Abbiamo raggiunto telefonicamente la nota attivista Lgbt Nadia Girardi, che sarà impegnata prossimamente in giuria al concorso di Sanremo Drag il 6 Giugno e che parteciperà anche al Pride di Roma l’8 giugno.

Nadia Girardi: ‘vi aspetto a Sanremo Drag e al Roma Pride!’Ciao Nadia, è un piacere risentirti. Sappiamo che sarai in giuria al concorso di Sanremo Drag, come è nata questa tua partecipazione?
Ciao a tutti! È da parecchi anni che mi chiamano per giudicare a questi concorsi. Prima venivo chiamata a giudicare le trans ma adesso preferisco farlo con le drag queen perché sono concorsi più divertenti, con musica e show dal vivo.

Che cosa valuterai delle concorrenti in gara?
Visto che anche io nasco come drag queen e nel mio percorso artistico sono stati tanti gli spettacoli che ho fatto, ovviamente ne capisco qualcosina in più riguardo lo show vero e proprio. Dalla preparazione “trucco&parrucco”, alla performance con playback, luci e ballo. Valuterò questo, forte della mia esperienza.

L’8 Giugno si terrà a Roma il Pride, un’occasione molto importante per far sentire la voce delle persone LGBT*. Come valuti l’attuale situazione in Italia?
Come attivista del mondo Lgbtq* continuo a partecipare a questi Pride, anche se, purtroppo, non sempre portano a risultati soddisfacenti.
Il Pride nasce come una rivendicazione dei diritti delle persone gay, lesbiche e trans e ad oggi molti passi in avanti sono stati fatti ma tanti ne restano ancora da fare. Per esempio, in Italia, ancora non esiste la legge contro l’omofobia e la transfobia. Il Pride, quindi, si porta avanti per questo, per far sì che siano tutelati i diritti di TUTTE le persone.

Nadia, tu sei responsabile social anche delle pagine dell’On. Vladimir Luxuria. Un onore e una bella responsabilità.
Si, sono responsabile delle pagine di Vladimir Luxuria. Essendo blogger anche di altre aziende, mi sono presa questo impegno e ci tengo particolarmente a curare l’aspetto social di Vladi perché è una mia carissima amica, la considero non come personaggio famoso ma come la sorella che non ho mai avuto, essendo io figlia unica. In questo impegno mi affianca un altro collaboratore di Vladimir, nonché nostro grandissimo amico, che è Vincenzo De Leonardis ed insieme ci occupiamo della parte social e della comunicazione.

Oltre a Sanremo Drag e al Pride di Roma, dove ti vedremo impegnata prossimamente?
Sarò a teatro insieme a “Scenateatro” in un mio progetto curato dal regista e amico Antonello De Rosa con la supervisione Nadia Girardi: ‘vi aspetto a Sanremo Drag e al Roma Pride!’artistica del grande amico Pasquale Petrosino. Presto usciranno le date del mio debutto e la prima si terrà a Salerno.

Fantastico, tu tienici aggiornati che ne daremo notizia e verremo anche a vederti!
Con molto piacere. Vorrei concludere questa intervista con un pensiero: vorrei più persone vere, che mettano la faccia e non che facciano i leoni da tastiera offendendo e giudicando da dietro uno schermo. Vorrei che le persone vedessero la parte bella di noi persone transessuali e di non fermarsi all’apparenza e giudicare una persona solo per l’aspetto fisico e per l’orientamento sessuale.
Non vuol dire che se io sono transessuale debba fare per forza l’escort. Esistono donne transessuali che di mestiere fanno le dottoresse o avvocati, cameriere e qualunque mestiere che possa esistere sulla terra.

Un bel messaggio che invita a non fermarsi alle apparenze!
E’ importante conoscere le persone per come sono fatte di animo, questo voglio dire. Un ringraziamento a voi che mettete sempre in risalto i nostri diritti. Saluto tutto lo staff e i lettori, un bacio e un abbraccio da Nadia Girardi.

Grazie Nadia Girardi e a presto!

 

Nadia Girardi: ‘vi aspetto a Sanremo Drag e al Roma Pride!’