Analogie astronomiche: valori di mobilità. Questo pianeta infatti è il più rapido nel girare attorno al Sole.
Elemento: la Terra, dove il Secco domina rispetto al Freddo.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Antoine Rivaroli conte di Rivarol
Età della vita: l’adolescenza.
Principio generale: principio di comunicazione, di legame, di scambio di movimento, di differenziazione, nel dualismo di opposte polarità. Principio quindi di adattamento attraverso la diffidenza e la repressione della vita dei sensi, a vantaggio dello sviluppo mentale libero dalla ricca confusione originale dello stadio lunare, soggettivo, dell’infanzia.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Conan Doyle
Temperamento: nervoso, quindi più secco che freddo.
Funzioni fisiologiche: funzioni di scambio con l’ambiente per mezzo della respirazione, del linguaggio, della mano e della rete nervosa.

Luminari e Pianeti: MERCURIO François Sagan
Fisiopatologia: turbe psicosensoriali.
Caratterologia: Nervoso (Nervoso-non Attivo-Primario) o Sanguigno (non Emotivo-Attivo-Primario) o anche Nervoso e Sanguigno; la Primarietà è l’unica costante insieme all’ampiezza del campo della coscienza.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Georges Courteline
Funzioni psicologiche: Mercurio è l’ausiliario dell’Io nell’affermare il mondo della ragione (nel senso comune della parola).
Sottraendosi all’istinto, e distaccandosi dall’affettività, porta quindi allo sviluppo dell’intelletto e del senso morale in favore degli usi e delle convenzioni fissate dalle regole della logica; commercio dello spirito con idee rivestite di parole, e commercio della materia, col sistema degli scambi basati sui regolamenti.
Riferibile in parte all’Io, è, per eccellenza, un fattore di adattamento di fronte agli impulsi interiori ed alle pressioni esterne.
Psicopatologia: instabilità, mitomania, cleptomania.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Gérard Philipe
Morfologia: tipo efebico. Corporatura esile, spesso gracile e filiforme, lineamenti fini e delicati.
Volto triangolare, talvolta allungato; struttura cranica predominante, impianto dei capelli alto, fronte ampia; sopracciglia ad accento circonflesso; naso a punta, quindi un po’ rialzato; mento pure a punta ed esile; la parte basale della testa è minima, assottigliata, e conferisce quindi al volto un aspetto “a trottola”; l’insieme del volto appare come sfaccettato.
Gli occhi mostrano un’espressione canzonatoria, gli angoli della bocca hanno alcune pieghe ironiche, i lineamenti sono fini, la mimica è espressiva ed eloquente: l’insieme offre un’impressione giovanile, talvolta anche birichina o di diavoletto.
Professioni: quelle che consistono nel vedere, intendere, comprendere, parlare, trasferire (commercio, segreteria, redazione, edizione, giornalismo, radio, ed altro della comunicazione).

Luminari e Pianeti: MERCURIO Jacques Offenbach
Arti: la commedia, l’imitazione, il virtuosismo, la parodia, il disegno.
Destino: simbolo della vita di relazione: studi, cameratismo, visite, viaggi, interessi intellettuali.
Esistenza mobile, varia, pellegrina, quindi spesso instabile o duplice (ossia doppia vita).

Luminari e Pianeti: MERCURIO Jean-Jacques Rousseau
Personaggi: i fratelli, le sorelle, i cugini, i vicini, i compagni, i colleghi o i collaboratori.
Aspetto sociale: il parlamento, la borsa, la stampa.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Voltaire
Casi celebri: Nicolas Chamfort, Georges Courteline, Conan Doyle, Jean-Francois Marmontel, Jacques Offenbach, Gérard Philipe, Antoine Rivaroli conte di Rivarol, Jean-Jacques Rousseau, Francoise Sagan, Voltaire.

Luminari e Pianeti: MERCURIO Nicolas Chamfort