Ospite con noi oggi, per la nostra intervista, Cataldo Todaro, presentatore, attore teatrale, vocalist e dj. L’istrionico showman tarantino, ma padovano d’adozione da ormai 20 anni, fa anche parte della compagnia teatrale “I Ricci” di cui è direttore artistico e recentemente ha presentato, insieme a Shantey Miller e Nanà Saturno, lo spettacolo benefico “All i want for Christmas is you“.

Intervista a Cataldo Todaro: 'vivo la mia vita come fosse un palcoscenico'Buongiorno Cataldo, raccontaci di quando è nata la tua passione per il mondo dello spettacolo.
Buongiorno. Allora…all’età di 20 anni lavoravo in un locale come cameriere, avevo già la passione per il canto e il mio cantante preferito all’epoca era Renato Zero. Mi piaceva imitarlo nella voce e nel modo di vestire e così un giorno i proprietari del locale, sapendo della mia passione, mi hanno aiutato a fare le prime serate . Così è nata la mia passione per il palcoscenico, che è andata crescendo un poco alla volta nel corso del tempo. Vivo la mia vita come se fosse sempre un palcoscenico.

Il 16 dicembre co-condotto l’evento benefico “All i want for Christmas is you“. Sei soddisfatto?
Si, è il secondo anno che organizziamo questo evento e anche stavolta è stato un grandissimo successo, abbiamo fatto sold-out! Sono orgoglioso di aver lavorato con due grandi artiste come Shantey Miller e Nanà Saturno, abbiamo recuperato un bel po’ di soldi da dare in beneficenza.

Il ricavato è andato in favore dell’associazione “Progetto Cernobyl” di Abano Terme, come mai questa scelta?
Li conosco da tanti anni, proprio perchè con il mio gruppo teatrale abbiamo fatto diversi spettacoli a loro favore. So che è che un’associazione seria che si occupa di bambini della Bielorussa nel periodo della tragedia di Cernobyl, ma non solo, adesso. Comunque, ogni volta ci dicono poi come hanno utilizzato i soldi che abbiamo donato (sorride).

Quanto è importante la solidarietà al giorno d’oggi?
Con la compagnia “I Ricci” è da anni che facciamo beneficenza, che è lo scopo poi per cui è nata questa la compagnia di cui faccio parte. La solidarietà è importantissima proprio perchè le Associazioni a cui doniamo operano nel territorio e di solito ricevono pochi aiuti da parte dello Stato. Per questo siamo felici di aiutare.

Intervista a Cataldo Todaro: 'vivo la mia vita come fosse un palcoscenico'Cataldo Todaro, oltre allo spettacolo che altri interessi hai nella vita?
Sopratutto la musica: mi piace cantare, esibirmi…la musica è sempre stata la mia fonte di ispirazione per tutto. Poi naturalmente, il Teatro, che la fa da padrone (sorride).

Che caratteristiche deve avere un bravo presentatore secondo te?
Quando vedo qualcuno presentare, a me interessa che sia chiaro e faccia capire quello che sta succedendo. Nella mia esperienza, mi capita spesso di presentare concorsi per drag queen e, per esempio, in questi concorsi è fondamentale spiegare bene il regolamento. Poi bisogna essere simpatici e solari.

E il futuro come lo vedi, hai qualche progetto in campo?
Eh, mi piacerebbe dedicarmi molto di più al teatro e allo show in generale, lavoro permettendo. Ma in questo momento non ho progetti veri e propri, ho più che altro dei sogni nel cassetto. Uno sarebbe quello di fare della radio, è un’esperienza che mi manca: una volta sono stato ospite di una radio e un’altra volta ho partecipato a un programma del Padova Pride Village ma sarebbe bello avere un programma tutto mio e avere il contatto con il pubblico.

Noi ti auguriamo di realizzarlo presto.
Grazie, anche per questa intervista, ci vediamo presto e un bacio a tutti!

Ringraziamo Cataldo Todaro per il tempo che ci ha dedicato e vi ricordiamo che potete vedere l’intero reportage della serata “All i want for Christmas is you” sul sito Piccole Magazine Tv.