I Glitter Diamonds, ovvero i fratelli Eleonora e Francesco, sono un nuoto duo vocale fiorentino che si ispira al mondo drag nei look, creando delle performance ispirate al teatro e al musical. Recentemente li abbiamo potuti apprezzare al concorso Miss Rome Queen, organizzato da Priscilla Favolosa al Caffè Letterario di Roma, dove pare siano primi in classifica di gradimento.

Buongiorno Francesco ed Eleonora, è un piacere per me conoscervi. Raccontate al nostro pubblico qualcosa di voi.
Ciao a tutti! Di solito ci esibiamo sia con brani editi sia con brani inediti nostri (su Youtube potete ascoltare e vedere il nostro primo brano e primo video, DIVA ). A volte ci avvaliamo anche di usare la tecnica lirica che abbiamo appreso in maniera solida grazie a Anna Ugolini e Alessandro Pegoraro. Nella vita di tutti i giorni Eleonora è una fotografa e Francesco è un make up artist, insieme abbiamo uno studio fotografico a Sesto Fiorentino, “Photo and the city” dove facciamo le nostre rispettive professioni.
La maggior parte delle volte ci esibiamo con delle band, adesso siamo i lead vocalist degli “You Can Only Win” band anni 80. Quindi i nostri palchi sono principalmente discoteche e feste private di vario genere.

Insieme formate il duo Glitter Diamonds, come è nato il vostro sodalizio artistico?
Nasce ufficialmente nel 2013 ma in teoria da sempre, essendo fratelli e avendo iniziato a studiare canto e musica da piccoli, i nostri insegnati hanno da sempre sostenuto e appoggiato questo progetto e per questo ringraziamo Luisella Sordini, nostra vocal coach e la Voice Accademy.

Quando avete iniziato ad interessarvi al mondo dello spettacolo?
La passione è nata strada facendo, soprattutto quando abbiamo capito che i nostri gusti erano diversi ma complementari e quindi amalgamabili.

Che genere di spettacoli proponete al vostro pubblico?
Nel nostro percorso artistico siamo stati entrambi “accecati” dalla magia del teatro e del musical (per questo dobbiamo ringraziare la Off Musical di Scandicci e Lorenzo Salvadori). Quello che andiamo a proporre sono spettacoli strutturati in modo da far vivere allo spettatore un’atmosfera fiabesca da musical, con l’impronta dei Glitter Diamonds, dove basiamo il nostro personaggio sul bianco e nero, bene e male, sex appeal e purezza ecc.

Tre aggettivi per descrivere la vostra Arte?
Libertà, estrosità, tecnica.

Nel vostro duo, vi suddividete “i compiti”?
In teoria abbiamo dei compiti ben definiti ma collaboriamo sempre in modo che tutto diventi un’idea comune e quindi una cosa sola.

Chi ci mette più tempo tra voi con il trucco e parrucco?
Considerando che qua il make up artist è francesco direi francesco (ridono)

Siete primi nella classifica di gradimento a Miss Rome Queen, come vi sentite?
Innanzitutto dobbiamo ringraziare Priscilla Favolosa, l’organizzatrice, che ha creduto nella nostra artisticità e di conseguenza noi crediamo in lei e nei suoi progetti.
Il fatto di essere primi in classifica è per noi un un’onore ma anche una cosa inaspettata, perché, come detto prima, noi siamo performer che si ispirano al mondo drag e non siamo drag queen, quindi siamo molto contenti.

E’ il primo concorso a cui partecipate o avete partecipato anche ad altri?
No, non è il primo, sia come coppia che come singoli. Eleonora ha vinto nel 2018 Miss Bio Queen al Burlesque Festival di Ferrara, abbiamo partecipato al primo concorso organizzato dalla International Star Music vincendo il premio di gradimento del pubblico. Non essendo il nostro mondo, abbiamo partecipato più che altro a provini…nello specifico, X-Factor, Santomatolive, Voiceacademy on Stage, provini con agenzie e talent scout ecc..

Secondo voi, che cosa bisogna fare per stupire sempre pubblico e giuria?
Crediamo fermamente che alla base di un’artista ci debba essere tecnica, per riuscire ad esprimersi in maniera più sicura e diretta possibile.
Ogni pubblico è a sé, quindi è difficile sapere come fare a sorprendere ogni sera le persone che hai davanti. Fondamentalmente siamo noi artisti che con la nostra sensibilità dobbiamo riuscire a catturare l’attenzione del pubblico per riuscire a portarlo nel mondo che abbiamo creato, e questo il teatro lo insegna bene.

Ci sono artisti che amate particolarmente e da cui prendete ispirazione?
Considerando che noi siamo un gruppo che si crea abiti, scenografie, trucchi, acconciature, coreografie, basi (edite e inedite) completamente da soli, abbiamo una valanga di artisti ai quali ci ispiriamo per i nostri personaggi e i nostri spettacoli.
Elencherò solo i principali che ci accomunano, partendo dalla musica, Lady Gaga, Beyoncè, Michael Jackson, Queen. Per il make ci ispiriamo a molte drag e queer come Kim Chi, Milk, Rock m Sakura, Creme Fatale, Axel Andrews ecc.

Progetti futuri?
Stiamo lavorando al nostro primo EP, che speriamo possa uscire nel 2021.
Stiamo preparando uno show firmato Glitter Diamonds, Francesco è da poco diventato il frontman della band progressive metal Anvil Theraphy.
Infine, una piccola anteprima, stiamo creando un brand di cosmetici nostri, ma la strada è lunga!

Sogni nel cassetto da realizzare?
Vincere un Grammy Awards!

Un vostro pensiero libero su quello che volete?
Amatevi e non odiatevi, tutti noi abbiamo la nostra unicità, cerchiamo sempre di vedere il bello nelle persone e non il contrario, ci sono già troppe persone che diffondono odio gratuito e questo ci fa solo male. Aiutiamoci sempre, sopratutto noi artisti, perché in questo campo se non ci spalleggiamo fra noi non ha senso creare arte per il pubblico. Detto questo, ringraziamo ancora Patrizio e il Caffè Letterario che ci permette di poterci esibire sempre come vogliamo. Un bacio glitterato dai Glitter Diamonds a tutti i lettori di Piccole Magazine e a te Alessia che ci hai intervistato.

Grazie a voi Glitter Diamonds e in bocca al lupo per la vostra carriera!

Inoltre, guardate tutte le altre video interviste su Il Piccole Magazine Tv.

Condividi