Oggi abbiamo il piacere di presentarvi una delle più note drag queen italiane: stiamo parlando della favolosa La Wanda Gastrica, pugliese di Bari e organizzatrice del concorso Miss Drag Queen Italia 2018.

Intervista La Wanda GastricaBuongiorno La Wanda Gastrica, raccontaci un po’ come è nato il tuo personaggio.
Ciao a tutti e grazie per avermi dedicato questo spazio. Allora, La Wanda Gastrica è un personaggio che nasce nel 1997 per puro caso. Lavoravo come costumista in uno staff di animazione turistica in Umbria.
Nella messa in scena di una commedia nel villaggio, si è ammalata una delle attrici e io l’ho sostituita, quindi lì ho interpretato il mio primo ruolo femminile che era quello di una delle sorellastre di Cenerentola. Da lì, è piaciuto come comparivo e recitavo in vesti femminili ed è stato tutto un susseguirsi: ho fatto teatro, tv, trasmissioni in radio e poi dal 2006 ho iniziato a livello nazionale.

Il tuo nome come l’hai scelto?

Inizialmente non mi chiamavo La Wanda Gastrica, per tanti anni in realtà non pensavo ci fosse neanche bisogno di un vero e proprio nome d’arte. Quello che usavo più spesso e che mi avevano “affibbiato” era Felicia Swarovski, che però non mi piaceva. Quindi, quando poi ho deciso di andare avanti con questo lavoro in maniera esclusiva, ho scelto il nome La Wanda Gastrica.

Si può dire dunque che sei finita sotto i riflettori un po’ per una felice combinazione di eventi.
In realtà io sono sempre stata affascinata dal mondo dello spettacolo ma non pensavo che avrei mai calcato un palco. Per questo avevo scelto di fare il costumista proprio per stare dietro le quinte e non comparire mai. Mi ci sono ritrovata per caso e col tempo, tanto tempo (ride), mi ci sono poi affezionato. Quindi ho deciso che a questo punto, se avessi dovuto appunto vivere da Drag Queen avrei dovuto farlo nel modo migliore e quindi ho iniziato ad impegnarmi maggiormente.

Il giorno del tuo debutto ufficiale di La Wanda Gastrica, lo ricordi?
Il vero debutto di La Wanda Gastrica è stato in Puglia il 30 giugno 2006, all’inaugurazione di un locale gay e li sono comparso proprio come La Wanda Gastrica. Interpretai un brano napoletano di Maria Nazionale, se non erro la canzone era “penso sempr a iss” (penso sempre a lui).
Sono nato come personaggio trash, comico, cabarettista.
In precedenza avevo già presentato diversi concorsi – arrivo appunto dal teatro dalla presentazione e dalla conduzione – e solo nel 2006 sono approdato nelle discoteche come vocalist.

Ora parliamo del tuo lavoro di organizzatrice di concorsi. Quando hai sentito il desiderio di organizzare il primo?
Ho iniziato con i concorsi perché Regina Miami, ideatrice di Miss Drag Queen Italia, nel 2007 mi affidò Miss Drag Queen Puglia, Basilicata e Molise. Ho visto che erano delle belle occasioni per ritrovare colleghe che magari vedevi solamente su internet o solamente sui giornali ma che non avevo mai conosciuto dal vivo. Mi piaceva questa idea della convivialità e del ritrovarsi.

Poi nel 2008, quindi già solo dopo un anno, dato che Miss Drag era l’unico concorso esistente allora e si svolgeva in estate. Ho lanciato “Regina d’Inverno” come concorso invernale per fare in modo che almeno ci si vedesse ogni 6 mesi. Ma, ripeto sempre, perché mi piaceva l’idea di rincontrare le colleghe, confrontarsi e conoscersi.

Intervista La Wanda GastricaL’ultimo evento che hai organizzato è stata la finale del Miss Drag Queen Italia, ce ne vuoi parlare?
E’ un concorso che è molto complicato da organizzare. Prima e soprattutto dopo (ride), perché è un evento che ti porta ad avere a che fare con una madrina per ogni regione con tantissime concorrenti, ognuna con le proprie problematiche: di regione, con le madrine, personali e tutto quanto.

E immagino tu ti debba “armare” di pazienza!
Devi avere una grandissima pazienza! (ride). E’ importante avere tutto sotto controllo e cercare di trattare tutti con il giusto rispetto. Io, da molte concorrenti e madrine sono apprezzata proprio per il forte rispetto che ho nei confronti di tutti, dall’ultima arrivata a quelle più conosciute.
Tratto tutte nello stesso modo, soprattutto perché so che per partecipare ai concorsi vengono da lontano, affrontano viaggi, spese e stress, l’ansia stessa del concorso e allora cerco, per quanto mi è possibile, di mettere tutti quanti a loro agio ed esprimersi nel modo migliore.

Che progetti hai per il futuro?
Allora, nel mio futuro prossimo, grazie al trasferimento a Milano, ci sono tanti progetti, tantissimi. Molti legati al teatro ed eventi di spessore. “Regina d’Inverno” da quest’anno non è più un concorso ma un Gran Galà di beneficenza a tutti gli effetti, come è stato già l’anno scorso. Abbiamo infatti dedicato l’intero concorso alla Lega per la lotta contro i tumori raccogliendo ben 2.500 euro che abbiamo consegnato poi all’associazione.

Poi, non mancano le serate in discoteca ma anche le serate in pizzeria…e dappertutto perché sono quelle che ti fanno fare le ossa, che ti formano e che ti accrescono al meglio. Sono quelle che ti fanno appezzare quando poi arrivi su palchi molto importanti e trovi riscontro appunto sia dalle 20 persone che sono in pizzeria, sia dalle mille persone che ti trovi davanti in altre circostanze.

Davvero lodevole. Hai qualche sogno nel cassetto che vorresti realizzare?
Si ed è quello di portare un programma con delle Drag Queen in tv, anche se non credo che al momento si sia pronti per un concorso per Drag Queen in tv qui in Italia, credo ci siano ancora tante cose da risolvere a livello proprio personale tra le drag. Quindi, vorrei portare in tv un progetto che prevede delle Drag Queen ma che non le metta in competizione, ma che le presenti semplicemente per quelle che sono, cioè dispensatrici di allegria ed emozioni.

Grazie La Wanda Gastrica. Lasciaci con un tuo pensiero libero o un saluto…
Ringrazio Piccole Magazine per l’attenzione nei confronti del concorso e del mio personaggio. Spero di poter collaborare con voi quanto prima, tra l’altro il 16 agosto presenterò il concorso “Il Gay più bello d’Italia”. Vi mando un bacio fortissimo e vi invito a seguire le mie pagine di La Wanda Gastrica, su Instagram, Facebook e Youtube.

Intervista La Wanda Gastrica

***

Potete vedere il reportage completo di Miss Drag Queen Italia 2018
sul sito Piccole Magazine Tv