Abbiamo fatto quattro chiacchere con Eliana Transex, bellissima trans escort colombiana, solare, determinata e che sa ciò che vuole. Conosciamola insieme.

Eliana Transex: ‘La vita è una, divertiamoci!’Ciao Eliana Transex, finalmente ci conosciamo, benvenuta a Il Piccole Magazine
Grazie a voi, sono molto felice di lasciarvi questa intervista, avrei voluto farlo già tempo fa ma per motivi di lavoro, viaggio e preoccupazioni varie non ero ancora riuscita.

Raccontaci un po’ di te.
Sono una ragazza trans colombiana, vengo dalla parte meridionale della Colombia, dall’Amazzonia e vorrei parlarvi del mio viaggio come donna trans.

Molto volentieri, è stato difficile?
Non è stato difficile perché ho sempre avuto il sostegno della mia famiglia, quindi penso di aver vinto una lotteria. Sfortunatamente però ci sono molte donne trans che non hanno avuto l’aiuto della famiglia. Questo è davvero importante e penso che riceverlo ti possa cambiare la vita, sia che tu sia donna transessuale, un uomo, un bambino o una donna eterosessuale.
Sono i genitori che dirigono i bambini verso il futuro, è con loro che ti confronti, ancora prima di sapere quale sarà la tua vita nella società. Ecco perché mi sento molto fortunata.

La famiglia è davvero la base fondamentale che ci costruisce come persone e ci aiuta a vivere in modo equilibrato. È interessante sapere che sin da quando eri piccola avevi già chiari i tuoi obiettivi su chi volevi essere e come volevi vivere.
Sono una persona persistente, che lotta e non si arrende mai. Fin dall’inizio sapevo cosa volevo nella mia vita, senza nasconderlo a nessuno.
È importante mostrarsi per quello che si è, non si dovrebbe vivere di apparenze. Sappiamo che ci sono molti ragazzi gay e donne transessuali, che lo fanno per colpa della società a discapito dei loro stessi vivono da soli. Questo è anche il motivo per cui mi considero una persona realizzata, perseverante e oserei dire anche completa.

Eliana TransexTu, come molte altre ragazze trans, hai deciso di fare la escort. Come mai?
Sono diverse le ragioni che spingono le persone come me a fare questa professione. Ho studiato scienze sociali, spero in un prossimo futuro di poter fare quello per cui ho studiato, ma per adesso sono molto felice così.

Durante la tua transizione è stato tutto sempre facile?
Di negativo non c’è molto da dire. Ho vissuto pochi momenti difficili ma come li viviamo tutti: sul lavoro, nella vita sentimentale ecc. Inoltre, non è un segreto, l’Europa in questo momento non sto andando economicamente bene, tutti noi cerchiamo di fare il massimo per andare avanti.

Qual’è stato il passaggio dall’essere specialista in scienze sociali ad escort?
Come ti ho detto all’inizio, è stato difficile. Ho studiato scienze sociali, adesso dovrei essere ad
esercitare la mia professione, ma la prima ragione è stata la separazione dei miei genitori. Non avevo più un sostegno finanziario ed era una situazione difficile. Mia madre si era appena laureata all’università e in Colombia non c’erano così tante leggi come adesso. Adesso infatti le leggi permettono alle persone transgender o LGBTQ* di lavorare senza discriminazioni di carriera. Questa è stata dunque l’opzione in quel momento.

E cosa ne pensi, rifaresti questa scelta?
Si perchè a poco a poco mi sono adattata e ora sono grata di farlo perché mi ha permesso di ottenere quello che non potevo ottenere con altri mezzi. E so che arriverà il momento in cui, grazie a questo, riuscirò finalmente a realizzare il mio sogno di lavorare nelle scienze sociali.

È interessante saperlo. È un peccato che molte persone classifichino ancora oggi la escort a qualcosa di negativo. Che tipo di persone ti contatto di solito?
La prima cosa da sapere è che noi siamo anche donne di compagnia. Noi siamo quelle che sanno come prendersi cura degli uomini che si sentono soli, che hanno problemi. Siamo come le geishe del passato.
Chi cerca la compagnia di una escort è spesso un uomo che ha bisogno di essere ascoltato. Noi serviamo a riempire quel vuoto, è una cosa molto importante per noi.

Intervista a Eliana TransexAlla fine sei un po’ come una psicologa.
Esatto, c’è chi è stato lasciato dalla ragazza, chi dalla moglie… L’escort non è solo chiamata a fare sesso, siamo anche delle dame di compagnia (sorride). 

Hai avuto qualche aneddoto curioso che ti è successo con una delle persone che ti cercano?Qualcuno si è mai innamorato di te?
Sì, mi è successo molte volte! (Ride) In tanti mi hanno detto quando torni in città scrivimi, tornerò a trovarti perché tu sei una realtà, sei vera come nelle foto. E insomma sono complimenti che mi fanno sentire bene!

E l’amore?
Beh, una volta ho incontrato una persona che ho pensato potesse essere il ragazzo per me…

E…?
E poi niente, una professionista deve separare la vita professionale da quella privata, le due cose non possono andare insieme. Se mi innamoro poi il lavoro non sarebbe più lo stesso, quindi ho deciso che se voglio avere qualcosa di serio prima o poi dovrò fare altro.

Hai mai considerato l’idea di lasciare da parte tutto e iniziare una nuova vita?
Sì, magari tra qualche anno perché insomma ammettiamolo, noi escort abbiamo una data di scadenza (sorride). È come quando si compra un prodotto, anche noi non dobbiamo superare quel limite. Vedo tante donne che continuano a fare questo lavoro nonostante l’età che avanza, io le guardo e penso di non voler fare la stessa cosa.

Intervista a Eliana TransexCosa vorresti fare, oltre a far fruttare i tuoi studi?
Mi piacerebbe tornare nel mio Paese, esercitare la mia professione, formare una famiglia e magari adottare un bambino.

Sono sogni molto belli. Parlando di qualcosa di più piccante, hai un tipo di preferenza sugli uomini che ti piacciono?
Beh, quando ho iniziato il mio periodo di transizione pensavo di dover essere sempre passiva. Poi, arrivata in Europa,
dove la mentalità è molto più aperta rispetto al Sudamerica, ho visto che ci sono tanti modi per poter essere soddisfatte. Ho iniziato ad avere rapporti attivi, restando comunque femminile, e mi sono piaciuti molto.
Quindi posso dirti che non ho una preferenza perché ci sono così tanti modi di fare l’amore!

Avrai delle preferenze però, a livello generale.
Mi piacciono le persone carine, educate, soprattutto pulite. Amo i gentiluomini insomma.

Grazie Eliana Transex, c’è un ultimo messaggio che vorresti lasciare ai nostri lettori?
Certo: siate chi vogliate nella vita senza mai ingannare nessuno. Divertitevi senza dispiacervi di chi siete, siamo nel 2019, siamo nel 21 ° secolo, la vita è una, non è come un paio di scarpe…ne trovi 2 e 3 e le compri.

Hai ragione Eliana, è davvero un buon consiglio. La vita è una e va sfruttata al massimo giorno dopo giorno. È stato un piacere averti qui e intervistarti speriamo di risentirci presto.
Grazie a voi de Il Piccole Magazine. Un bacio dalla vostra Eliana Transex.

Mira la entrevista aquí: