In Irlanda, il numero delle donne che ha dichiarato di aver subito un abuso psicologico da parte del compagno o del fidanzato è altissimo. Nel 2014, una indagine dell’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) ha dimostrato che il 31 per cento delle donne è stata vittima di questo tipo di violenza.
Bene, a riguardo, finalmente una buona notizia, che dovrebbe tutelarle maggiormento. Dal 1 gennaio nel Paese, è entrato in vigore il Domestic Violence Act 2018 che rende reato l’abuso psicologico ed emotivo nelle relazioni di coppia.

Come ha spiegato il ministro irlandese della Giustizia Charlie Flanagan, la nuova legge è nata per proteggere le vittime di “controllo coercitivo” in ambito domestico.  “Riconosce che l’effetto del controllo emotivo in una relazione intima può essere nocivo per le vittime proprio quanto il sopruso fisico. Questa nuova norma manda un messaggio preciso: la società non tollererà più la violazione della fiducia commessa da un partner contro l’altro in un contesto intimo”.
La pena arriva fino ai cinque anni.

In Irlanada la violenza psicologica è diventata reatoWomen’s Aid è l’organizzazione che nel paese si occupa di offrire sostegno alle vittime di abusi domestici. Margaret Martin, la direttrice, ha invece dichiarato che “la legge è il risultato di anni di lotte e pressioni. Una grande vittoria, a cui però deve seguire l’impegno del governo nello stanziare le risorse necessarie per metterla in pratica“.
E ancora: “la legge deve essere in grado di “mettere le vittime e i loro figli al sicuro. Il cambiamento deve essere repentino. Ciò che è stato scritto sulla carta deve essere messo in pratica e permettere così di proteggere in modo efficiente chi subisce violenza domestica”.

Un dato interessante della nuova legislazione è che essa è rivolta anche a quelle donne vittime di violenza psicologica che non vivono sotto lo stesso tetto del compagno. “Questo farà sì che anche le più giovani possano essere protette”, ha specificato la direttrice di Women’s Aid. Nel Domestic Violence Act 2018 si leggono anche altre importanti misure per contrastare la violenza contro le donne. Tra le più rilevanti la criminalizzazione dei matrimoni forzati e l’abrogazione della legge che permetteva a minorenni di sposarsi.

Questo sforzo del Governo per combattere la violenza psicologica è stato molto apprezzato.  Ma avrà bisogno di diversi fondi economici per tribunali e forze dell’ordine affinché la legge sia davvero efficace.