Oggi conosciamo meglio Domenica Pace, famosa modella, presentatrice d’eventi, scrittrice di moda ed anche autrice di libri. E’ una donna decisamente poliedrica ed affascinante ed abbiamo chiacchierato con lei a proposito del suo lavoro e di “Miss Informissima“, il concorso nazionale che presenta, e che è portatore di una importante finalità sociale, in quanto dice di no all’anoressia e no alla violenza sulle donne.

Buongiorno Domenica, presentati ai nostri lettori.
Ciao sono Domenica Pace, in arte Nicholl, pseudonimo che ho scelto nel settore della moda. Sono nata a Taranto nel 1987. Attualmente sono autrice, modella, fashion blogger e presentatrice d’eventi.

Come ti descriveresti di carattere?
Caratterialmente sono spumeggiante, trasparente e se le cose non procedono nella direzione che prediligo, divento musona e tendo ad isolarmi.

Di che cosa ti occupi esattamente?
Attualmente scrivo articoli di moda per riviste online come “Modapp” e “Fashionaut”. Presento grandi eventi tra cui il concorso nazionale di bellezza “Miss Informissima” e il concorso di bellezza “Una notte da Vip” 2018. A notarmi è stato il titolare dell’agenzia “Avrecords Digital production” di Milano. Gestisco anche il mio blog denominato “stylemaking”, offrendo pubblicità alle attività commerciali esistenti in tutta Italia, creando articoli di moda sui marchi testati. Inoltre, collaboro con la rivista di musica “Almax Magazine” di Modena, in cui sarò in prima linea per intervistare band musicali importanti.

Insomma, si vede che sei una donna che ama il proprio lavoro!
Esatto! Amo quello che faccio e sono una donna “casa e lavoro”. Non me ne vergogno, anzi ne vado fiera.

Quando hai iniziato la tua attività?
La mia attività professionale è iniziata a 13 anni, nel 2002, con il mio primo debutto in passerella: ero magrissima ed alta 1,74 e fui notata da Enzo Zambetta. Questo ha soddisfatto il mio ego, offrendomi anche la possibilità di guadagnare e di mettermi in discussione. Inoltre, ho avuto la possibilità di frequentare e conoscere tante persone interessanti.

Sei anche la presentatrice di un importante concorso nazionale. Ce ne vuoi parlare?
Si, sono la presentatrice del concorso di bellezza “Miss informissima”che dice di no all’anoressia e no alla violenza sulle donne. E’ un’occasione per lanciare un messaggio a tutte le ragazze: la bellezza non ha una “misura” ed infatti il concorso vede sfilare miss dalla taglia 38 fino alla 46. Diciamo che le agenzie competono e gareggiano per avermi nel loro staff ma io ho prediletto questo concorso perché ha sposato dei fini sociali che io tengo a cuore.

Sei anche una modella piuttosto affermata e conosciuta, cosa ti piace di più del mondo delle sfilate?
Ormai ho diciassette anni di esperienza nel settore della moda. Di questo settore amo gli abiti che sfoggio e la passerella che da sempre mi regala forti emozioni, compreso l’affetto che mi trasmette il pubblico.

Chi sono le tue fonti di ispirazione? Hai qualche personaggio che ammiri particolarmente?
La mia fonte d’ispirazione è la top model argentina Valeria Mazza. Lei è sempre stata una modella seria, che non ha mai fatto parlare della sua vita privata. Poi mi è sempre apparsa una donna bellissima e realistica, ed in questo mondo esserlo è importante. Ammiro anche tanto Naomi Campbell, la modella britannica. Lei è davvero una delle più belle donne al mondo esistenti, con misure canoniche da far e invidia a tutte…invidia in senso buono..s’intende (ride).

Hai raggiunto tanto nella tua vita fino ad oggi. Hai altri sogni da realizzare ed obiettivi?
Di sogni ne ho realizzati tanti: il conseguimento della mia laurea, la pubblicazione dei miei libri, l’incontro con le persone giuste che mi hanno permesso la preparazione nel settore della moda. Diventare modella non e’da tutte. Non esistono modelle solo per il viso, così come in molte sostengono. Essere alte 1,65 non ti permette di entrare nel settore, né tanto meno se sei una taglia 44-46. Bisogna comunque essere fiere di se stesse ed accettarsi al di là delle misure. Per me diventare modella è stato un gran sogno tramutato in realtà e questo grazie alle mie misure e alla mia preparazione. Ho investito tempo e soldi in corsi di posa e di portamento e oggi posso dire di aver realizzato i sogni che avevo da bambina. Ovviamente, alcuni altri piccoli sogni nel cassetto permangono…ma non li dico per una questione di scaramanzia!

Seguite Domenica Pace su:

www.domenicapace.blogspot.it
www.bitly.com/domenicapace

Salva