E’ stato un evento sfavillante e che ha visto una partecipazione grandiosa di pubblico, quello che si è svolto domenica 6 maggio al Teatro Polivalente di Abano Terme (Padova).
Il concorso “Master Queen 2018 – Drag per una notte, selezioni nord-est“, organizzato dalla spumeggiante Shantey Miller con la collaborazione di Maurizio Nanà Saturno e Cataldo Todaro e sponsorizzato da Piccole Magazine, ha incoronato come vincitrice Alberto La Carlotte, in arte La Charlotte, che si è guadagnata anche il premio della Critica. La nostra intervista.

Ciao Charlotte, congratulazioni per la vittoria. Emozionata?
Emozione ne ho avuta tantissima! Non ho realizzato sul momento perchè ero presa dall’adrenalina dello spettacolo, che ha assorbito tutte le mie energie, perchè piena di colpi di scena e con tempi precisi. L’emozione la sto vivendo ora dopo la serata. A distanza di un paio di giorni, rivedendo i video, mi sto rendendo conto di avercela fatta.

Sul palcoscenico sotto le luci sei “La Charlotte”…e nella vita privata?
Sono un sarto modellista e lavoro in un atelier di costumi storici a venezia da 4 anni. Questo mi porta a voler raggiungere sempre uno gradino più alto rispetto alla volta precedente. Il mio obiettivo stavolta era far valere la mia passione per il costume teatrale, il mio amore per lo spettacolo e la mia visione di drag queen, che comunque conserva un immagine teatrale.

Charlotte in posa nelle foto prima dell'inizio del concorso

Ti eri preparata in modo particolare per questo concorso?
Devo dire che è stato un piacere e un onore ricevere la proposta di partecipare a qeusto concorso perchè il fatto che lo show fosse a tema libero mi ha permesso di valorizzare le idee che avevo in testa riguardo quello che volevo fare. Volevo sbalordire le persone ed ssendo sarto costumista non volevo tradirmi o dare modo di contestare ciò che avevo realizzato. Quindi, ho cercato di dare il massimo in quello e di valorizzare al meglio l’abito, portandolo anche in un certo modo.

Ti sei aggiudicata anche il premio della critica, cosa è piaciuto in particolare di te alla giuria, secondo te?
Il premio mi ha spiazzato perchè c’erano tante colleghe che mi osservano e mi hanno vista crescere in altre situazioni – dove magari mi avevano anche svalutato – e che stavolta invece mi hanno apprezzata e sostenuta, alzandosi anche in piedi applaudendomi. Questo mi ha reso davvero felice, vuol dire che le ho lasciate davvero a bocca aperta!

I tuoi abiti erano fantastici. Immaginiamo il tempo e l’impegno per realizzarli.
Grazie! Li creo da sola interamente, ho avuto l’aiuto del mio ragazzo che mi è sempre di fianco e mi ha dato una mano per quello che riguarda le finiture e i dettagli.

Charlotte durante lo spettacolo mater queen 2018 selezione nord est

La tua interpretazione della canzone “Oceano” della cantante Lisa è stata favolosa. C’è qualche artista in particolare a cui ti ispiri?
In genere a tutti gli artisti che hanno un qualcosa di teatrale in quello che fanno. Per esempio, Cher è un esempio di trasformismo e ogni volta che va in scena rappresenta sempre qualcosa di innovativo e diverso. Adoro anche Jennifer Lopez e Beyonce per il grande impatto scenico e per le loro esibizioni “live” e per i video; quindi anche il contorno oltre alla persona stessa. In modo particolare, per Master Queen volevo creare qualcosa che enfatizzasse e valorizzasse il mio personaggio.

E ci sei riuscita pienamente. Nel tempo libero invece cosa ti piace fare?
Da 9 anni faccio danza moderna, sfrutto questa passione per staccare la testa dai problemi quotidiani e rendermi sempre più propostiva in quello che è il movimento del corpo, e cerco sempre uno spunto in piu per dei progetti. La danza mi aiuta perchè mi fa conoscere nuovi stili e nuove musiche ed è un bagaglio importante che mi porto dietro.

Progetti per il futuro?
Sicuramente il primo progetto è portare il titolo a testa alta e partecipare alle serate che ho avuto in premio con l’originalità che mi ha fatto ricevere il primo posto. Poi, voglio portare alla finale nazionale un’esibizione che emozioni e sbalordisca ulteriormente il pubblico. Se dovessi vincere il titolo nazionale sarebbe la ciliegina sulla torta, non lo nego (ride).

Per concludere, hai qualche ringraziamento da fare, un tuo pensiero libero?
Questo concoso ha permesso a me e alle mie colleghe di crescere, grazie anche alla madrina Shantey Miller, che ci ha consigliato e supportato. Lei è una artista completa e ci ha fatto capire a che “punto di arrivo” noi miriamo ad essere. La ringrazierò sempre per quello che ha fatto per me e per il tempo che ci ha dedicato.

Potete vedere l’evento integrale della serata e l’incoronazione di La Charlotte  qui.