“A prima vista sembro davvero una creatura angelica ed innocua. Invece poi…”: parola di Mistress Angelica Venezia, bella ed apprezzatissima Padrona veneta che in un corpo minuto e aggraziato nasconde una volontà d’acciaio e una buona dose di sadismo! In questa intervista, ci svela qualcosa in più di lei e del suo affascinante mondo.

Mistress Angelica Venezia, l’insospettabile Padrona della porta accantoBuongiorno Mistress Angelica, i nostri lettori sono curiosi di conoscerla meglio.
Buongiorno a voi. Sono Mistress Angelica Venezia, ho 30 anni e sono di Venezia.
Di giorno sono l’insospettabile ragazza della porta accanto: sempre sorridente, acqua e sapone, un lavoro qualsiasi.
Di notte mi trasformo: mi occupo di intrattenimento e spettacolo lavorando ad eventi di diversa tipologia ma mi sono specializzata in quelli fetish e Bdsm poiché naturalmente mi diletto come Disciplinarian e Domina.

Quando ha iniziato ad interessarsi al mondo d/s?
Quando avevo 20 anni ho iniziato a fare i primi esperimenti con il mio fidanzato, da allora in avanti non ho mai smesso di studiare, lavorare su me stessa e sperimentare.

La Sua è un’indole? Mistress si nasce o si diventa?
Dominanti si nasce, Mistress si diventa, a mio avviso. O almeno, nel mio caso, l’indole è innata.
Da che ho ricordi sono sempre stata sicura, decisa, “stronza” o comunque le manifestazioni del mio carattere forte sono state molto palesi.
Ma Mistress ci sono diventa nel tempo, dopo lo studio delle pratiche e dopo tante esperienze ed avventure con persone diverse…

Sulle avventure torneremo dopo perché sono sicura ne avrà avute di parecchio interessanti. Visto che si sta parlando di come diventare Mistress, per Lei che caratteristiche deve avere?
Ognuna è “vera” a modo suo! Diciamo così, per convenzione con questo termine s’intende la donna dominante che possiede degli schiavi.
Non ci sono dei canoni prestabiliti per definire vera o non vera una figura. Ognuno dovrebbe essere libero di esprimere se stesso.
Possiamo dire che una “vera” o meglio “affidabile” Mistress dovrebbe innanzitutto essere una persona che conosce bene se stessa.

Mistress Angelica Venezia, l’insospettabile Padrona della porta accantoE che altro?
Dovrebbe essere rispettosa della persona prima del ruolo, dei suoi limiti e degli accordi presi consensualmente, dovrebbe naturalmente essere competente rispetto alle pratiche ed alla gestione di eventuali situazioni di difficoltà o incidenti, avere dimestichezza con le tipologie di rapporti che si possono instaurare ed essere dotata di buon senso.
Condizione necessaria a mio avviso per relazionarsi con il pubblico è l’empatia.

É molto attiva anche alle serate, cosa fa esattamente?
Come dicevo lavoro da sempre nel mondo della notte, non solo come performer ma anche come organizzatrice ed in questi ultimi 3 anni mi sono dedicata molto al pubblico kinky. Il Veneto è sempre stato molto attivo rispetto alle serate goth e dark. Di pari passo si è sviluppata anche una bella rete di micro situazioni dedicate al BDSM supportate da una comunità attiva e numerosa.
Abbiamo molto da offrire in termini di eventi e non solo play party ma anche workshop, seminari, ritrovi. Inoltre, sono una delle Mistress di riferimento nell’area FemDom al Decadence, l’evento goth underground forse più famoso al mondo, è un vero piacere collaborare assieme.

Lei ha molti schiavi? Come si crea il contatto?
No, io ne ho pochi, sono sempre gli stessi da lungo tempo e ci tengo molto affinché rimangano pochi (sorride).
Mi contattano attraverso gli annunci che ho messo sul web o attraverso il mio sito ma anche presentandosi direttamente di persona alle serate.

Che tipo di rapporto predilige instaurare con loro?
Ho rapporti D/S privi di contatti intimi con i pochi schiavi di cui si parlava sopra, per il resto mi rapporto in termini di “playpartner”.

Parlando di avventure, la richiesta più strana mai ricevuta è….?
Schiacciare con i tacchi insetti o piccoli animali. La richiesta riguarda la pratica del crushing. Mi sono naturalmente rifiutata ed indignata.

Che cosa Le piace di più del Suo essere Mistress? C’é qualche pratica che ama particolarmente infliggere?
Mistress Angelica Venezia, l’insospettabile Padrona della porta accantoMi piace il fatto che le mie fattezze ed i miei modi ingannano. A prima vista sembro davvero una creatura angelica ed innocua. Invece poi le pratiche che amo si incentrano tutte sulla sfera dell’impact play e del dolore. Adoro lo spanking e la verberazione in ogni sua forma.

Esistono limiti nel rapporto tra Mistress e schiavo? Se si, quali?
Non esistono dei limiti prestabiliti. Ognuno vive la sua situazione a seconda di se stesso, del rapporto che si sviluppa e della persona con cui si relaziona. L’importante è usare il buon senso e rispettare la legge.

Che altri interessi ha?
Oltre al Bdsm, sono un’amante della musica, della lettura e dell’arte. Faccio sport, vado a teatro che preferisco al cinema, mi piace viaggiare e naturalmente amo la buona cucina.

Progetti per il futuro, sogni nel cassetto?
Moltissimi. Ho molte idee per eventi e serate. Il mio sogno nel cassetto è di riuscire ad abbandonare il mio lavoro vanilla per dedicarmi interamente al lavoro della notte e diventare mamma.

Grazie Mistress Angelica Venezia per averci dedicato il Suo tempo, vuole aggiungere qualcosa?
Essendo appena concluso il mese del Pride, penso che sia importante ricordare che non è solo una manifestazione per i diritti degli omosessuali, ma è per la tutela dei diritti di noi tutti. Se non scendiamo in piazza per difendere coloro che al momento sono privati dei loro diritti, quando intaccheranno i nostri ci ritroveremo da soli.