Italia: serve una legge per riconoscere e tutelare I figli delle coppie gay!Da tempo si parla di una legge per tutelare i genitori e i figli di coppie gay, ma ancora oggi niente è stato emanato. E così la Corte Costituzionale, proprio in questi giorni, ha deciso di non poter più tollerare quella che sembra un’inerzia del legislatore su questi temi. Pare infatti che i diritti civili siano sempre più un tema tabù e la sensazione è che la politica abbia paura di affrontare alcuni temi, forse perché troppo ‘divisivi’?
Qualche giorno fa la Consulta ha pubblicato le motivazioni di due sentenze emesse lo scoro 28 Gennaio che riguardano appunto una coppia gay e una coppia lesbica e i rispettivi figli. Questi si sono rivolte ai giudici costituzionali per rivendicare il diritto a essere riconosciuti come genitori dei bambini avuti con i rispettivi partner attraverso una fecondazione eterologa e una maternità surrogata.

La Corte Costituzionale ha loro risposto dichiarando inammissibili entrambe le questioni ma ha messo in evidenza come la situazione di vuoto giuridico, che produce un vuoto di diritti per I bimbi figli di coppie dello stesso sesso, non sia più sostenibile.

Come nel caso riportato del figlio di una coppia di lesbiche, le donne si sono rivolte al tribunale che ha trasmesso gli atti alla Consulta che, non avendo materiale per decidere giuridicamente, ha inviato la questione al Parlamento che non ha mai risolto niente.

Italia: serve una legge per riconoscere e tutelare I figli delle coppie gay!Senza soluzione anche il caso del figlio della coppia gay. Dopo essersi recati in Canada per dare vita alla loro famiglia arcobaleno con una maternità surrogata, tornati a casa il bambino non era stato registrato come figlio di entrambi I genitori.

In molti casi i tribunali hanno rimediato con la stepchild adoption, ossia la possibilità per il genitore non biologico di adottare il figlio con l’assenso del genitore biologico. Questo però non è valido o è non sufficiente in tutti i casi. Serve infatti un riconoscimento più forte per fare in modo che questi bambini non subiscano discriminazioni e abbiano piena e pari tutale, rispetto ai figli di coppie etero, in termini ‘di piena cura, educazione, istruzione, mantenimento, successione e più in generale alla continuità e al confronto di abitudini condivise’.

Serve insomma un ragionevole punto di equilibrio tra i diversi beni costituzionali coinvolti nel rispetto della dignità della persona umana e l’unico modo è una legge e serve quindi il Parlamento!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Condividi