Trans News

Lea T, una della più famose modelle e attivista transgender

Share:

Una delle modelle transgender più amate e famose oggi è Lea T, lo pseudonimo di Leandra Medeiros Cerezo, nata a Belo Horizonte il 19 febbraio 1981. È figlia di Toninho Cerezo, calciatore brasiliano assai noto al pubblico italiano che per qualche tempo ha giocato nella Roma. Alla nascita le è stato attribuito il genere maschile. Seguendo il padre e la famiglia ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza in Italia dove tutt’ora risiede. A 25 anni riconosce la sua transessualità e intraprende il percorso di transizione che nel 2011 la porta alla ri-attribuzione chirurgica del sesso e al cambio di nome. Lea T. è stata una delle prime modelle dichiaratamente trans. Sempre in prima fila per la lotta ai pregiudizi, ha più volte raccontato la sua storia, senza nasconderne dolori e difficoltà. Lea è inoltre una sincera ambientalista.

Furono Riccardo Tisci, all’epoca direttore creativo di Givenchy, le chiese di essere il testimonial della campagna invernale 2010, e il famoso agente di top model Piero Piazzi, Presidente di Women Management,a lanciarla nel mondo della moda e a farla sfilare sulle più importanti passerelle internazionali. Nell’agosto del 2010 posa senza veli per Vogue Francia. Nel gennaio 2011 entra nella lista delle 50 top model più richieste e pagate al mondo, piazzandosi al 40º posto. Nel dicembre del 2011 compare sulla copertina dell’edizione brasiliana di Elle. È stata anche testimonial di Philippen e Benetton, e ha lavorato anche con l’attore e modello brasiliano Ricardo Dal Moro.

Ma è apparsa pure in televisione: la prima apparizione in Italia sul piccolo schermo di Lea T. è del 2011, nel programma condotto da Daria Bignardi su LA7, Le invasioni barbariche. Ma solo nell’autunno del 2013, grazie alla partecipazione come concorrente alla trasmissione televisiva Ballando con le stelle, condotta da Milly Carlucci e in onda su Rai 1 diventa nota al grande pubblico. In coppia con il ballerino e coreografo Simone Di Pasquale, approda alla finale e si classifica al quarto posto. Poco più che quarantenne ha da poco debuttato come designer, collaborando con Tisci nella creazione delle nuove collezioni del prestigioso marchio Burberry. ‘La creatività è strettamente legata ai nostri interessi – ha dichiarato in una recente intervista Lea T – a ciò che ci circonda e alle nostre passioni. Tutto questo ci porta ad ampliare la nostra mente ed esplorare creativamente l’espressione di sé. Questa è una delle sfide più importanti e profonde che abbiamo in questa vita perché ha a che fare con la riflessione: il coraggio e la forza di cui hai bisogno per essere in grado di capire chi sei. Lavoro con Riccardo Tisci da molti anni ed è stata una grande esperienza farlo da una nuova prospettiva perché questa serie creativa mette in risalto brillantemente le persone che circondano il creatore di questi abiti. In questo modo, Riccardo si spoglia e condivide una nuova interpretazione di qualcuno a lui vicino e lo fa con grande rispetto per la sua visione. Oggi Burberry è come una grande finestra, un luogo dove puoi essere libero di costruire e uno spazio per creare cose meravigliose. Guardando alla storia del brand, vedo cose interessanti che possono essere legate a una vita urbana, ma anche al desiderio di chi fugge nei meravigliosi boschi dell’Inghilterra. È proprio il rispetto di questo mondo e della propria natura che ho voluto esplorare, anche se esce dai canoni creati dalla società in cui viviamo. È essenziale osare nella vita purché si rispetti sempre la propria stessa natura’.

FONTE IMMAGINE: https://moda.mam-e.it/lea-t/

NUMA