Pamela Andress è la favolosa e spumeggiante organizzatrice del concorso Miss Universo Queen T in Campania, giunto alla 5° edizione e che quest’anno si svolgerà presso il Teatro Troisi di Napoli il prossimo 28 ottobre. Il giudice di gara sarà Sabrina Rusciano, mentre la madrina per il Sudamerica sarà Suzana Motta e per l’Italia, Regina Satariano.

Ciao Pamela, è un piacere incontrarti. Allora, raccontaci un po’ di te.
Ciao e piacere mio. Mi chiamo Pamela e sono una donna trans, nata a luglio sotto il segno del cancro a Salvador de Bahia, in Brasile. La mia professione è quella di stilista di moda e lavoro nel mondo dello spettacolo da tanti anni; ho girato mezzo mondo, dal SudAmerica, all’Europa, fino ad arrivare in Italia. Qui, mi sono specializzata nell’organizzazione di concorsi di bellezza.


Come sei giunta a fare questa professione?
Ho sempre fatto spettacoli di vario genere in Brasile e in giro per il mondo. Una volta arrivata in Italia, ho iniziato ad organizzare piccoli concorsi dentro le discoteche per cui lavoravo. Il primo in assoluto è stato “Miss Bellezza Contatto” (dal nome della discoteca) a Milano. Fu una sfida con me stessa: ricordo che il concorso ebbe molto successo, fu davvero una bella serata e, da lì, decisi di continuare.

Organizzare concorsi per te è più una professione o una passione?
Dal punto di vista dell’impegno organizzativo, visto che si inizia a preparare tutto con diversi mesi d’anticipo, può essere visto come una professione, ma io la vivo più come una passione.
Organizzare mi diverte, per me è tutto un gioco e mi piace vedere partecipare tante ragazze che, almeno per il periodo del concorso, riescono a dimenticare i loro problemi ed a vivere un sogno.

Ci metti molto cuore, si sente.
Si. Organizzo questi concorsi perchè mi piace vedere le ragazze sfilare e far vedere che il mondo trans non è brutto, ci sono tante persone di qualità in mezzo a noi, certo, quando non ci perdiamo a litigare tra di noi! (ride).
Penso che fare concorsi sia importante perchè ci apre le porte al cosiddetto “mondo normale”; la gente può vederci con occhi diversi e capire che siamo persone, non “animali”.


Ti senti “arrivata” come organizzatrice, o pensi di poterti perfezionare ulteriormente?
Si può sempre migliorare, l’importante, secondo me, è dedicare tutta l’attenzione all’organizzazione dell’evento, senza star troppo a sentire le critiche che possono arrivare da altre persone, a meno che non siano davvero costruttive. Serve molta professionalità e bisogna saper farsi scivolare addosso l’invidia e le critiche fini a se stesse: tantissima gente non sa quanto impegno e notti perse ci siano dietro l’organizzazione di un evento simile.

Cosa ti piace di più dell’organizzare concorsi?
La cosa che preferisco è vedere sfilare le ragazze con il vestito tipico tradizionale rappresentativo del loro Paese e con il vestito da sera. Sono sempre abiti stupendi e sentiamo tutti la tensione nei momenti della sfilata, perchè sappiamo quanto lavoro ci han messo le concorrenti per creare abiti meravigliosi.

E la cosa che ti piace di meno, invece?
E’ la votazione, perchè alla fine non possiamo scegliere tutte le ragazze ma solo una; ma per me sono tutte vincitrici, sono tutte meritevoli. Però è una gara, a volte qualcuna capisce e qualcuna no, funziona così.

Pensi che continuerai ad organizzare concorsi ancora per molto tempo?
(ride forte). Ogni volta che organizzo un concorso dico di essere stanca ma in realtà mi piace tantissimo, quindi non penso di smettere molto presto. Vedere ogni anno quante ragazze arrivano, con tutta la carica per coronare il loro sogno, mi da una energia incredibile.


Ti ispiri a qualcuno tra le organizzatrici di concorsi, o del mondo dello spettacolo?
Non mi sento ne meglio ne peggio di nessuna; ogni organizzatrice ha il suo modo di fare le cose, ogni concorso è diverso dall’altro e quindi non ho punti di riferimento a cui ispirarmi.
Tra le conduttrici televisivi invece mi piacciono tantissimo Milly Carlucci e Lorella Cuccarini, sono eleganti, di classe e briose.

Per concludere, parlaci del concorso che organizzi tu, il famoso Miss Universo Queen T in Campania.
Certamente! La serata vera e propria si svolgerà il 28 ottobre al Teatro Troisi di Napoli, un luogo molto suggestivo e che si presta benissimo per le sfilate. Parteciperanno circa una ventina di miss, tra brasiliane ed italiane e ci saranno tanti ospiti speciali a fare spettacoli: Margot Minelli, Steffani Diass, Debhora Priss, solo per citarne alcune.
Ci saranno anche ospiti conosciuti della televisione ma è ancora top secret sui nomi, vi lascio un po’ di curiosità (ride ammiccando). Non vi resta che seguirci e vivrete una bella emozione, ve lo garantisco!

Salva

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other