Londra: stanziati finanziamenti d'emergenza per i locali LGBT+Sono molte le attività che vivevano situazioni gravi e la pandemia, purtroppo ha fatto chiudere molte serrande. A Londra, ad esempio, i principali locali LGBT+ stavano già soffrendo non pochi problemi a causa dei continui aumenti degli affitti e per aiutarli è intervenuto il Sindaco. Sadiq Khan ha infatti teso una mano ai più celebri locali LGBT+ della città stanziando finanziamenti di emergenza per il Coronavirus.

I locali LGBT+ di Londra d’altronde offrono lavoro a migliaia di persone e questo non è un segreto. Inoltre è noto anche che supportano un ecosistema che offre un enorme contribuito all’esperienza culturale dei turisti, oltre a supportare la comunità arcobaleno cittadina.

L’iconica Royal Vauxhall Taver, The Glory e Dalston Superstore sono alcuni esempi di famosi locali e ora beneficiari di questo fondo. Anche Bal Sidhu, proprietario del West Five Bar di Ealing, ha ricevuto una cospicua quota e ha ringraziato il Sindaco per quella che lui ha chiamato “ancora di salvezza“.
I luoghi LGBT+ sono molto importanti in quanto luoghi aperti a tutti, ma soprattutto rifugio per i membri della comunità arcobaleno. Le sovvenzioni hanno aiutato a creare un cuscinetto per poter stabilire piani di pagamento” ha dichiarato Sidhu. “Questo ha veramente dato ai proprietari dei locali, che sono per lo più individui e non necessariamente parte di organizzazioni più grandi, una luce tanto necessaria per vedere la fine di questo tunnel“.

Londra: stanziati finanziamenti d'emergenza per i locali LGBT+In un comunicato stampa, Sadiq Khan ha dichiarato: “Sono così orgoglioso di essere il Sindaco di una città che abbraccia l’apertura e la diversità. La pandemia ha avuto un impatto significativo sulle nostre sedi LGBT+. Sappiamo che queste svolgono un ruolo fondamentale nel sostenere la comunità, agendo come un rifugio sicuro dove tutti possono sentirsi a proprio agio e liberi di essere quello che sono. Ecco perché abbiamo lavorato duramente per proteggere questi spazi. Ecco perché il Comune sta fornendo investimenti e supporto in un momento critico per le nostri sedi. Questo per contribuire a garantire un futuro per la nostra vivace scena LGBT+ della capitale“.

La notte londinese infatti non sarebbe più la stessa senza la comunità arcobaleno!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort

Condividi