la polizia militare brasiliana apre alla candidatura delle persone transgender.

La nostra inviata in brasile la commendara Safira Bengell ci segna un articolo molto interessante.

Nello stato brasiliano di Alagoas, il bando per l’ammissione al reclutamento di nuove leve per la polizia militare ed i vigili del fuoco, è stato aperto alle persone transgender e travestiti.

l’articolo viene pubblicato nella sezione cronaca de il piccole magazine by piccole trasgressioni

L’articolo del bando di gara per la Polizia Militare, ampiamente condiviso nei social network, ha richiamato l’attenzione sulla rottura delle barriere e sulla inclusione.
Persone transgender e travestiti possono partecipare al concorso, la pubblicazione dice anche che il candidato può usare il nome sociale al momento della registrazione;
Il punto 4.4.9.3 è in vigore dal 2017, quando il Governo di Alagoas ha organizzato un concorso per 1.500 persone per la Polizia Militare e i Vigili del Fuoco.

Stendardo dello stato di Alagoas - Brasile

Il governatore Renan Filho (MDB), durante una cerimonia per iniziare l’addestramento di nuovi ufficiali di polizia questo giovedì mattina, ha commentato che l’inclusione di transgender e travestiti mostra l’evoluzione della Sicurezza Pubblica ad Alagoas e che il Brasile ha bisogno di superare questo dibattito, perché il “mondo è libero“.
Non ho niente contro, il mondo è libero, il mondo è diverso e ogni persona deve fare la sua scelta sessuale, penso che non dovrebbe esistere questo tipo di limitazione. Persino i militari americani hanno già superato questo e anche il Brasile deve superare. Questo mostra l’evoluzione della sicurezza pubblica in Alagoas“, ha detto.
Il comandante in capo della polizia militare, il colonnello Marcos Sampaio, commentato l’inclusione e ha affermato che la società ha già personale militare transgender e / o travestito, compresi, dice, eccellenti professionisti.
Come ha detto il governatore, è una questione che non dovremmo discutere, perché ogni persona ha la sua opzione sessuale e noi dobbiamo rispettarla. Abbiamo già persone transgender e travestite nel nostro organico e sono eccellenti professionisti che onorano l’uniforme che vestono e sono disposti a difendere la società “, ha concluso.