Manca davvero poco al tanto atteso Ciao DragQueen – selezione Campania! La prima serata si svolgerà Sabato 20 Ottobre dalle ore 22 presso il ristorante Capaco di Frattamaggiore. A presentarlo, insieme a Sissy Daimond, ci sarà la favolosa drag napoletana Gold Queen. Vincitrice del concorso “The Oscars of Drag Queen Puglia“, quest’anno tra l’altro dovrà cederne il titolo. L’abbiamo raggiunta telefonicamente per un’intervista.


Buongiorno, raccontaci un po’ di te, siamo curiosi!
Sono Ivan Pasquariello, in arte Gold Queen e vengo da Napoli. Sono del segno Leone e come ogni Leone sono un po’ vanitoso e amante della vita: sono uno stilista e amo fare tutto ciò che è creativo.

Quando è nato il personaggio di Gold Queen?
Gold Queen è nata due anni fa, invogliato da alcune persone che già facevano le drag queen. All’inizio non amavo questo mondo e le giudicavo anche male, per via di quelle che, a parere mio, lo facevano con superficialità. Poi, andando in vacanza in Spagna a Torremolinos, vidi delle drag bravissime anche se non bellissime e magre, ma che portavano in scena il vero teatro e comicità con tale bravura che mi sono convinto. Così ho iniziato a fare delle serate, partendo dalla pizzeria di famiglia.

Quindi si può dire che il vero amore per questa Arte è scattata nel tempo?
La passione e l’amore per questo mondo drag mi è scattato nel momento in cui mi sono esibita per la prima volta. Li ho capito che quest’arte mi appartiene!

Chi sono i tuoi artisti preferiti?
Non ne ho uno in specifico, ma amo le grandi artiste come Withney Houston, Aretha Franklin, Mina, Christina Aguilera, Beyoncè. Diciamo che amo coloro che sanno fare spettacolo e fanno la storia della musica! Da piccolo amavo le Spice Girls (sorride).

E c’è oggi qualche personaggio di riferimento a cui ti ispiri?
Sinceramente non mi ispiro a nessuno. Io porto in scena me stesso e cerco di trasmettere ciò che ho dentro e di lanciare sempre messaggi sociali nelle mie esibizioni. Pensa, ho anche creato un monologo scritto da me a favore dell’uguaglianza e contro la discriminazione e il bullismo. Gold Queen rappresenta se stessa e i propri valori.

Un’iniziativa davvero lodevole. Cosa si può fare per combattere l’omofobia e la paura del “diverso” oggi?
Credo che l’omofobia è difficile da combattere perchè l’omosessualità è sempre esistita, esiste ed esisterà sempre. Purtroppo, c’è chi ci ama e c’è chi non ci accetta perchè hanno dei muri che noi non possiamo abbattere; ovvero: ci proviamo ma con tentativi invani. In Italia si spera in un’apertura maggiore. L’unica cosa che possiamo fare è non aver paura di dichiararci e accettare prima noi stessi, vivere la vita senza pensare di piacere agli altri e amare chi si vuole senza un se e senza un ma. Se ogni essere umano aprisse il cuore al prossimo il mondo sarebbe un posto migliore per tutti! La vita è una sola, quindi meglio viverla come meglio si crede perchè nessuno ci restituisce la felicità persa!

Che cosa significa essere una drag per te?
Per me essere drag è Arte, teatro, emozione. Per me la drag è quella che, dopo che fa emozionare la gente che ti guarda, deve saper immedesimarsi in un pezzo e a proprio piacimento deve raccontartela e fartela rivivere! La drag queen non è bellezza esteriore ma bellezza interiore e bravura nel saper calcare un palco anche da sola, senza ballerini che ti fanno da contorno!

Intervista a Gold Queen
Sabato 20 si terrà la prima serata di Ciao Drag Queen Campania, di cui sei presentatrice insieme a Sissy Daimond, sei elettrizzata?
Non ti nego che sono emozionata e ringrazio le madrine che hanno creato questo nuovo format, Gina Lellafrigida, Max cestaro Extremis e Princess Queen che hanno dato questa opportunità a me e Sissy! Sto portando avanti questo progetto come se fosse una mia creatura, so cosa vuol dire creare un concorso perche ne ho creato uno anche io (nb: Top Queen International) e so quanto amore c’è dietro a un progetto sul quale riponi tutte le speranze e aspettative!

Cosa dobbiamo aspettarci da questa prima, attesissima sfida? Come si svolgerà?
Aspettatevi il delirio perchè noi napoletane siamo “pazze” e molto solari: come si dice a Napoli “tenimm o’ pepe”, abbiamo il pepe! (ride). Si sfideranno due squadre, una anni 80 e una anni 2000, per aggiudicarsi quanti più punti possibili. Auguro ad ognuna di loro un in bocca a lupo: sono le mie cucciole e le amo!

Certamente sarà un successo. Ora, torniamo al tuo lavoro di performer drag queen, ti va di parlarci degli spettacoli che fai?
Io mi definisco una drag “classic-modern”, riporto uno stile classico in chiave moderna con coreografie ed effetti speciali che danno quel pizzico di “wow” in più! Amo i pezzi da interpretare, amo emozionare e amo cercare di trasmettere ciò che ho dentro anche al pubblico! Per me la gratificazione più bella è quando, dopo che ti sei esibita, ci sono persone che si avvicinano, ti abbracciano e ti guardano negli occhi dicendo’” brava, si vede dagli occhi che sei una persona con valori, mi hai emozionato!”.
Ecco, in quel momento sento di essere riuscita nel mio intento e non c’è nulla che possa eguagliare quel momento di stare al settimo cielo! La gente apprezza più le cose semplici e vere, non artefatte. La gente di Napoli ama i valori, il teatro ed io cerco di accontentarli con umiltà, il mio punto di forza!

E per questo che sei amatissima dal pubblico.
Il mio segreto è essere me stessa: spontanea, a volte odiata. Però non nego che mi amano tutti perchè sono umile e altruista, pronta ad aiutare e consigliare tutti, sono la prima che a volte chiede consigli e il pubblico mi ama perchè dice che riesco ad arrivare al cuore emozionando. Per me me non c’è gioia più grande!

Intervista a Gold Queen
Gold Queen, hai qualche sogno nel cassetto da realizzare ancora?
Non ho sogni nel cassetto, dedico ogni mio successo a mia mamma che non ho più da quasi due anni: lei mi appoggiava in pieno, ero all’inizio e lei era fiera di me, mi auguro che da lassù mi segua e che sia orgogliosa di me. Ogni mio successo lo dedico a lei perchè i successi, se non posso condividerli con lei non mi servono a granché, ma gratificano l’impegno che impiego nelle cose che faccio.

E siamo certi che hai in serbo per il tuo pubblico tanti meravigliosi progetti.
(ride) Beh, i miei progetti sono quelli di cercare di diventare un personaggio pubblico e far crescere il mio concorso Top Queen International che va in onda anche in tv in una rete locale campana, Italia Mia. Quest’anno diventa nazionale e spero che da li, come mi è capitato con “Ciao Drag Queen“, di poter un giorno collaborare in nuovi progetti per drag e non…qualcosa già bolle in pentola…ma shhhhh top secret , incrociamo le dita! (sorride)

Infine, vuoi aggiungere qualcosa, un tuo pensiero libero?
Si, voglio porre un pensiero per tutte le drag, c’è molta rivalità, e chi vive l’essere drag come se esistesse solo questo per loro. Ricordate che dietro le parrucche e tacchi siamo umani, non siamo in un’arena, abbassate le sciabole e spade e siate più solidali perchè ognuna di noi ha qualcosa da insegnare a qualcun altro, dalla drag emergente a quella veterana che è rimasta standard. Apritevi a nuove collaborazioni e aiutate le nuove leve, non tagliate i passi perche la ruota gira e prima o poi usciremo di scena tutte diventando delle meteore! Baci dorati dalla vostra Gold Queen.

Grazie a Gold Queen per questa bellissima intervista e a presto. Vi ricordiamo che “Ciao Drag Queen Campania” sarà trasmesso in diretta streaming da Piccole Magazine Tv.