– Veronika, questo 2020 è stato un anno particolare per tutti, specialmente per te. Cosa ti ha lasciato quest’anno che sta per finire?

Allora, questo è stato un anno particolarissimo per tutti, purtroppo la gente dice il 2020 è un anno da dimenticare, No, magari in campo economico o tema politico che lasciamo perdere.

Per le cose positive, noi esseri umani siamo arrivati ad un punto in ci eravamo dimenticati di tutto, per via del lavoro, per la crescita personale, per cercare di essere qualcosa, va bene, quella è una cosa che dobbiamo fare perché viviamo in un mondo globalizzato ed è questo il mondo di oggi.

Dobbiamo lavorare però non dobbiamo dimenticarci che abbiamo dato tutto il meglio di noi stessi per noi, che abbiamo il privilegio di avere dei genitori, di avere un papà, una mamma, uno zio, una nonna, dico principalmente per noi, veniamo in un paese qui in Europa, all’estero, siamo transessuali che usciamo dal nostro paese perché non abbiamo opportunità, come invece abbiamo oggi, quelle che non avevamo 17 anni fa, quindi oggi possiamo essere qualcosa al di là della prostituzione, al di là dell’essere tassato dalla società per avere dei limiti e quindi dobbiamo ricordare queste cose, ricordare che sono tante cose banali a quale questo per me è per tante altre persone è stato positivo.

E poi purtroppo la cosa negativa è che quelle persone cattive, hanno buttato fuori la repressione della cattiveria che avevano dentro loro stessi, quindi, sono diventati più cattivi, capisco che la gente sia agitata, tutti preoccupati, pieni d’ansia, non sappiamo ciò che succederà domani ma per questo il 2020 non è un anno da dimenticare, anzi è un anno a cui guardare in dietro e fare in modo di vivere in maniera diversa, per essere pronti per vivere un 2021 di un modo diverso.

– Siamo a poche ore da iniziare un nuovo anno. Come ti prepari per il 2021?

L’anno si sta chiudendo, l’anno praticamente è chiuso, io mi preparo, mi dedico, nel lato spirituale, alla mia famiglia, meno male la tecnologia ha anche il suo lato positivo e anche il suo lato negativo, ovviamente per quello il mondo sta come sta.

Io quello che faccio è collegarmi con il lato spirituale, per ringraziare per la mia vita, le persone che ne fanno parte, e per chiedere sempre un po’ che l’umanità riesca a cambiare, comunque le persone cattive, come dico sempre, vorranno sempre quello, e purtroppo nel mondo, se pensiamo a questo modo, diciamo che possiamo mollare, perché comunque facciamo del nostro poco, però facciamo la nostra vita, anche se c’è un modo diverso, un modo di vivere diverso in cui stiamo facendo la nostra parte.

Posso dire a tutti, di pensare a ognuno, pensare ad essere migliori, perché è una cosa per cui abbiamo la capacità, Dio non ci ha fatto così, siamo diventati così, magari per maturità, per essere oggi magari che sono nel fiore dell’età, oggi ho consapevolezza, cosa che non avevo, e quindi, desidero e preparo per me e per tutte le persone che fanno parte di questo piano nel quale viviamo in questo mondo.

– Torniamo a tutto ciò che hai vissuto nel 2020, specialmente sui traguardi che hai raggiunto, ad esempio, il premio vinto come T-Girl dell’Anno, il reality Wild Girls, Il Calendario e tante altre cose che sono accadute durante l’anno in mezzo alla pandemia. In tutto questo, secondo te, come pensi di esserci riuscita?

Allora riguardo al premio dell’anno, ancora non l’ho vinto, sono nella Nomination come la prima trans a presentare un evento hard in Italia e questo mi riempie di gioia perché è una cosa speciale, perché alla fine che sono straniera, quello è già una marcia in più, sono stata la prima perché in questo tipo di evento le sexy star trans hanno solo 5 minuti di spazio e poi sono dimenticate, e quindi, salire sul palco per presentare delle persone veramente importanti come sono Steve Morelli, Franco Trentalance, Priscilla Salerno, Vallery Vita, e tanti altri.

Per essere transessuale nel mondo dell’hard, di cui anche io faccio parte, essere riconosciuta in Europa, in Italia specialmente, questo per me è un onore e una gratitudine immensa a tutte quelle persone che mi hanno permesso di arrivare lì, perché ho cercato sempre di fare del mio meglio, trattare bene le persone, coinvolgere le persone che mi vengono a cercare, salutare, purtroppo non abbiamo tutto perché abbiamo anche la nostra vita personale e questo per me, stare nella nomination come la Miss Social, e vincere, chissà, spero di essere votata, per la terza volta consecutiva essendo la prima trans brasiliana a partecipare ad un concorso e vincere in seguito, se vinco la terza volta, tre premi T-Girl anno 2018, T-Girl anno 2019, Miss Social, e la presentatrice del Gran Gala 2019 per me è un onore per chi mi ha fatto vincere, per chi mi ha fatto presente con questo regalo, con questo cadò, praticamente non è mio, è nostro, è di miei followers, delle persone che mi hanno fatto crescere come Veronika Havenna.

Il Calendario è stato una cosa umanitaria uscita dal mio lato di Acquario, non mi aspettavo comunque che doveva finire così, abbiamo fatto un calendario per i nostri followers, però come la pandemia ha presso a tutti così all’improvviso, io come  Tia Pagarollo, abbiamo deciso di fare questa festa, sia per finire dopo il lockdown, dopo le vacanze estive, aiutare un po’ di gente insieme, aiutare il prossimo con piccole cose, grandi gesti, come lo fa Piccole Trasgressioni, con queste cose siamo riuscite a fare il nostro piccolo e cambiano così tante cose che ti hanno fatto il successo.

Io non ho mollato, non mi sono fermata, dal momento al quale ho creato anche il Fantasy 2020-2021, che è il progetto fotografico del mio calendario ed i miei prossimi progetti di cui ora non posso parlare, perché sono un segreto, è un periodo in cui hanno sparato senza sapere tutto quanto poteva succedere, anche per questo sono andata in Brasile, perché ho fatto dei passi molto avanti di quanto potevo, perché non è che io ho uno sponsor, faccio tutto da sola, quindi, è stato un anno di soddisfazioni lavorative per me molto ma molto grande.

Il reality Wild Girls, produrre, partecipare, sarà un ricordo indimenticabile, un altra cosa che ho scoperto dentro di me, diciamo che la Veronika è una ragazza, è una Trans Woman Rider che ha mille e una utilità, quindi ho scoperto anche un nuovo lato di me, partiamoci in grinta se va tutto bene, per una Quarta Edizione del Wild Girls, mentre il mondo si è fermato, ho cercato di fare il mio percorso, ho cercato di seguire la mia carriera, di seguire le mie cose e di farle, e poi sono più contenta ancora di essere riuscita ad entrare nella memoria di tante persone giù di morale, con questi progetti realizzati quando la gente aveva più bisogno,

Wild Girls è arrivato nei momenti di un secondo lockdown, il calendario è stata una festa per aiutare il prossimo anno una istituzione di carità per bambini, al quale abbiamo riunito la gente che aveva vissuto tutto quello nel prima pandemia che è iniziata il 8 di Marzo ed è stata una cosa brutta e avere questa cosa, tutto questo, per me non è solo un onore, è una gioia che mi rende speciale, perché io sono riuscita a portare gioia alla persone che stavano per mollare, quella è una cosa molto importante, di quello che mi avete dato ancora più voglia di fare per portare agli altri, perché io ho superato all’inizio la prima pandemia, con molta forza, era quello che volevo dalle persone, la forza, perché la forza è uno stimolo che sta dentro di noi, le cose delle nostre vite sono molto psicologiche, quindi non dobbiamo sottovalutare il nostro potenziale, quindi questo è una gioia grandissima a cui io, purtroppo non posso leggere ne rispondere a tutti, ma ricevo messaggi delle persone che mi ringraziano e quello mi rende la persona più speciale, posso stare giù ma quando leggo un messaggio di questi, il mio cuore si accende, e accende dentro di me un fuoco che brucia tantissimo.

– Tutti i tuoi successi, hai persone a cui ti piacerebbe mandargli un ringraziamento?

Ho delle persone da ringraziare, si, perché sono estremamente grata. Prima cosa ringrazio a voi di Piccole Magazine, per le opportunità che mi avete sempre dato. Secondo, a Tia Pagarollo, che dal 2015, produce, gestisce la mia immagine televisiva, e quindi, ci tengo tanto non solo a livello professionale, ma il lato umano, anche per la storia. Ovviamente a Hard Channel per la opportunità, alla TV Prima Free per avermi dato lo spazio, e anche altri progetti che verranno ma non posso parlare, perché i progetti devono essere saputi quando sono pronti, e quindi, tutto lo staff del Fantasy 2020-2021 che sono tutti i fotografi che hanno fotografato Veronika Havenna e che hanno fatto essere chi è Veronika Havenna dal 2009 fino al 2021, quel giorno 13 che sono arrivata qua in Italia, Moises Franca, Glauber Bassi, Emmanuele Appendino, Pio Bellas Victor Galvao e Diego Morales, tutti quelli che hanno partecipato in questo giorno, Mimmo La Stella che scriverà uno di miei libri, perché in realtà saranno due, uno del lato mio più trasgressivo e uno della mia biografia, però stanno fermi davanti a tutta questa cosa del Wild Girls, alla premiazione di Hard Channel, tutto qui.

– Del premio T-Girls in cui sei stata nuovamente nominata da Hard Channel, cosa ci racconti? Le votazioni sono aperte per poterti votare? Ti va da fare un invito a tutti i tuoi followers per votarti?

Per tutti miei followers, siamo nella finalissima, stiamo finendo praticamente, quindi dovete correre, e quindi, come a me piace fare le cose esclusive, a quelli io c’è l’ho tante persone che mi seguono, ma non tanto per la Veronika Pornostar ne per la Veronika Pornoattrice, ma per la Veronika Persona, quindi, correte e votate sul mio social, dove sono stata la Miss del mese di Febbraio, dove ha iniziato l’incubo, chi mi segue, io regalò il Met Pass, per la prossima Tap insieme per fare vedere e fare foto con tutti gli artisti e avrà un calendario firmato da me e le altre pornostar.
Ovviamente voglio ringraziare tutti quelli che hanno votato dal 2015 quando ho iniziato nelle votazione di Hard Channel, il quale dal 2018 ho vinto il premio esattamente dopo di aver vinto Miss World T-Girl in Brasile 2016, e quindi 2019 come T- Girl International, perché Veronika Havenna è un nome internazionale visto che è dal 2006 che sono nel settore dell’hard e per gli adulti, ringrazio a tutti quelli che hanno votato per me sia dalla prima volta fino a questa e che continuano a stimarmi, grazie di cuori.

– In fine Veronika, sei una persona che sa prendere la vita in modo intelligente e positivo. Secondo la tua esperienza di vita, quali sarebbero le tue parole per tutti quelli che pensano che la vita è finita con questa pandemia? E anche le parole per le famiglie di quelle persone che hanno perso un caro familiare? I tuoi auguri per questo 2021.

Anche le persone persone forte hanno la loro debolezza, non esiste il bene senza il male, la forza non esiste senza debolezza, il problema è che noi siamo semplicemente le persone a quale noi possiamo cambiarle tutto, perché noi nella nostro mente, nel nostro modo di essere, anche se ci sono tanti motivi, anche se chiediamo a Dio, ma perché succede questo a me? Perché nella vita è per caso, tutto nella vita anche se la cosa è più difficile del mondo si deve togliere il lato positivo, perché un giorno dovremmo sapere il perché è successo questa cosa, il perché di quella cosa brutta che si diventerà senza sbagli nella vita, senza drammi, non diventeremmo persone evolute, perché la vita è un processo di evoluzione, per quelle persone che  rimangono sempre le stesse.

La vita non è finita, la pandemia è venuta, l’economia globale è distrutta, la parte psicologica di tante persone, pero siamo vivi, possiamo ora ancora di più, vedere il mondo in modo diverso e cambiare assolutamente il nostro atteggiamento per fare la nostra vita migliore e per diventare migliore la vita di chi ci sta vicino.

Quindi le mie parole sono: Rivediamo i nostri concetti di vita, non ci stiamo a chiedere il perché, ma sapremmo prima o poi il perché, prenditi tutto quello, è brutto perdere un dito,  per un genitore non avere il mangiare per i suoi figli, però le opportunità non sono finite, se tu hai lottato, lotta ancora di più, se hai corso, corri ancora di più, fai ancora di più, niente è impossibile finché Dio ci possa dare l’opportunità di essere vivi e possiamo cambiare la nostra vita e possiamo portare miglioria, perché i miracoli non succedono se tu vai in una chiesa a pregare, se tu no ti colleghi con Dio, le cose non cadono dal cielo, le persone si fermano a lamentarsi ma non stanno in dietro a quello che vogliono, perché niente succede così nella vita. O tu nasci ricco, o miliardario, o nasci nella culla d’oro, altrimenti se tu non vai sul campo di battaglia non vincerai mai una battaglia, quindi lottiamo, lottiamo e lottiamo.

Per tutti i followers, per il Piccole Magazine, per tutte le persone che mi hanno sostenuto, che hanno fatto crescere il personaggio di Veronika Havenna, io desidero lasciare i miei sinceri auguri per il 2021 con tanto amore, con tanta trasgressione che è ovvio che fa parte dell’istinto naturale della vita, con tanta gioia, con tanta voglia di rifare, di ricrescere, di conquistare, di andare in dietro in più, nel vedere che siamo ancora più capaci di quello che immaginavamo di essere, la felicità è per tutti.

Grazie mille, grazie mille a Piccole Trasgressioni. Forza e Coraggio che ci siamo, siamo arrivati nella era dell’Acquario, una nuova era, tutto cambierà, e cerchiamo sempre anche nelle cose negative di vedere le cose positive. grazie grazie e grazie mille, auguri a tutto lo staff. Happy New Year!

Grazie per essere sempre presente e con noi, Piccole Magazine che ti ringrazia per fidarti di noi e di poter sempre esprimere le tue parole, pensieri, e auguri. Ti auguriamo di cuore un 2021 di ancora più grandi successi. Ti vogliamo bene!!!

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #transmilano #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort

Guarda subito le video interviste alle altre ragazze trans!

Condividi