezionale senso umoristico ed è un osservatore acuto e brillante.

Il suo spirito di adattamento gli consente di trovarsi a suo agio in qualsiasi compagnia e gli consente di avere tante conoscenze, ma pochi autentici amici, gli manca la costanza per coltivare l’amicizia.
Il Gemello ha una intelligenza intuitiva e rapida, che gli consente di comprendere l’opinione altrui prima che venga esternata.
Questo è un grande vantaggio, ma spesso si trasforma in una carenza, perché lui sovente finisce per aderire all’opinione altrui, senza sostenere la propria.
Infatti, il Gemello ama piacere e spesso “compiacere”, rinunciando alla sincerità, perché desidera essere popolare, imbracciando qualsiasi strumento.
L’aspirazione di compiacere diventa ideale per aiutare il prossimo, perché la sua presenza è benefica per i depressi, per gli insicuri, per il solo fatto di essere gradito: il Gemello risulta così un imbonitore fantastico.

L’uomo dei Gemelli è raramente ambizioso; è un nervoso che riesce a non esteriorizzarsi, quindi perde raramente la calma, anche nei momenti di emergenza.
Qualche volta bluffa, per il piacere di essere sensazionale ed impressionare, in questo ha qualcosa di adolescenziale, che gli rimane dentro fino a tarda età, conferendogli giovinezza.
Il fascino del Gemello esprime il proprio vertice quando si innamora e la sua parola esplode in pieno.
Questo fascino non è fatto di sole parole ma di trovate, di idee, di improvvisazioni.

Questo Narciso, che ama soprattutto se stesso, è maestro nel gioco d’amore, che sembra creato per lui: non corteggia le donne per conquistarle, ma per piacere.
L’uomo dei Gemelli sa gestire contemporaneamente una quantità incredibile di donne, che ascoltano le sue parole e subiscono la sua seduzione.
Quando una donna gli interessa diventa un attore perfetto ed arriva a mentire per restare in gioco.
Gradisce le lunghe amicizie amorose e non gli dispiacciono le donne che dicono di no.
In lui c’è quell’adolescente pieno di fantasia, pronto a diventare adulto quando la donna che gli piace lo impegna dicendogli si.

Non è un passionale e la sua sensualità è molto controllata: ama le storie d’amore che durano in eterno ed i fiori che non coglie.
Il romanticismo non viene vissuto come una componente dell’anima, ma fa parte del gioco d’amore, esattamente come la malinconia, che in realtà non c’è.
Una donna che ha corteggiato e non è riuscito ad avere, rimarrà il suo eterno rimpianto.
Così, come per nessun altro, in questo caso vale il motto:”In amor, vince chi fugge !”.