Dominatrix Medusa: un’unica Regina, un unico Impero Interviste Mistress Interviste

Dominatrix Medusa: un’unica Regina, un unico Impero

Share:

Domina indiscussa, austera e bellissima: vi presentiamo Dominatrix Medusa, top mistress trans brasiliana ora a Bergamo, dagli occhi da gatta e fisico mozzafiato. E’ perfetta per far vivere momenti di pura trasgressione e perversione e l’abbiamo intervistata per voi, lasciatevi conquistare.

Dominatrix Medusa: un’unica Regina, un unico ImperoBuongiorno Dominatrix Medusa, è un piacere, siamo curiosi di conoscerla meglio.
Buongiorno a voi, vengo dal Sud del Brasile, ho 25 anni, lavoro nel settore della moda oltre che come Mistress e sono venuta in Italia grazie ad una amica che mi ha invitata qua per le ferie.
Ala fine mi è piaciuto e mi sono interessata a lavorare come Dominatrice professionale che è una cosa che già mi piaceva molto, lo faccio fin da ragazzina.

Come è entrata in contatto con questo mondo?
Ho conosciuto un ragazzo tramite una chat in Brasile, lui mi ha chiesto di fargli vedere i piedi e da lì in poi mi sono immersa in questo mondo.

Quindi ha iniziato con il foot fetish in Brasile?
Si.

Del BDSM cosa Le piace di più, cosa La emoziona?
Mi piace vedere lo schiavo maltrattato ma che sente piacere allo stesso tempo. Tra le pratiche che più mi piacciono ci sono il Fisting e il Ball Busting, cioè i calci alle palle ecc…(ride)

Oltre il BDSM, c’è qualcos’altro che Le piacerebbe raccontarci sul suo quotidiano? Ha altri hobby?
Allora, Medusa è un personaggio, ma un personaggio che fa parte della mia persona.Mi piace leggere molto sulla moda, poiché sono anche una modella e lavoro anche nel settore della gastronomia, ma questo in Brasile, non qui in Italia.

Il mio hobby è viaggiare, conosco già buona parte dell’Europa, sono innamorata del Giappone, ci sono già stata due volte ed è stato il viaggio dei miei sogni perché, quando mi sono sposata in Brasile siamo andati in luna di miele in Giappone a Tokyo. Dopo sono andata in Thailandia e sono stati i viaggi più d’impatto, per me!

Arrivare invece qui in Italia com’è stato? Vede alcuna differenze tra essere una Mistress all’estero in confronto a qui?
Si, c’é una differenza molto grande. Il BDSM in sè nell’Europa é un qualcosa che ha molta più ricerca in confronto al Brasile, perciò quando sono venuta qui avevo già in mente ciò che avrei fatto come lavoro.
Penso che ci siano poche trans dominatrici che fanno questo lavoro in modo professionale e che conosco davvero ciò che stanno facendo.
Siccome già mi interessavo di questo in Brasile, ho approfittato per fare questo anche qui in Italia, io faccio Shibari, faccio Fisting, Inversione, Ball Busting…non ho alcuna pietà dei miei sottomessi, perché faccio una cosa che mi da piacere, non solo per i soldi, ma perché mi fa piacere.

Dominatrix Medusa: un’unica Regina, un unico ImperoE’ proprio di carattere essere dominante.
Sono una persona con un personalità estremamente forte e finisco per avere il dominio anche nel quotidiano, ma nonostante questo tengo divise le mie diverse personalità, Luccy da Medusa, e Medusa da Amanda. Sono variabile anche dividendole e ho comunque sempre il controllo delle situazione.

Luccy é una delle Sue personalità?
Si si possiamo parlare anche di lei.

Ok, Luccy quando viene fuori? Com’è lei? Più dolce oppure anche lei ha il suo lato dominatore?
Luccy è una ragazza bellissima, magra, alta, con gli occhi verdi, molto elegante, di buon gusto, molto educata… ma nonostante lei sia dolce, ha anche lei un po’ della dominazione. Fa parte della mia persona, comunque riesco ad equilibrare il mio essere dominante con tutte queste persone che vivono in me.

Qual’è stata la richiesta più strana mai sentita?
Guarda, c’è stata una richiesta diversa, non strana o bizzarra, come lo Scat e il Pissing ma proprio diversa, ed é stato dormire! Dormire mentre lui si masturbava guardandomi per una mezz’ora…ecco questa è stata una cosa diversa, molto diversa. E’ un Fetish che non è comune, non viene richiesto molto nel lavoro in web cam o personalmente.

Ha già un Suo Dungeon qui in Italia, come si sta organizzando?
In Brasile lo avevo perché vivevo in un appartamento dove avevo una stanza esclusiva per questo tipo di lavoro. Mentre qui in Italia, siccome sto girando molto non ho un posto fisso per ricevere i miei slave. Nonostante questo ho le attrezzature basiche che sono le fruste, corde, candele, aghi, dildo…tutto il necessario per soddisfare i miei schiavi.

Un pregio e un difetto del Suo lavoro?
Un pregio è che sono innamorata del Latex che è un mio fetish! Il difetto sarebbe la mancanza di pulizia dei sottomessi che mi cercano, perché io offro un lavoro di qualità, con molta pulizia e educazione. Non ricevo qualsiasi persona semplicemente facendo una cosa o l’altra, no. Questo lato del mio lavoro finisce per essere un po’ negativa perché sono una persona molto pulita.

Chiaro. Una curiosità, come coniuga la vita personale e quella professionale?
Ci riesco si, anche se lavoro 24 su 24. Se ho un appuntamento per uscire a pranzare o cenare, oppure una colazione con gli amici o anche un viaggio, non li disdico mai all’ultimo. Ho un’agenda e ho bisogno di essere avvisata un’ora prima, perché in base a ciò che viene richiesto devo cambiare la mia alimentazione, cosa bevo o ingerisco.

Progetti futuri?
Ho il sogno di fare un viaggio per vedere l’aurora boreale che credo sia bellissima e non ho ancora avuto questa opportunità. In generale, mi vedo come una donna indipendente come sono già ma ancora di più, ricca, di successo e felice, più felice ancora (sorride). Una Regina Dominatrice con il mio impero.

Pensa di restare qui in Italia?
Chi lo sa. Io spero di mettere da parte abbastanza soldi per condurre una vita agiata. Vorrei avere un Dungeon per il BDSM e FETISH, non solo per me ma anche per le altre Mistress e magari lavorare insieme. Voglio avere un play completo con il sotterraneo, con gli elettro stimolatori per chi piace la scossa. Vedi, io sono estremamente aperta e vorrei anche una qualificazione in questo.

Un Suo libero pensiero per concludere questa intervista?
Fai quello che vuoi e sii felice, non pensare a ciò che gli altri diranno o penseranno di te o come ti giudicano, la vita é una sola e dovresti viverla come se fosse il tuo ultimo giorno. Non lasciare a domani ciò che puoi fare oggi.

E’ stato un piacere immenso conoscerLa Dominatrix Medusa, grazie ancora.

Entrevista com Dominatrix Medusa, a rainha do latex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *