Ciao Kettlen, congratulazioni per esserti aggiudicata il secondo posto sul podio di Miss Trans Italia SudAmerica! Ti va di presentarti ai nostri lettori?
Ciao e grazie a voi! Ho 28 anni, sono del segno dei pesci e vengo da Salvador de Bahia, Brasile. Di lavoro faccio la ragazza immagine. Ho una famiglia unita, i miei famigliari sono stati molto contenti del mio piazzamento: loro sono al primo posto nella mia vita, sono la cosa più importante per me.


Come è stata la tua esperienza a Miss Trans Italia SudAmerica?
E’ stata una grande emozione, è sempre bello partecipare ad un concorso, vivere l’adrenalina e la tensione sana dei preparativi, immaginarsi come sarà il momento della sfilata.
In questo concorso devo poi dire che ho apprezzato tanto l’onestà della giuria, finalmente. Di solito ai concorsi si ha sempre il timore, a volte fondato, che la giuria faccia favoritismi; nel caso di Miss Trans Italia SudAmerica, la giuria invece è stata perfetta perchè è stata scelta anche tra il pubblico e non c’era rischio di “inciuci” strani.

Ottimo. Che caratteristiche deve avere per te una Miss per colpire la giuria e il pubblico?
Deve essere simpatica, educata, umile e sapere fare amicizia anche con le altre concorrenti; non deve tirarsela. Ovviamente poi deve essere bella, ma non troppo rifatta; secondo me bisogna essere più naturali possibili.

E nella vita privata come sei?
Sono molto riservata, non mi piace troppo uscire, preferisco restare in casa a guardare le sfilate delle modelle di Victoria’s Secret ed ascoltare musica, adoro Beyonce.

Per mantenerti così in forma cosa fai?
Nulla! (ride forte) Ringrazio madre natura di avermi fatta magra, per fortuna non devo fare palestra.


Qual’è stato il primo concorso a cui hai partecipato?
Sai, fin da piccola avevo questo sogno di essere una modella; ho visto nei concorsi una opportunità per farmi conoscere ed avere visibilità, spero che mi arrivino proposte lavorative interessanti!
Comunque, il primo concorso è stato Miss Barbie Europa Tx a maggio di quest’anno, organizzato da Gisela Gaucha, che è stata molto brava. Poi ho vinto il concorso di Miss Trans Sudamerica a Torino, una grandissima soddisfazione! A Miss Trans Italia SudAmerica sono stata accompagnata da una amica che mi ha anche cucito il vestito e truccata, è stata carinissima.

Che cosa miglioreresti nei concorsi?
Secondo me serve più unità tra le ragazze: serve più rispetto tra noi ed evitare i litigi. Il mondo dei concorsi comunque mi piace, penso che parteciperò anche ad altri, se mi chiamano.

Che sogni hai per il futuro? Lavoro…amore?
Non sono fidanzata, lo ero fino ad un anno fa ma ora mi ritengo più uno spirito libero! (ride). Ma credo nell’amore, quando arriverà il ragazzo giusto ne sarò molto felice.
Per quanto riguarda il lavoro invece mi piacerebbe avere un negozio di decorazioni per feste, tipo matrimoni, compleanni di bambini, eventi. E’ proprio il mio sogno: sono una persona molto curiosa e creativa e spero davvero di realizzare questo progetto!