La bellissima Sofia Lapapessa ha presentato con garbo e professionalità il concorso Miss Trans Europa 2018, nato da un’idea di Stefania Zambrano e che si è svolto con successo negli studi di Cinecittà World a Roma. Nota figura di spicco nel panorama LGBTQIA bolognese e italiano, l’abbiamo raggiunta telefonicamente.

Intervista a Sofia Lapapessa
Buongiorno Sofia Lapapessa, hai presentato con successo Miss Trans Europa 2018, come è andata? Sei contenta?
Buongiorno a voi. Si, sono contenta di aver presentato ancora una volta un concorso che amo molto e che cresce sempre di più.

Cosa ti ha spinto a dire si alla presentazione anche quest’anno?
Mi ha convinta il fatto che questo concorso mi piace molto perchè le ragazze si mettono in gioco. Sai, oggi molte non se la sentono di partecipare ai concorsi perchè temono la gara. Invece, io trovo che gareggiare e stare “sugli attenti” sia adrenalinico. Il concorso di Miss Trans Europa, ma non solo, è un’esperienza che invito tutte a fare perchè regala tante soddisfazioni.

Che impressione ti hanno fatto le concorrenti di questa edizione?
Le miss in gara quest’anno non erano tantissime ma nemmeno poche. Sono comunque soddisfatta perchè erano tutte molto belle e di qualità, nell’eleganza, nella raffinatezza dimostrata sul palco e tutto. Abbiamo avuto un buon risultato.

Pensi che questi eventi siano una buona vetrina per far vedere al pubblico un lato diverso delle trans?
Si e posso già anticiparti che il prossimo anno cresceremo ancora di più. Essendo un evento di respiro internazionale, quest’anno Stefania ha voluto un ospite straniero, Monique Van Der Graaf, un personaggio molto conosciuto in Olanda. Poi abbiamo avuto ospite anche Angelo, il “Ken” del Grande Fratello. Per la prossima edizione valuteremo anche altri ospiti, di sicuro lo rifaremo a Cinecittà World, dove siamo state accolte benissimo e ci siamo sentite a casa.

Il tema di questo concorso è stato le adozioni da parte di persone trans o LGBTQIA e non solo. Tu cosa ne pensi?
Sono a favore, indipendentemente dall’essere trans, omo o etero: tutte le persone in grado di dare un futuro a un figlio dovrebbero avere la possibilità di adottare.

Intervista a Sofia Lapapessa
Secondo te, che caratteristiche deve avere una vera Miss per essere definita tale?
Per me, oltre ad essere graziosa ed avere le giuste proporzioni non deve eccedere nei “siliconi”, avere cultura e voglia di emergere.

Sofia Lapapessa, ora tu di che cosa ti stai occupando?
Continuo a lavorare nei locali e in diversi eventi. Ovviamente continua anche il mio attivismo nel mondo LGBTQ, ci tengo molto a far sentire la nostra voce! Per il futuro invece ho tanti progetti in cantiere, continuate a seguirmi e li scoprirete!

Grazie Sofia LaPapessa. Vuoi aggiungere qualcosa?
Vorrei rendere il giusto merito a Piccole Magazine Tv per il lavoro svolto e a tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e che hanno creduto in noi. Solo una cosa…una corona in più magari non sarebbe stata male, me la portata a casa volentieri! (ride)

Grazie ancora Sofia Lapapessa e in bocca al lupo per il tuo futuro!

***

L’intero reportage dell’evento potete vederlo su Piccole Magazine Tv.